MONTELLO (bg). Dopo il presidio solidale antisfratto la ritorsione delle multe da 400 euro contro gli attivisti di Unione Inquilini e gli inquilini solidali

Ha dell’assurdo la vicenda degli sfratti, al condominio di Via Pascoli 2 a Montello (bg).

Come comunicato a suo tempo, il 15 gennaio scorso si era resa necessaria l’indizione di un presidio solidale per evitare in extremis sgomberi di tre famiglie, tra cui 2 con minori, in pieno inverno, in piena emergenza Covid19, senza alcuna soluzione abitativa alternativa.

Nelle settimane precedenti infatti erano stati vani tutti i tentativi di Unione Inquilini di interloquire con la proprietà, con il custode giudiziario, con i sindaci, con il prefetto (a cui sono state inviate quattro lettere in tempi diversi) al fine di poter concordare un rinvio dello sgombero in attesa di poter garantire alle famiglie ragionevoli soluzioni abitative alternative.

Continua a leggere