Alternainsieme.net
 

 

HOME

HOMEold

ARCHIVIO

 

Pagine collegate: 1 - 2

No-Nuke: QUI

FUKUSHIMA E DINTORNI

 

1. COMINCIAMO DA CHERNOBYL


La Bielorussia è l’ultima dittatura d’Europa ed il motivo lo si capisce subito qualora si dia uno sguardo alla mappa [fonte ONU] della contaminazione di Chernobyl: un quarto del territorio è contaminato ed un decimo è evacuato.

La stessa fonte ONU riporta la contaminazione sull’Europa e si può notare come l’Austria ed il nord della Lombardia siano tra le regioni colpite:

http://www.unscear.org/docs/JfigXI.pdf

 

2. CHE ARIA TIRA A FUKUSHIMA

Sarà per questo, sarà perchè sono neutrali, ma gli Austriaci stanno seguendo con particolare attenzione quanto avviene a Fukushima ed il ZentralAnstalt für Meteorologie und Geodynamic pubblica la mappa aggiornata di quanto si disperde in atmosfera da Fukushima:



Cfr. anche:

http://www.zamg.ac.at/
http://www.zamg.ac.at/wetter/fukushima/
http://www.zamg.ac.at/pict/wetter/sonderwetter/fuku/20110529_I-131_FUKU.gif


La contaminazione del territorio di Fukushima può essere trovata sul sito della National Nuclear Safety Administration USA:
View more presentations from US Department of Energy


2. MA COME VANNO I REATTORI...

La situazione esatta dei quattro reattori di Fukushima è stata raccontata il 29 aprile da ing. Michio Ishikawa [ex-Direttore dell’Agenzia Nucleare Giapponese] ad Asahi TV: i reattori hanno fuso il combustibile, tutti i prodotti di fissione volatili sono dispersi per l’atmosfera, ora l’acqua (di mare) usata per raffreddare è diventata il peggior concentrato di radioattività con cui si è mai avuto a che fare e bisogna impedire che se ne vada nell’Oceano:

Sarà un caso, ma dopo questa intervista la società proprietaria di Fukushima [TEPCO – Tokyo Electric Power Company] ha cominciato a pubblicare dati più credibili sul proprio sito, la mappa della contaminazione e le azione svolte dai lavoratori sottoposti ad irraggiamento. Però molta roba la pubblicano solo in giapponese:


http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/index-e.html
http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/f1/images/f1-sv-20110521-e.pdf
http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/11051312-e.html
http://www.tepco.co.jp/en/news/110311/images/110528_2.jpg
http://www.tepco.co.jp/en/news/110311/images/110521_1.jpg
http://www.tepco.co.jp/en/news/110311/images/110419_1f_1.jpg
http://www.tepco.co.jp/en/news/110311/index-e.html#anchor1105


Quanto risulta è che i reattori 1 e 4 (quest’ultimo spento al momento del terremoto e del maremoto) sono andati distrutti per una reazione di ricombinazione di idrogeno ed ossigeno dell’acqua di raffreddamento evaporata e portata in contatto con materiale ad oltre 2000°C; nel reattore 2 questo è stato evitato scoperchiando in parte il contenitore esterno:




3. MENTRE NEL REATTORE 3...

... Il reattore 3 è esploso con una detonazione che nulla ha a che fare con una deflagrazione di ricombinazione di idrogeno ed ossigeno.
Al suo interno si trovava una miscela di Plutonio al 7% e di Uranio impoverito, il cosiddetto MOX – Mixed OXides, e l’ipotesi più probabile è che si sia realizzata la massa critica del Plutonio con conseguente detonazione nucleare per “Effetto Slotin” (dal nome del fisico di Los Alamos che scoprì questo effetto e che ci lasciò contestualmente le penne):


http://www.youtube.com/watch?v=T_N-wNFSGyQ&feature=related
http://nnsa.energy.gov/mediaroom/factsheets/mox

Le foto aeree ad infrarossi di Fukushima confermano quanto sopra, nel reattore 1 si vedono le macchie rosse delle valvole di sicurezza che sfiatano dal nocciolo e si intravede la vasca di raffreddamento del combustibile irradiato, nel reattore 2 si vede il calore uniformemente distribuito dentro il contenitore e gli sfiati aperti lungo le pareti, nel reattore 4 si vede il calore emesso dalle sole vasche del combustibile irradiato e nel reattore 3 si vedono le macchie rosse delle valvole di sicurezza che sfiatano dal nocciolo ed una macchia molto intensa in corrispondenza della vasca di raffreddamento del combustibile irradiato. E’ possibile che la detonazione nucleare del Plutonio sia avvenuta in quest’ultima:


 

4. KAMIKAZE

Da segnalare che i siti ufficiali cattolici dell’Asia hanno riportato come alcuni dei lavoratori volontari di Fukushima appartengano alla minoranza cristiana:

http://www.cbcj.catholic.jp/eng/
http://www.ucanews.com/2011/04/01/fukushima’s-christian-heroes-risk-all/
http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=28694&lan=eng
Per cui si può tranquillamente sostenere che l’altissima tecnologia applicata a Fukushima è quella del martirio e dei kamikaze.


 

CONCLUSIONE

Che “Bombed Mary”, la Madonna di Nagasaki, ci protegga tutti!


Cfr. anche:

  • Note a cura di Marco Brusa - Bergamo, San Paolo d'Argon - maggio 2011

L'Alternativa - San Paolo d'Argon