(27.11.16) TRESCORE BALNEARIO. IN PIAZZA PER IL NO ALLA MANOMISSIONE DELLA COSTITUZIONE NATA DALLA RESISTENZA

* In Piazza Cavour domenica 27 novembre dalle ore 14.30 alle ore 17.00 musica con I RUSTIES

* Ore 15.30: comizio di MAURO MAGISTRATI, presidente dell’Anpi provinciale di Bergamo

Locandina da diffondere: QUI

Il 4 dicembre vota NO

A cura dei Comitati per il NO alle modifiche costituzionali della Valcavallina e della Valcalepio e delle Sezioni Anpi Valcavallina-Valcalepio ed Endine Gaiano. Per comunicazioni: v.cavallinavotano@yahoo.com oppure ai tel. 3389759975 (maurizio m.) e 3332579937 (aldo v.)


(27.11.16) TRESCORE BALNEARIO. FESTA E CONCERTO PER IL NO ALLA MANOMISSIONE DELLA COSTITUZIONE NATA DALLA RESISTENZA

* In Piazza Cavour domenica 27 novembre dalle ore 14.30 alle ore 17.00: I RUSTIES IN CONCERTO PER IL NO

* Ore 15.30: comizio di MAURO MAGISTRATI, presidente dell’Anpi provinciale di bergamo

Locandina da diffondere: QUI

Il 4 dicembre vota NO

A cura dei Comitati per il NO alle modifiche costituzionali della Valcavallina e della Valcalepio e delle Sezioni Anpi Valcavallina-Valcalepio ed Endine Gaiano. Per comunicazioni: v.cavallinavotano@yahoo.com oppure ai tel. 3389759975 (maurizio m.) e 3332579937 (aldo v.)


(23.10.16) TRESCORE BALNEARIO. I NAZIONALISMI IN EUROPA E COME SI BUTTA VIA UNA SERATA

* A proposito dell’incontro del 21 ottobre promosso dall’Anpi provinciale a Trescore Balneario nell’ambito del ciclo “Macerie. Il ritorno dei fascisti in Europa” (cfr. QUI)

Due parlamentari del Pd e una giornalista autrice di un libro sul tema l’altra sera a Trescore Balneario hanno provato a spiegarci come la destra peggiore stia reclutando in Europa milioni di adepti fra le persone normali le cui condizioni economico-sociali sono state travolte dall’austerity. Un panorama desolato e desolante di rancore, odio, fili spinati e perfino pogrom violenti in nome delle paranoie xenofobe più orrende. Poi la Brexit e l’inquietante Trump negli Usa. Ad ascoltare un pubblico attentissimo, di cui una parte – per la verità - inquietato pure dalla signora Hillary. La nostra Europa è ormai assediata dalle guerre in Libia e in Mediorente, incapace di intervenire per fermare la tragedia di Aleppo (cominciata però un pezzo prima dell’arrivo dei Russi). E’ la nostra Europa che deve subire l’ingombrante presenza della Russia, anch’essa avviata lungo una deriva di destra e aggressiva. Purtroppo - non andrebbe dimenticato - anche l’Europa, quando si muove, è portata a combinare disastri come in Libia, a dialogare con i nazisti o simili di Ucraina, a dispiegare stupidamente le proprie truppe lungo i confini russi, a fornire armamenti agli stati pro Isis con non poche responsabilità nelle destabilizzazione del mondo che poi ci invia i suoi disperati. La marea montante dei profughi in questa Europa assediata rischia di travolgere le coscienze, tanto che imperversano – contro il sistema – una pluralità di populismi: dalle sigle orribili del nuovo neonazismo germanico e mitteleuropeo, i destrissimi governi degli ex paesi del glacis, le signore Le Pen (zia e nipote), gli xenofobi olandesi, gli anglo-brexit, Salvini e Grillo, pure Podemos e Tsipras (quest’ultimo populista perché ha voluto andare contro il sistema rimanendone colpevolmente sconfitto mentre le socialdemocrazie europee e pure il Pd stavano violentemente contro la Grecia). Certo i relatori hanno criticato aspramente le politiche economiche regressive dell’Unione Europea (a guida Bce con popolari e Pse al comando) con la devastazione sociale che ne deriva, sulla quale marciano alla grande neofascisti e neonazisti. Fortunatamente - è stato detto - in Italia i 5 Stelle da una parte e Fratelli d’Italia dall’altra sono riusciti finora a integrare in parte nel sistema la protesta populista o fascista più pericolosa. Contro la deriva non resta – ci è parso di capire - che affidarci alla fiducia nelle istituzioni (la nostra “repubblica parlamentare” come ha solennemente ricordato uno dei parlamentari relatori), al quadro politico dato, alla attesa che i reggitori d’Europa imbocchino politiche economiche in grado di prevenire la devastazione sociale e la paura delle masse. C’è da dubitare, nel frattempo, che la classe operaia francese dopo l’imposizione della “loi travail” abbia più  voglia di fidarsi di Hollande e delle istituzioni europee. Certo che i due parlamentari del Pd che hanno relazionato - e lo sanno tutti - in questi anni sono stati fra coloro che hanno sostenuto e votato diligentemente le leggi sociali che precarizzano la vita di milioni di individui e ora si apprestano - nel referendum costituzionale - a sostenere lo stravolgimento dell’ordinamento previsto dalla Costituzione, nata dalla Resistenza e da quasi settanta anni punto di riferimento forte contro le involuzioni autoritarie e i fascismi tutti. Sì, proprio una serata buttata via quella di venerdì nella sala convegni dello storico Albergo La Torre di Trescore Balneario. (m. mazzucchetti, 23.10.16)


(21.10.16) TRESCORE BALNEARIO. MACERIE. IL RITORNO DEI FASCISTI IN EUROPA. 2° incontro del ciclo a cura ANPI Comitato provinciale di Bergamo

* Venerdì 21 ottobre, ore 21.00, presso Albergo “Della Torre” - Piazza Cavour 28 a Trescore Balneario

“Europa anno zero. Il ritorno dei nazionalismi” (Marsilio 2015). Presentazione del libro di EVA GIOVANNINI, giornalista e scrittrice. Dialogo tra l’autrice e l’onorevole Emanuele FIANO

La tremenda crisi economica globale che sta determinando un cambiamento radicale nella struttura sociale e politica del mondo, dai luoghi emotivamente e geograficamente più lontani fino alle porte delle nostre case, ha comportato la ricomparsa di movimenti e partiti politici che, più o meno apertamente, hanno i loro valori di riferimento nel fascismo europeo che si pensava sconfitto con la fine della seconda guerra mondiale.
Sfruttando consapevolmente la paura che provoca il diverso da noi, il timore di perdere un benessere materiale sempre più effimero e ora lo spettro della guerra di religione contro “gli infedeli”, per la difesa dei “valori dell’Occidente”, gruppi di neofascisti o comunque di estrema destra consolidano le loro fila e senz’altro aumentano la loro visibilità. E’ necessario sapere di più, capire meglio per attrezzarsi nella quotidiana lotta per la democrazia e la libertà che è tra i compiti fondamentali dell’Anpi; per informare anche le nuove generazioni sulla genesi e sul pericolo del neofascismo.
Il ciclo completo degli incontri: qui


(sett. - ottobre 2016) TRESCORE BALNEARIO. NO MODIFICHE COSTITUZIONALI. APPUNTAMENTI

* Martedì 27 settembre, ore 10.00 - 12.00: volantinaggio al mercato settimanale

* Sabato 1° ottobre: banchetti in Piazza Cavour, mattino e pomeriggio

* Domenica 2 ottobre: banchetto in mattinata lungo Viale Locatelli

* Dal 3 al 6 ottobre volantinaggi nei quartieri

* Venerdì 7 ottobre, ore 21.00, ASSEMBLEA PUBBLICA c/o Auditorium distretto socio-sanitario in Via Mazzini 13. Relatori: Carlo SIMONCINI (avvocato, comitato per il NO di Bergamo), Mirco ROTA (segretario regionale Fiom/Cgil)

A cura del Comitato No Modifiche costituzionali - zona Valcavallina.
Info:
v.cavallinavotano@yahoo.com, 3332579937 (Aldo)

Volantino: fronte - retro


(07.10.16)  TRESCORE BALNEARIO. REFERENDUM: “LA FORZA DI DIRE NO”. INCONTRO PUBBLICO

* Venerdì 7 ottobre 2016, ore 21, presso Auditorium del Distretto socio-sanitario in Via Mazzini 13 a Trescore Balneario

Relatori dell’incontro saranno CARLO SIMONCINI (avvocato, Comitato per il No di Bergamo) e MIRCO ROTA (segretario regionale Fiom/Cgil-Lombardia).

Promuovono: Comitato NO modifiche costituzionali della Valcavallina e ANPI sezioni Valcavallina/Valcalepio e Endine Gaiano

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Info: Comitato No modifiche costituzionali Zona Valcavallina,  mail v.cavallinavotano@yahoo.com, tel. 3389759975 (maurizio) oppure 3332579937 (Aldo)

Locandina: fronte - retro


(03.08.16) TRESCORE BALNEARIO. INCONTRO DI APPROFONDIMENTO SULLE “MODIFICHE COSTITUZIONALI”

Si è costituito nei giorni scorsi il Comitato della Valcavallina per il No alle riforme costituzionali nel referendum previsto per il prossimo autunno. Tra i promotori esponenti delle sezioni Anpi della Valcavallina, delle Rsu di alcune fabbriche del territorio, militanti sindacali, dell’associazionismo e di liste civiche locali, delle forze politiche che fanno parte del Comitato nazionale. Si comincia con una iniziativa di approfondimento e studio sulla “riforma” stessa.

* MERCOLEDI’ 3 AGOSTO, ore 21.00, presso il Circolo Fiorenzo Belotti, Trescore Balneario, Via della Resistenza 14, INCONTRO DI APPROFONDIMENTO a carattere seminariale sui contenuti delle “modifiche costituzionali” con Avvocato CARLO SIMONCINI (del Comitato provinciale per il No).

Per aderire e contattare il Comitato NO - Valcavallina: mail (v.cavallinavotano@yahoo.it) oppure ai tel. 3389759975 (maurizio)/ 3332579937 (aldo). Per approfondimenti vedi il sito nazionale: www.iovotono.it. La pagina facebook del Comitato provinciale: cerca “Referendum Costituzionale Comitato per il NO – Bergamo


GIOVANNI MAZZOLA

Trescore Balneario, 12 settembre 1923 - 14 luglio 2010

Comunista e uomo libero.

Le compagne e i compagni della Valcavallina lo ricordano a sei anni dalla scomparsa.


(19.06.16) TRESCORE BALNEARIO. CASTELLO DELLA AMINELLA, GIA’ DEI LANZI (XIII sec.)

Le altre foto: qui; Scheda SIRBeC


(27.06.16) TRESCORE BALNEARIO. INCONTRO PUBBLICO SULLA RIFORMA COSTITUZIONALE

* Lunedì 27giugno, ore 20.30, presso Biblioteca A. Meli, Via Roma 140 a Trescore Balneario

Relatrice: Barbara PEZZINI (Ordinaria di Diritto costituzionale Università di Bergamo)

L’incontro è promosso dalla Amministrazione comunale di Trescore Balneario.

Locandina: QUI


Pagina successiva »