(31.05.18) VALCAVALLINA. FIRMA PER LE TRE LEGGI DI INIZIATIVA POPOLARE

.

1. Per la scuola della Costituzione. Per dire NO alla scuola-azienda. Per una scuola pubblica, laica, aperta, solidale, che gantisca appieno il diritto all’istruzione: abrogazione della “Buona scuola” di Renzi, obbligo scolastico fino a 18 anni, almeno il 6% del Pil all’istruzione, limite di 22 alunni per classe, più insegnanti specializzati per l’inclusione. (materiali e approfondimenti: qui)

.

2. Per l’eliminazione del pareggio di bilancio in Costituzione. Per cancellare le modifiche alla Costituzione manomessa dal governo Monti. Per rimuovere il pareggio di bilancio dalla Costituzione perché le politiche di bilancio dello Stato non possono mettere in discussione i diritti fondamentali al lavoro, alla scuola, alla sanità, al welfare. (materiali e approfondimenti: qui)

.

3. Per una legge elettorale proporzionale. Per un parlamento legittimo e pienamente rappresentativo delle volontà politiche dei cittadini. Per eliminare premi di maggioranza e liste bloccate; per ripristinare il voto di preferenza. (materiali e approfondimenti: qui)

.

Dove si può firmare

- negli orari d’ufficio, per tutto il mese di giugno 2018, presso gli Uffici demografici dei Comuni di San Paolo d’Argon, Trescore Balneario, Spinone al Lago (elenco in aggiornamento)

- Luzzana, domenica 17 giugno, ore 8.30-12.00, banchetto raccolta firme in Piazza G. Meli

A cura Rifondazione Comunista - Valcavallina. Info c/o tel. 3389759975 - alternainsieme@yahoo.it - www.alternainsieme.net


(13.11.16) VALCAVALLINA. BANCHETTI E VOLANTINAGGI PER IL NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE

* Entratico, domenica 13 novembre, ore 8.00-12.00, nella piazza davanti al Municipio

* Endine Gaiano, domenica 13 novembre, ore 9.00-12.30, in Via del Tonale (parcheggio davanti al Bar Diana)

* Spinone al Lago, domenica 13 novembre, ore 14.00-17.00, sul Longolago Marinai d’Italia

A cura del Comitato per il NO alle modifiche costituzionali - Zona Valcavallina. Per comunicazioni: v.cavallinavotano@yahoo.com oppure ai tel. 3389759975 (maurizio m.) e 3332579937 (aldo v.)


(06.11.16) SPINONE AL LAGO (bg). BANCHETTO E VOLANTINAGGIO PER IL NO AL REFERENDUM

* Domenica 6 novembre, ore 14.00-17.00 sul Lungolago Marinai d’Italia a Spinone al Lago



(18.08.11) VALCAVALLINA-REVIVAL DUE GIOVANI RAPINANO UNA BANCA IN SLOVENIA

Due ragazzi di 24 e 22 anni, uno di Monasterolo e uno di Spinone, il 16 agosto sono stati protagonisti della rapina in una banca slovena vicino a Capodistria. Bottino di 100.000 euro, ma durante la fuga sono stati catturati. Un poliziotto è stato ferito in modo non grave da un colpo di pistola. Quella delle rapine all’estero, non in Slovenia (dove c’era poco da rubare) ma soprattutto in Svizzera, più o meno negli anni Settanta era una pratica in voga tra la “mala” della Valcavallina, che peraltro non disdegnava certo per le sue gesta il territorio nazionale, vicino o lontano. Quanti tutt’oggi si lamentano dell’”insicurezza dilagante” attribuendola comunemente agli immigrati, dovrebbero fare mente locale sui livelli di criminalità e illegalità diffusa in Valcavallina solo qualche decennio fa, quando di stranieri qui non ce n’era proprio nessuno. Espressione di una crisi sociale e di un disagio giovanile legati ai cambiamenti che si registravano in quegli anni con il velocissimo passaggio dal mondo contadino alla modernità del mercato e dell’industria, tali fenomeni - del tutto separati dai movimenti di lotta e protesta parimenti diffusi, che pure nascevano dallo stesso clima sociale - meriterebbero una ricostruzione, anche solo per ricordarne le tragiche conseguenze, comprese quelle che colpirono i protagonisti, finiti spesso dimenticati nelle galere o nell’emarginazione, o morti ammazzati in conflitti a fuoco con i poliziotti. Diversi di questi nostri coetanei - non pochi erano nostri conoscenti - tuttavia hanno potuto “reinserirsi”, come si dice comunemente ai giorni nostri; qualcuno addirittura ha fatto fortuna, tanto da ingrossare la schiera dei benpensanti che oggi reclamano sicurezza e si lamentano degli stranieri. Il revival di Capodistria dell’altro ieri ci ricorda purtroppo che il passato solo a fatica e dopo tempi infinitamente lunghi può forse diventare effettivamente tale.

Rassegna stampa. L’Eco di Bg 16.08.11: qui; Bergamonews.it 16.08.11: qui; Bergamonews.it 17.08.11: qui; Bergamonews.it 19.08.11: qui