(06.10.15) ENDINE. SFRATTI: SI MANDERANNO 6 BAMBINI IN STRADA?

* Martedì 6 ottobre, dalle ore 8.30 a Endine, in Piazza Vittorio Veneto 3 PRESIDIO SOLIDALE contro lo sfratto della famiglia di Hanni e Mohammed (per info, tel. 3426334747 - Rosanna)

Questa bella famiglia (nella foto mancano solo la mamma e la nonna) il prossimo 6 ottobre potrebbe essere sgomberata dal proprio alloggio nel centro storico di Endine. Quel giorno, dalle 8,00 del mattino è previsto l’arrivo dell’ufficiale giudiziario per eseguire lo sfratto. Mohamed è stato licenziato lo scorso anno da un’impresa edile della Valcavallina, presso la quale aveva lavorato per ben 12 anni. Un licenziamento ingiustificato (si era opposto al lavoro in nero) per il quale è ancora ancora in corso la causa. Rimasto disoccupato e senza reddito, Mohamed non è stato più in grado di pagare l’affitto. Ora ci sono 4 bambine e 2 bambini, la più grande ha 11 anni, in totale 9 persone che rischiano di trovarsi senza alloggio. A tutt’oggi da parte dei servizi sociali a cui Mohammed e la moglie Hannih si sono rivolti non è ancora giunta una risposta certa rispetto ad un alloggio alternativo o ad un impegno per la proroga dello sfratto. Ormai siamo all’ottavo anno della crisi economica ma in tema di sfratti la situazione continua ad essere esplosiva, senza che siano all’ordine del giorno della politica i provvedimenti come la sospensione degli sfratti e il rilancio dell’edilizia sociale che il movimento per la casa richiede da tempo. Anche nel nostro territorio, il numero degli sfratti per morosità incolpevole non accenna a diminuire. I bambini - in questo ben sei - sono coloro che vivono l’esperienza dello sfratto in modo particolarmente drammatico. In mancanza di certezze sul destino della famiglia, abbiamo convocato un presidio solidale per martedì 6 ottobre dalle ore 8.00 davanti all’abitazione di Hanni e Mohamed in Piazza Vittorio Veneto a Endine. (ottobre 2015, Unione Inquilini - Valcavallina)

Rassegna stampa. Bergamonews.it 05.10.15: qui

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


(10.08.15) ENDINE. PER RICORDARE l’ON. GIUSEPPE BRIGHENTI (PARTIGIANO “BRACH”) E LA RESISTENZA

“Il prossimo 10 Agosto 2015 ricorre il diciannovesimo anniversario della morte di Giuseppe Brighenti per amici e compagni il Partigiano Brach da quando, ventenne, partecipò alla lotta di liberazione dal na­zifascismo nella 53a Brigata Garibaldi “Tredici Martiri di Lovere”.
Da allora, nei lunghi anni dell’impegno sindacale e parlamentare prima e poi in quello politico e amministrativo, l’insegnamento di Giuseppe Brighenti non è stato solo nelle parole, per altro sem­plici e chiare che egli rivolgeva soprattutto ai giovani, ma nell’esemplare direzione partecipazione alle lotte sociali e politiche per dare attuazione alla Carta Costituzionale che egli,come la gran parte dei combattenti nella Resistenza antifascista, considerava non solo come l’eredità più alta di quella vicenda storica, ma un patto concluso tra uomini liberi a fondamenta delle conquiste di libertà, di democrazia e di uguaglianza che sarebbero state perseguite.

Oggi il nostro Paese è scosso da tensioni che sono alimentate dalla pesante crisi economica e dalla debolezza delle risposte delle istituzioni pubbliche, mentre in Italia e nell’Unione Europea si mani­festano nuove forme di nazionalismo. In esse trovano terreno fertile le forze della destra fascisteg­giante, che seminano odio e agitano paure irrazionali contro cittadini stranieri immigrati e quanti chiedono rifugio fuggendo dalle guerre e dalla miseria dei paesi d’origine.
Questa forze nascondono così le loro responsabilità di governo degli ultimi vent‘anni che sono tra le cause della crisi e che hanno messo in discussione, riducendoli, i diritti sociali dei cittadini italiani a cominciare dal diritto al lavoro che a tanti, soprattutto ai giovani, è ancora negato.

La Sezione ANPI di Endine Gaiano ricorda Giuseppe Brighenti e la Sua Lezione di vita: avere sem­pre, in un orizzonte di ideali e di valori civili, una pratica incondizionata dell’onestà e della giu­stizia sociali sia nell’etica dei governanti come nella partecipazione dei cittadini per vincere la povertà e superare le diseguaglianze.

Per questo la sezione ANPI, che è intitolata a Giuseppe Brighenti, partecipa e invita tutti alla cerimonia di commemorazione che si terrà presso il cimitero di Endine Gaiano (Bg) lunedì 10 Agosto 2015 alle ore 10.00.” (Anpi Endine Gaiano, il segretario Pasquale Lampugnani, il presidente Andrea Brighenti)

Su Giuseppe Brighenti (1924-1996): qui



(09.08.15) ENDINE - MALGA LUNGA CAMMINATA DEDICATA A MARIO ZEDURI, PARTIGIANO “TORMENTA”

Da Endine Gaiano (località Fanovo) alla Malga Lunga, domenica 9 agosto 2015, ritrovo ore 7.30 - partenza ore 8.00

Questa camminata si svolge su un sentiero che la sezione dell’Anpi “Giuseppe Brighenti” di Endine Gaiano titola a Mario Zeduri (”Tormenta”), partigiano della 53a Brigata Garibaldi 13 Martiri di Lovere, assassinato dai fascisti il 17 novembre 1944 alla Malga Lunga. “Ritenendo doveroso ricordare tutte le vicissitudini resistenziali - ricorda l’Anpi di Endine - e la lotta antifascista che hanno contribuito in modo determinante a dare liberà, democrazia e pace all’Italia, abbiamo istituito questo appuntamento per ripercorrere uno dei sentieri che i ‘ribelli’ utilizzavano nei loro spostamenti e farlo scoprire ai giovani che idealmente si uniscono a quei resistenti che hanno dato anche la vita per un futuro di dignità e giustizia”.

Con il patrocinio dei Comuni di Endine Gaiano e Sovere e con la collaborazione di Protezione Civile, Gruppo Alpini di Endine Gaiano e Polisportiva SportClub Lago di Endine. Per info: Malga Lunga 347.4763335; Protezione civile 349.6711880; Polisportiva SportClub Lago di Endine 366.1972118

Tutte le altre info nel pieghevole (QUI) e nel sito dell’Anpi di Endine Gaiano (QUI)


(27.07.15) ANPI-ENDINE. RISTAMPATO “IL PARTIGIANO BIBI” DI GIUSEPPE BRIGHENTI

Abbiamo ricevuto da Andrea Brighenti e Pasquale Lampugnani, rispettivamente presidente e segretario della Sezione Anpi di Endine Gaiano il comunicato che informa dell’avvenuta ristampa del primo libro di Giuseppe Brighenti “Il partigiano Bibi”.

“La realizzazione di questo sogno - così scrive l’Anpi di Endine - è avvenuta grazie all’impegno di Giacinto Brighenti, Eugenia Valtulina e l’editore Stefano Stefanoni della Sestante Edizioni che si sono adoperati nell’ottima riuscita di quanto compiuto nei ristretti tempi intercorsi per la pubblicazione. Un Abbraccio particolare di ringraziamento lo vogliamo rivolgere anche a Salvo Parigi e Ornella Ravaglia unitamente a tutti i componenti della dirigenza dell’Anpi Provinciale per l’aiuto offerto senza il quale sarebbe stato ancor più difficile giungere a ciò. La ristampa del volume esaudisce la volontà di rendere ancora fruibile questa pubblicazione che nell’edizione originale [Bergamo, WalkOver 1983] aveva da tempo esaurito tutte le copie a disposizione. Avremmo piacere che ‘Il partigiano Bibi’ trovi diffusione giungendo anche al maggior numero di insegnanti che trasmettano, attraverso la passione per la lettura a scuola con gli studenti, anche sentimenti di appartenenza alla storia considerando il periodo resistenziale stimolo di successivo approfondimento. Riteniamo che attraverso questa ristampa si possa in qualche modo diffondere non solo il ricordo di Brach e delle vicende della Resistenza ma anche l’impegno dell’Anpi nel proseguire la sua attività di presenza e proposta culturale sul territorio. Rivolgendoci oltre che al lettore anche alle Sezioni Anpi, all’Istituto storico di Bergamo Isrec, alle Associazioni, ai Gruppi culturali, ai Circoli di partito, alle Biblioteche, chiediamo con profonda umiltà di proporre presso le proprie Feste popolari, nelle Iniziative culturali e d’intrattenimento la diffusione di questo libro. Il testo raccoglie, oltre alle preziose testimonianze di vita e battaglia partigiana, narrate con significativa capacità descrittiva, anche un messaggio denso di umanità degli uomini e delle donne che hanno offerto il loro impegno e sacrificio per la libertà nei luoghi descritti, e di pungente ironia per gli invasori e i loro amici.”

Di seguito il saluto di Sandro Pertini, allora Presidente della Repubblica, che apre “Il partigiano Bibi” (1983). “La mia non è una vita eccezionale. Simili alla mia, ci sono altre decine, centinaia di vite di operai e contadini, ignorate perché nessuno ha pensato e pensa di scrivere queste vite veramente edificanti. Sono persone che io ho conosciuto in carcere, al confino, che con fierezza affrontarono il tribunale speciale, la galera, il confino, che si gettarono nella guerra di Liberazione. Questo libro di Giuseppe Brighenti ne è un esempio. Sandro Pertini”

Per la richiesta di copie contattare la sezione Anpi “Giuseppe Brighenti” di Endine Gaiano al telefono numero 035825412 oppure al 3464700260. A chi desiderasse ricevere un numero pari o superiore alle dieci copie, è previsto un forte sconto sul prezzo di copertina di 10 euro. Per i nostri concittadini di San Paolo d’Argon interessati a “Il partigiano Bibi”, posso contattare anche alternainsieme.net (tel. 3389759975)

Su Giuseppe Brighenti (Endine Gaiano 08.06.1924 - Bergamo, 10.08.1996), partigiano, sindacalista, parlamentare, cfr. le nostre schede  qui


(27.07-16.08.15) RESISTENZA AGOSTO IN MALGA LUNGA. TUTTE LE INIZIATIVE

L’ANPI SEZIONE “GIUSEPPE BRIGHENTI” ENDINE GAIANO (BG) in collaborazione con il Comitato della Malga Lunga organizza l’ospitalità presso il Museo Rifugio “Malga Lunga” intitolato alla 53° Brigata Garibaldi “13 Martiri di Lovere” dal 27 luglio al 16 agosto 2015 nei luoghi che furono testimoni della Resistenza antifascista. Info Museo Rifugio Malga Lunga tel. 347/4763335 oppure 035/825412

* Si ricorda che è operativo il “Museo multimediale della Malga Lunga”: i visitatori, semplicemente toccando uno schermo video, possono consultare gli elenchi delle formazioni partigiane che hanno operato nella provincia di Bergamo o dei bergamaschi che hanno combattuto per la libertà in altre zone d’Italia oppure all’estero.Per approfondimenti: qui

Il volantino con tutto il programma: QUI. Info essenziali sulla Malga Lunga da Wikipedia: qui; le nostre foto 2014 (qui) e 2009 (qui)

Leggi tutto…


(25.10.14) ENDINE PREMIAZIONE DEI VINCITORI DELLA BORSA DI STUDIO “GIUSEPPE BRIGHENTI”

Sabato 25 ottobre 2014 alle ore 15:30, presso la Sala consiliare del comune di Endine Gaiano (Piazza A. Moro) verranno premiati i vincitori della XVIII edizione della Borsa di studio “Giuseppe Brighenti” per tesi di laurea sulla storia del Novecento.

Per il diciottesimo anno l’Isrec, insieme al Comune di Endine Gaiano, alla sezione locale dell’ANPI “Giuseppe Brighenti” e con il patrocinio del Comitato antifascista bergamasco, dell’Associazione partigiani d’Italia e Camera del Lavoro CGIL di Bergamo, presenta i vincitori della borsa di studio intitolata al partigiano Brach. Quest’anno la Commissione ha assegnato la premiazione a Roberto Villa per la tesi “Ci sembrava di essere liberi. Per una storia delle radio democratiche bergamasche ” e a Barbara Curtarelli la borsa di ricerca per il progetto archivistico: Riordino, condizionamento e restauro delle carte della Resistenza conservate presso l’archivio dell’Isrec Bg.

Interverranno alla premiazione i vincitori insieme a Marco Zoppetti (sindaco di Endine Gaiano), Carlo Salvioni (presidente del Comitato antifascista bergamasco), Salvo Parigi (presidente ANPI provinciale), Andrea Brighenti (presidente Anpi di Endine Gaiano), Orazio Amboni (segreteria generale Cgil di Bergamo) e Luciana Bramati (vicepresidente Isrec Bg). Introduce e coordina Elisabetta Ruffini (direttore Isrec bg).

INVITO: QUI


(06.08.14) ENDINE GAIANO. VALLE DEL FERRO
ALTRE FOTO: Qui

(10.08.14) ENDINE. PER RICORDARE IL PARTIGIANO “BRACH” E LA RESISTENZA

Sono trascorsi diciotto anni dalla morte, avvenuta il dieci agosto del 1996 a Bergamo, dell’On. Giuseppe Brighenti, partigiano Brach. Anche quest’anno gli amici e i compagni lo vogliono ricordare il 10 Agosto 2014 con una breve cerimonia presso il cimitero di Endine Gaiano alle ore 10,00. Anche alla Malga Lunga alle ore 11 del medesimo giorno l’iniziativa Uomini della Resistenza: memoria in musica offrirà lo spunto per ricordare e rendere omaggio ai protagonisti della lotta partigiana.

Brach tornava spesso a Endine Gaiano e alla Malga Lunga per incontrare gli amici e i compagni di una vita, per dialogare con i giovani ai quali trasmettere il suo pensiero maturato da giovane partigiano della Cinquantatreesima Brigata Garibaldi Tredici Martiri di Lovere. Il suo impegno maturato nell’attività politica, sindacale e istituzionale, speso al servizio della collettività offre a noi tutti più d’un motivo di ricordo ma un sentimento di profonda e appassionata riconoscenza. Ricordare il suo impegno sindacale, politico e civile ci offre lo spunto per il dialogo con le persone e l’approfondimento dei temi sociali e attuali che divengono poi ispirazione di successive iniziative culturali .

Ispirandosi ai valori della Resistenza e della Carta Costituzionale, Brach, si impegnò perché anche nel lavoro e nella società fossero perseguiti gli ideali di Libertà, Uguaglianza e Giustizia Sociale.

Non solo quindi un ricordo, attraverso una semplice commemorazione, ma memoria di Testimonianza Sociale e Politica di una persona che ancor oggi alimenta il cuore e la mente di chi si batte per una Italia Repubblicana, Unita e Democratica, e di chi gli ha voluto, vuole, e vorrà bene. (Anpi Endine Gaiano, il segretario Pasquale Lampugnani, il presidente Andrea Brighenti)

Comunicato dell’Anpi di Endine: Qui. Su Giuseppe Brighenti (1924-1996): qui

(10.08.14) ENDINE. ALCUNE FOTO DELL’INCONTRO DI QUESTA MATTINA: QUI


(28.07-17.08.14) RESISTENZA AGOSTO IN MALGA LUNGA. TUTTE LE INIZIATIVE

L’ANPI SEZIONE “GIUSEPPE BRIGHENTI” ENDINE GAIANO (BG) in collaborazione con il Comitato della Malga Lunga organizza l’ospitalità presso il Museo Rifugio “Malga Lunga” intitolato alla 53° Brigata Garibaldi “13 Martiri di Lovere” dal 28 luglio al 17 agosto 2014 nei luoghi che furono testimoni della Resistenza antifascista. Info Museo Rifugio Malga Lunga tel. 347/4763335 oppure 035/825412

* Si ricorda che è operativo il “Museo multimediale della Malga Lunga”: i visitatori, semplicemente toccando uno schermo video, possono consultare gli elenchi delle formazioni partigiane che hanno operato nella provincia di Bergamo o dei bergamaschi che hanno combattuto per la libertà in altre zone d’Italia oppure all’estero.Per approfondimenti: qui

Il volantino con tutto il programma: QUI . Info essenziali sulla Malga Lunga da Wikipedia: qui; le nostre foto 2014 (qui) e 2009 (qui)

Leggi tutto…


(10.08.13) ENDINE. PER RICORDARE IL PARTIGIANO “BRACH” E LA RESISTENZA

Sono passati diciasette anni dalla morte, il dieci agosto del 1996, dell’On. Giuseppe Brighenti, il partigiano Brach.

I suoi amici e compagni di Endine lo vogliono ricordare con una breve cerimonia presso il cimitero del paese alle ore 10,00 del 10 Agosto 2013.

A Endine Gaiano, dove tornava spesso negli ultimi anni della sua vita, per gran parte passata lontano da questo angolo di mondo, egli ritrovava le sua radici di uomo e di giovane partigiano della Cinquantatreesima Brigata Garibaldi - Tredici Martiri di Lovere.

Ricordare il suo impegno sindacale , politico e civile diviene per noi un impegno irrinunciabile.

Ispirandosi ai valori della Resistenza e della Carta Costituzionale, Brach, si impegnò perché nel lavoro e nella società fossero perseguiti gli ideali di Libertà, Uguaglianza e Giustizia Sociale.

Non solo, quindi un semplice ricordo ma memoria di una Testimonianza Sociale e Politica di una persona che deve alimentare il cuore e la mente di chi si batte per una Italia Repubblicana e Unita. (Anpi Endine Gaiano, il segretario Pasquale Lampugnani, il presidente Andrea Brighenti)

Comunicato dell’Anpi di Endine: QUI. Su Giuseppe Brighenti (1924-1996): qui

(10.08.13) FOTO DELLA COMMEMORAZIONE: QUI


« Pagina precedentePagina successiva »