(14.07.12) CLUSONE. MAATI E LA SUA FAMIGLIA HANNO UNA NUOVA CASA, UN RISULTATO DELLA MOBILITAZIONE ANTISFRATTO

* Annullato il presidio antisfratto indetto per martedì 17 luglio prossimo

La mobilitazione antisfratto di mercoledì scorso 4 luglio a Clusone aveva ottenuto di rimandare al 17 luglio l’esecuzione dello sfratto della famiglia di Maati dall’abitazione di via Sant’Alessandro 40. Risultato non secondario della mobilitazione è stato però anche quello di far presente all’opinione pubblica la drammaticità del problema abitativo in conseguenza della crisi economica. Ciò ha spinto gli organi dell’ammijistrazioine comunale ad attivarsi incontrando il nostro sindacato e facendo intervenire la Caritas. In tal modo è stata individuata una nuova soluzione abitativa, sia pure in via transitoria (per soli tre mesi), con l’impegno delle istituzione ad aiutare la famiglia nella ricerca di una sistemazione alloggiativa definitiva. Da lunedì 16 luglio Maati e la sua famiglia potranno così alloggiare nella nuova abitazione. Annullata pertanto la mobilitazione anstisfratto prevista per lunedì 17 luglio a Clusone. “L’Unione Inquilini – annota Fabio Cochis, segretario provinciale – accoglie con soddisfazione questa soluzione, sia pure ancora parziale e temporanea. Dimostra che con la lotta si possono ottenere risultati. Lotta che va comunque rafforzarzata ed estesa per consolidare questo risultato, che rigurda una delle centinaia di famiglie  che in questi meis sono alle prese con le ingiunzioni di sfratto nella nostra porovincia e per le quali chiediamo al Prefetto di mettere in atto – sull’esempio del prefetto di Firenze – la sospensione dell’esecuzione degli sfratti in corso”.

Unione Inquilini Bergamo, precedenti info: QUI


(04.07.12) CLUSONE. RIMANDATO LO SFRATTO DI MAATI. Nuovo appuntamento antisfratto: martedì 17 luglio ore 8.30 (Clusone, via Sant’Alessandro 40)

Leggi tutto…


(04.07.12) CLUSONE. FERMIAMO LO SFRATTO DELLA FAMIGLIA DI MAATI EL OMARI

Alle ore 9 di mercoledì 4 luglio a Clusone è prevista l’esecuzione dell’ennesimo sfratto per morosità nei confronti della famiglia di un lavoratore disoccupato, con moglie e 3 figli minorenni.
Infatti per la famiglia di Maati il Comune di Clusone non ha previsto alcuna soluzione alternativa per l’alloggio. Per questo motivo Maati rischia di finire in mezzo ad una strada mentre la moglie e i figli affidati ad un dormitorio per poveri.
Gli sfratti nel 2011 sono stati 1.234 in tutta la provincia di Bergamo. La situazione è gravissima ma i comuni stanno facendo poco o nulla.
Anche per queste ragioni mercoledi 4 luglio a partire dalle ore 9 saremo in via Sant’Alessandro n. 40 a Clusone (Bg), per un PRESIDIO in solidarietà della famiglia sfrattata. Ci saremo per chiedere che il Comune e la Prefettura intervengano, in questo caso come in tutti gli altri numerosi sfratti previsti in bergamasca, perché le persone non possono essere lasciate sole.
Unione Inquilini, Via Borgo palazzo 84/G Bergamo
Gli uffici sono aperti: lunedi e venerdi dalle ore 10 alle ore 12; mercoledi dalle ore 17 alle ore 19.

  • Unione Inquilini Bergamo, precedenti info: QUI