(10.05.11) POLIZIA DEI COLLI DOPO LA PROTESTA DE “L’ALTERNATIVA” ANCHE UNO DEI SINDACI DEL CONSORZIO SI SCHIERA NETTAMENTE CONTRO L’ELICOTTERO: “UN’AMERICANATA”. MA LE ALTRE LISTE DI SAN PAOLO D’ARGON NON SI VERGOGNANO DI STARE ZITTE.

“Lega Nord“, Pdl (cioè “Vivi San Paolo”) e la lista del cosiddetto “L’Alveare”, pur avendo scelto tutte e tre la “sicurezza” come uno dei temi centrali della loro campagna, non hanno ancora detto nulla sull’elicottero di cui si è dotato il Consorzio dei Colli di Polizia Locale. Una spesa assurda e inutile di cui si è scandalizzata l’opinione pubblica di tutta la bergamasca anche in seguito alla nostra presa di posizione del mese scorso (cfr. alternainsieme.net 19.04.11: qui). Il fronte degli 8 sindaci del Consorzio dei Colli però sta dando segni di vistosi cedimenti, come dimostra la netta presa di posizione del sindaco di Cenate Sopra. “In un periodo di crisi come questo - dice Stefano Cattaneo - con continui tagli ai comuni mi sembra un azzardo avere anche un elicottero in dotazione ai vigili. Mi sembra che il consorzio abbia già abbastanza mezzi, parchi per l’educazione stradale e una sede nuova, l’elicottero forse si poteva tralasciare. Ora l’elicottero c’è per tre mesi in prova ma credo che sarà dura poterlo riconfermare per un vero contratto di utilizzo permanente”. (da un articolo dell’ultimo numero di Araberara, ancora in edicola).

Precedenti info Elicottero Polizia Locale: qui. Cfr. tutte le nostre info “elezioni 2011″: qui

Leggi tutto…


(19.04.11) SAN PAOLO D’ARGON “ELICOTTERO AI VIGILI DEI COLLI?! E’ TEMPO DI TORNARE COI PIEDI PER TERRA” Dichiarazione di MAURIZIO G. MAZZUCCHETTI e LUCA LINFANTE, candidato sindaco e candidato consigliere della lista “L’Alternativa-San Paolo d’Argon”, in occasione della presentazione dell’elicottero del nostro Consorzio della Polizia Locale.

“Oltre ai numerosi automezzi, ai cani antidroga e antisommossa, ai T-red e agli autovelox, alle tante telecamere sparse ovunque, alla caserma con le celle di sicurezza, al cosiddetto “parco per l’Educazione stradale” (più di 150.000 euro!), al prossimo ampliamento della caserma di Albano (altri 140.000 euro, malgrado entro pochi anni sia stato previsto dalla finanziaria 2010 lo scioglimento dei consorzi!), ai “fucili a pompa” (di cui ha parlato recentemente la stampa), ora il nostro consorzio della Polizia locale avrà anche l‘elicottero che viene presentato questa mattina ad Albano Sant’Alessandro”. Così esordiscono i nostri compagni Maurizio e Luca nel comunicato inviato quest’oggi alla stampa. “Mancano ai comuni i soldi per i servizi più essenziali, - continua il comunicato - non si sa come fare per dare una mano a chi viene sfrattato o alle famiglie che devono pagare le rette per i loro anziani non autosufficienti, ma il Consorzio si toglie lo sfizio di dotarsi di un elicottero, sia pure a noleggio, per 8 comuni con poco più di 30.000 abitanti! Che ne sarebbe dei pubblici bilanci se in tutto il Paese per ogni 30.000 abitanti ci fosse un elicottero dei vigili? Che ci stanno a fare gli elicotteri della Polizia e dei Carabinieri? Quando il Consorzio si doterà anche di una moto-vedetta per pattugliare la Roggia Borgogna e il Torrente Seniga, si chiedono invece i pendolari e i cottimisti che incorrono nelle frequenti multe degli agenti del Consorzio quando scendono trafelati dalla Valcavallina o dalla Valcamonica per andare a lavorare a Milano o oltre? Ce lo chiediamo anche noi, e ci chiediamo altresì quando i sindaci responsabili del Consorzio si decideranno con il buon senso che ci vuole a mettere mano al Consorzio che non può andare avanti a utilizzare soldi in questa maniera, quando poi – lamentavano tempo fa le organizzazioni sindacali di categoria – gli agenti vengono assunti con contratti precari e temporanei. Davvero c’è bisogno di rimettere i piedi per terra e tornare a pensare ad un servizio di vigilanza più vicino ai cittadini e ai singoli paesi, ai loro bisogni e ai loro problemi, lontano dalle americanate ormai finite fuori dal controllo dei comuni e dei loro consigli comunali.” (comunicato stampa “L’Alternativa - San Paolo d’Argon”, 19.04.11). Cfr. elicottero Polizia dei Colli, precedenti info: qui

“San Paolo d’Argon - elezioni comunali 2011″: qui. L’Alternativa - Notiziario 19.04.11: qui

(20.04.11) SAN PAOLO D’ARGON “L’ELICOTTERO DEI VIGILI E I PIEDI PER TERRA”. RASSEGNA STAMPA

Cfr. L’Eco di Bg 19.04.11: qui; L’Eco-video: qui; Giornale di Bg 20.04.11: qui; Bergamonews.it 19.04.11: qui. Vedi in particolare i commenti a quest’ultimo articolo.

Le nostre precedenti info local-polizia dei Colli: qui


(25.02.11) SAN PAOLO D’ARGON EBBENE SI’: I NOSTRI VIGILI AVRANNO A DISPOSIZIONE ANCHE L’ELICOTTERO!

Ora c’è anche la conferma. Secondo quanto riporta il quindicinale Araberara, l’unico giornale che si è occupato del nostro comunicato dei giorni corsi (alternainsieme.net 18.02.11: qui), l’elicottero attualmente impacchettato sotto il piano rialzato della Caserma di Albano Sant’Alessandro è effettivamente a disposizione della nostra Polizia locale, che comincerà a testarlo sui nostri cieli dal prossimo 1° marzo. “L’elicottero ha delle telecamere che possono riprendere di giorno e di notte, può fermarsi e riprendere all’alto, superare le colonne in caso di incidenti, volare sui monti e sulle valli”. Così dichiara Stefano Cattaneo, sindaco di Cenate Sopra, uno degli otto comuni che costituiscono il Consorzio della Polizia locale dei Colli (gli altri comuni sono: Albano Sant’Alessandro, San Paolo d’Argon, Torre de’ Roveri, Bagnatica, Brusaporto, Gorlago, Cenate Sotto). Nei tre mesi iniziali di noleggio si parla di una spesa di 26.000 euro; ogni ora di utilizzo costerà 600 euro per il noleggio e 400 euro per il pilota. Ha senso che un Consorzio di Polizia locale con un bacino d’utenza di circa 30.000 abitanti si doti di un elicottero, sia pure a noleggio? Che ne sarebbe dei pubblici bilanci se in tutto il Paese per ogni 30.000 abitanti ci fosse un elicottero dei vigili? Che ci stanno a fare gli elicotteri della Polizia e dei Carabinieri? Il sindaco di Cenate Sopra dice che è “utile”, ma evita accuratamente di spiegarne il perché, aggiungendo peraltro da parte sua di non ritenerlo “indispensabile”, specialmente in “questi momenti di difficoltà economica” (ma il sindaco Cattaneo è o non è membro degli organi decisionali del Consorzio che hanno fatto questa scelta?). Così oltre ai numerosi e costosi automezzi, ai cani antidroga e antissommossa, ai T-red e agli autovelox, alle tante telecamere sparse ovunque, alle celle di sicurezza (”una per gli uomini e una per le donne!”), al cosiddetto “parco per l’Educazione stradale” (costato 150.000 euro!), al prossimo allargamento della Caserma di Albano (altri 140.000 euro, malgrado entro pochi anni sia stato previsto dalla finanziaria 2010 lo scioglimento di tutti i consorzi!), ora dovremo subire e pagare anche il giocattolo costoso dell’inutile elicottero? Quanti e quali risultati producano poi tutte queste dotazioni e spese in termini di prevenzione dei reati o di sicurezza stradale è un altro paio di maniche (cfr., per esempio, l’andamento dell’incidentalità sulle nostre strade nel 2000-2007 secondo il Pgtu del Comune di San Paolo d’Argon, in alternainsieme.net 27.05.09: qui). Nella proposta di Bilancio 2011 (3.830.000 euro di entrate e 4.200.000 euro di spese: cfr. l’albo on-line della Polizia dei Colli: qui) si legge che i Comuni pagano 20 euro a residente, per un totale di 730.000 euro, mentre l’entrata più consistente del Consorzio è quella dei “proventi per servizi pubblici” (per la quasi totalità multe) che ora raggiungono i 2.300.000 euro! Ce n’è abbastanza per riflettere sui costi delle manie di grandezza e delle ossessioni “securitarie”, giunte ora fino all’assurdità dell”elicottero. Araberara 25.02.11: qui

Local-polizia, le nostre precedenti info: qui; old-site: qui. Archivio. Quando protestammo contro la costruzione della Caserma dei vigili ad Albano S. A. (marzo 2005): 1 - 2

(26.02.11) POLIZIA LOCALE DEI COLLI ANCHE I FUCILI A POMPA? Dell’elicottero si parla anche in un post di un sito specializzato su temi militari (www.militariforum.it); riferendosi al nostro Consorzio l’inserzionista, che ha tutta l’aria di essere persona ben informata, aggiunge pure che “se non erro, è l’unico in Italia ad avere una autorizzazione prefettizia al porto di un fucile a pompa a bordo delle vetture“. Vorrà Araberara approfondire anche questa dei fucili a pompa? (cfr. qui)


(18.02.11) SAN PAOLO D’ARGON CHE CI FA L’ELICOTTERO ALLA CASERMA DELLA NOSTRA LOCAL-POLIZIA DEI COLLI?

Chi imbocca l’Asse interurbano dopo la Ca’ Longa e vede dall’alto la Caserma della Polizia Locale, da diverse settimane sta notando che sotto il piano rialzato dell’edificio c’è un elicottero. Per quanto accuratamente imbragato nel telo di protezione, l’elicottero è inconfondibile. E molti si chiedono (e ci stanno chiedendo) se fra i vari mezzi, strumenti, animali (cani antidroga e antisommossa), celle di sicurezza, nonché arsenale di armi a disposizione della Polizia intercomunale guidata dal Comandante Fiocchi, vi sia ora in dotazione pure un elicottero. Eventualità, ahinoi, che lascia perplesse tante persone di buon senso. Ma - per farla breve - che cavolo ci fa l’elicottero alla Polizia dei Colli? Anche noi, come tutti i cittadini che pagano le tasse nonché le multe, attendiamo di sapere.

Local-polizia, le nostre precedenti info: qui


(27.01.11) REFERENDUM ACQUA LA CONSULTA DA’ RAGIONE AI MOVIMENTI PER “L’ACQUA BENE COMUNE”

La Corte Costituzionale nella giornata del 26 gennaio ha depositato le sentenze con cui motiva le dichiarazioni di ammissibilità dei due quesiti referendari sull’acqua depositti dal Comitato Referendario “2 Sì per l’Acqua Bene Comune”. Sentenze che rendono giustizia alle ragioni dei promotori dei referendum e che smentiscono in primis l’ex ministro Ronchi e quanti avevano sostenuto che il Decreto che porta il suo nome era un atto dovuto in attuazione di obblighi comunitari. La Corte definisce che l’abrogazione di tale provvedimento avrà come diretta conseguenza l’applicabilità immediata nell’ordinamento italiano della normativa comunitaria la quale prevede la possibilità di gestione pubblica. La Corte, con riferimento al secondo quesito ammesso, chiarisce una volta per tutte che con l’eliminazione del riferimento all’ «adeguatezza della remunerazione del capitale investito» si persegue la finalità di rendere estraneo alle logiche del profitto il governo e la gestione dell’acqua, ne consegue una normativa immediatamente applicabile. Una prima vittoria dei movimenti per l’acqua bene comune. Il Comitato sollecita il Governo all’approvazione di un immediato provvedimento di moratoria sulla privatizzazione dei servizi idrici e a fissare la data di indizione dei referendum; rinnova la richiesta di accorpamento della consultazione alle elezioni amministrative della prossima primavera, per consentire ai cittadini di esprimersi su due referendum che porteranno alla ripubblicizzazione dell’acqua. Roma 27.01.11

Tutte le nostre info “referendum acqua”: qui



VALCAVALLINA E DINTORNI DOVE SI PUO’ FIRMARE PER IL  REFERENDUM “ACQUA BENE COMUNE” (3 FIRME PER I 3 QUESITI PER L’ACQUA DI TUTTI!)

STIAMO CHIUDENDO LA CAMPAGNA: AFFRETTATEVI A FIMARE NEI COMUNI!

* Gorlago, BANCHETTO, sabato 3 luglio, dalle 9.00 alle 12.00, Mercato

* Trescore Balneario, in Municipio - Uffici demografici, da lunedì a venerdì ore 9.30 - 12.30, giovedì ore 17.00 - 18.30

* Gorlago, in Municipio - Uffici demografici, negli orari d’ufficio (nel sito istituzionale non li abbiamo trovati!)

* San Paolo d’Argon, in Municipio - Uffici demografici, da lunedì a sabato ore 8.30-12.30, lunedì e mercoledì anche 17-18

* Casazza, in Municipio - Uffici demografici, da lunedì a venerdì ore 9.00 - 12.30 e ore 17 - 18.

* Luzzana, in Municipio - Uffici demografici, da lunedì a venerdì ore 10.00 - 13.00, il martedì anche 14.30-18.30, sabato ore 8.45 - 12.30

* Cenate Sopra, Cenate Sotto ed Entratico in Municipio, orari di segreteria

* Berzo San Fermo, in Municipio - uffici demografici, da lunedì a venerdì ore 9.00 - 12.30, il martedì anche dalle 14.00 alle 19.00 e il giovedì dalle ore 16 alle ore 17
Info Referendum 2010: qui. Alcuni dei banchetti in provincia di Bergamo: qui. Info: tel. 338.9759975 (alternainsieme.net)

Il problema “veramente pesante” dei rifiuti abbandonati è stato così affrontato dalla local-polizia dei Colli. Tra i pizzicati, dichiara il Comandante, “non ci sono solamente extracomunitari”. In seguito ad una sommaria ricognizione fra i siti istituzionali dei 7 comuni del Consorzio (Albano, Brusaporto, Cenate Sopra, Cenate Sotto, Gorlago, San Paolo d’Argon, Torre de’ Roveri), abbiamo tuttavia notato che le info per il conferimento dei rifiuti o non ci sono o, sia pure in diverso grado fra un sito e l’altro, non sono facilmente reperibili o sono incomplete e poco chiare. In nessuno dei siti abbiamo trovato indicazioni in una qualche lingua straniera, nonostante gli immigrati stiano raggiungendo o superando il 10% della popolazione. L’Eco 10.08.09: qui

« Pagina precedente