* Venerdì 3 febbraio, presidio solidale ad Azzano San Paolo in Via Roma 54, dalle ore 8.30 (info: tel. 3345086230 – Davide)

Samira che vive ad Azzano San Paolo con i suoi figli di 13 e 7 anni, disoccupata, è di nuovo sotto sfratto e venerdì mattina potrebbe essere buttata in strada.
Samira è prima nella graduatoria per l’assegnazione di una casa popolare ma per questo bisogna aspettare ancora alcuni mesi. Nelle scorse settimane è stata pure inserita - dietro regolare domanda - nella graduatoria per il sostegno e l’accompagnamento nello sfratto (“contributo per la morosità incolpevole”, previsto dalla legge).

Quindi esistono tutte le condizioni, e anche gli obblighi di legge per le istituzioni preposte, perché a Samira e ai suoi figli si possa evitare lo sgombero, posticipare lo sfratto, rimborsando la proprietà,  e garantire in tempi brevi il passaggio da casa a casa. Ma quello che si prospetta per venerdì mattina, è l’esecuzione dello sfratto.
Anche questo è uno sfratto che non si può e non si deve eseguire, anche secondo la legge. Domattina per evitare il peggio è necessaria la mobilitazione per chiedere il rispetto delle leggi, contro proprietà, ufficiale giudiziario, forze dell’ordine  che vogliono sgomberare.
Facciamo appello alla solidarietà. L’appuntamento per il presidio è alle ore 8.30 di venerdì 3 febbraio ad Azzano San Paolo in via Roma 54. (02.02.17 - Unione Inquilini Bergamo – Davide Canto)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: QUI


* Giovedì 22 dicembre, presidio solidale ad Azzano San Paolo in Via Roma 54, dalla mattinata (info: tel. 3345086230 – Davide)

Molti non sanno che nei giorni che precedono le feste si infittiscono gli sgomberi tanto che per molte famiglie sono giorni di trepidazione e di ansia. Domani tocca a Samira che vive ad Azzano San Paolo con i suoi e figli di 13 e 7 anni, disoccupata. Siamo alla terza uscita dell’ufficiale giudiziario. Gli attivisti di Unione Inquilini per settimane e settimane hanno insistito ripetutamente presso i servizi sociali del comune, ma a tutt’oggi non è stato possibile concordare alcuna soluzione abitativa alternativa ragionevole. Facciamo appello alla solidarietà. L’appuntamento è domani mattina ad Azzano San Paolo in via Roma 54. Comunicheremo l’orario del presidio non appena possibile. (21.12.16 – Unione Inquilini Bergamo – Davide Canto)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


(30.05.15) AZZANO SAN PAOLO. UNA FAMIGLIA RISCHIA DI FINIRE IN STRADA DOPO CHE SINDACO SI E’ RIMANGIATO LE PROMESSE

LA MOBILITAZIONE SOLIDALE (AL FEMMINILE) BLOCCA LO SFRATTO.

La famiglia di Issa, composta da moglie e 2 figli (uno di 5 anni e l’altro di pochi mesi), rischiava di finire in strada senza alcun sostegno da parte della Amministrazione comunale.
Issa è un operaio metalmeccanico disoccupato dal 2013, non è più riuscito a pagare l’affitto e ha subito loo sfratto. Sabato era la terza volta che l’ufficiale giudiziario tentava di buttarlo fuori da casa.
L’Amministrazione comunale aveva convinto Issa ad uscire dall’alloggio, a fronte della presa in carico della moglie e figli in una struttura di accoglienza per donne sole con minori. Questa, nella maggior parte dei comuni bergamaschi, rimane l’unico progetto di “aiuto” proposto a chi subisce uno sfratto per morosità, anche se non risolve niente e costa un sacco di soldi al comune (fino a 70 euro a persona).
Sembra però che, all’ultimo momento, anche questo “striminzito” progetto sia stato scartato e, pertanto, se fosse stato eseguito lo sfratto, la famiglia sarebbe finita in strada senza alcun aiuto.
Per questo, all’arrivo dell’ufficiale giudiziario e delle forze dell’ordine, è scattata la resistenza antisfratto, nel quale si sono particolarmente distinte per determinazione le amiche di Badietou, la moglie di Issa, incuranti degli epiteti razzisti con cui il proprietario di casa nel frattempo le insultava.
La determinazione di queste donne ha fatto desistere la polizia dal suo intento. L’Ufficiale giudiziario ha dovuto rinviare lo sfratto al prossimo 12 giugno, per permettere l’affluenza di un maggior numero di poliziotti per eseguire lo sgombero dell’alloggio.
“Lunedi mattina torneremo in Comune per parlare con il sindaco”, dichiara Davide Canto, attivista dell’Unione Inquilini, che non si dà per vinto: “Sia chiaro che lasceremo eseguire lo sfratto solo se sarà offerta alla famiglia una soluzione ragionevole. Gli sfratti non sono la soluzione alla crisi economica. Chiediamo di garantire il passaggio da casa a casa”. (a cura Unione Inquilini Treviglio-Bergamo, per comunicazioni tel. 339.7728683)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


 

(28.05.10) AZZANO SAN PAOLO IL SINDACO: GENTILE E PERFINO CARINA QUANDO PARLA DEL “POLO DEL LUSSO”…

Lo si vede nel video (a fianco) di qualche tempo fa, dove viene presentato “il Polo del Lusso”, cioè il grande centro commerciale per ricchi, promosso dal Gruppo Percassi e accolto prontamente dal Comune di Azzano.

Nel frattempo però il sindaco non è in grado di trovare uno straccio di casa per una famiglia sfrattata e quando parla di queste cose cambia sensibilmente tono e… anche look. (cfr. L’Eco 27.05.10 video qui). Precedenti info: qui

Rassegna stampa. L’Eco di Bg 27.05.08: 1 - 2  - video - video; BergamoNews: 1 - 2 - 3 - 4 - 5; Il Giorno 28.05.10: qui; DNews 28.05.10: qui; Prc-Bergamo 27.05.10: 1 - 2

(30.05.10) DA ULTIMO ARRIVA UN VICE CAPO DEL PD… a mettere i puntini sulle “i” (tra il ridicolo e il vergognoso!). Bergamo News: qui


(27.05.10) AZZANO SAN PAOLO LA “RETE CONTRO LA CRISI” CON GLI INQUILINI PER PROTESTARE CONTRO UNO SFRATTO Giovedì 27 maggio, alle ore 9.30 gli attivisti dell’Unione Inquilini, Rifondazione Comunista e Brigate di Solidarietà Attiva saranno presenti presso gli alloggi di Piazza IV Novembre nr 26 ad Azzano San Paolo (Bg) per protestare contro l’esecuzione di uno sfratto per morosità ai danni di una delle tante famiglie che rischiano di perdere la casa. L’iniziativa si propone di dare seguito alle denunce e alle proposte scaturite durante la partecipata assemblea svoltasi sabato 22 maggio a Bergamo sul tema della emergenza casa, dove sono intervenuti numerosi inquilini delle case popolari e nuclei famigliari sotto sfratto esecutivo. Facebook: qui

*(27.05.10) A SEGUITO DELLA PROTESTA IL SINDACO SI SCHIODA - ALL’ULTIMO MOMENTO E A MALINCUORE. CONTRO GLI SFRATTI SI PUO’ VINCERE!  

Comunicato Prc-Bergamo: qui. Rassegna stampa (embedded). L’Eco di Bergamo 27.05.10: qui; Bergamonews 27.05.10: qui

** (27.05.10) AZZANO SAN PAOLO DOPO LA MOBILITAZIONE ANTISFRATTO, LE POLEMICHE E I RICATTI (POMERIDIANI) DELLA LEGA NORD (BergamoNews 27.05.10: 1 -2). Comunicato Prc-Bergamo: “NESSUN RAGGIRO, GLI IMPEGNI VANNO RISPETTATI”: qui

Leggi tutto…


(29.04.09) AZZANO SAN PAOLO FORMIGONI & C. FIRMANO PER IL “POLO DEL LUSSO” (DI PERCASSI)

Il presidente della Provincia Bettoni ha il buon gusto di non presentarsi, ma ci manda il suo assessore. Un altro centro commerciale (148.000 mq.). A giorni anche la conferenza di servizi per l’Outlet di Albano S.A., sempre di Percassi.
Asca 29.04.09:
qui
Altre info sul “Polo del Lusso”: qui


(11.04.09) CENTRI COMMERCIALI  AZZANO SAN PAOLO: AVANZA IL “POLO DEL LUSSO”

E l’Amministrazione provinciale di Bergamo con i comuni vicini si mette a disposizione di Percassi  per “spianare le strade” al centro commerciale che vuole attrarre la clientela di Via Montenapoleone. L’Eco di Bergamo 11.05.09: qui
Altre info sul “Polo del lusso”: qui