(04.05.12) ALZANO LOMBARDO. BANCHE E PADRONI AFFOSSANO I DIRITTI DEI LAVORATORI. MANDIAMO A CASA IL LORO GOVERNO”. INCONTRO PUBBLICO

* Auditorium Parco Montecchio, venerdì 4 maggio, ore 20.45, con Giorgio Cremaschi (presidente comitato centrale Fiom) e Giovanna Vertova (economista Università di Bergamo)

Le banche private europee in 4 mesi hanno portato a casa una plusvalenza del 13% acquistando 250 miliardi di titoli di stato grazie al maxi prestito della Banca Centrale Europea che, anziché dare i soldi direttamente agli Stati, foraggia gli istituti privati al tasso ridicolo dell’1% favorendo così la speculazione finanziaria.
Nonostante gli ultimi blitz, l’Italia è al primo posto in Europa in quanto ad evasione fiscale. Il mancato introito nelle casse dello Stato è pari a 180 miliardi di € l’anno. In Italia la disoccupazione è ormai al 9,3% e dopo la controriforma delle pensioni nel nostro Paese si andrà in pensione più tardi che nel resto d’Europa.
In Italia i salari sono la metà rispetto a quelli della Germania e sempre più bassi di quelli degli altri Stati, mentre le tariffe sono fra le più alte d’Europa.
Di fronte a tutto ciò il governo Monti non trova di meglio, nel nome dell’equità e della ripresa, che colpire ulteriormente lavoratori e precari mantenendo sostanzialmente inalterate le forme dei contratti in entrata, manomettendo l’articolo 18 per facilitare i licenziamenti in uscita e smantellando il sistema di ammortizzatori e tutele sociali, inserendo il pareggio di bilancio nella Costituzione.
La natura di classe dell’attuale governo si rivela ogni giorno con nettezza e la vicenda del “mercato del lavoro” sta lì a dimostrarlo. Il governo Monti, perseguendo un progetto chiaro di regolamento dei conti al servizio del grande capitale, delle banche e delle multinazionali, sta riportando la legislazione sociale a prima delle conquiste degli anni ‘70 allo scopo di destrutturare quel che resta della dimensione di classe acquisita in decenni di lotte.
La determinazione a smontare l’articolo 18 obbedisce a questa logica. L’obiettivo della riforma, al di là delle schermaglie su contratti di ingresso e ammortizzatori sociali (che vengono modificati al ribasso) è quello di abolire il reintegro nei licenziamenti illegittimi eliminando la principale forza deterrente che i lavoratori hanno nei confronti delle imprese.
Questo governo non solo inciderà profondamente sulla vita di lavoratori, pensionati, giovani e donne, ma rischia di modificare nel profondo lo spirito e la lettera della nostra Costituzione nata dalla Resistenza e fondata sul lavoro, dando vita, questa volta per davvero, ad una seconda Repubblica ispirata e regolamentata sul profitto, sugli interessi, magari di quelle 10 persone più ricche d’Italia che guadagnano quanto i 3 milioni dei nostri connazionali più poveri.
Cfr. http://www.collettivoalzano.blogspot.it: qui


(27.04.12) ALZANO LOMBARDO. INCONTRO CON DON GIACOMO PANIZZA

*Venerdì 27 aprile 2012 ore 20.45 - Auditorium Parco Montecchio Alzano Lombardo

“Qui ho conosciuto purgatorio, inferno e paradiso”. La storia del prete che che ha sfidato la ‘ndrangheta

Bresciano di origine, don Giacomo Panizza si trova assegnato nel quartiere più estremo di Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. Qui inizia a lavorare a contatto con persone disabili. Accetta di utilizzare a scopi sociali un palazzo requisito ai Torcasio, la famiglia malavitosa più temuta della zona. Non solo lo stabile assegnatogli dista pochi metri dalle abitazioni dei mafiosi a cui è stato sequestrato, ma ogni volta che deve accedere alla struttura deve bussare proprio a loro. Don Giacomo Panizza ha ricevuto molte minacce, la sede è stata più volte danneggiata, qualcuno addirittura è arrivato a sabotare i freni dell’auto di un disabile. Ma don Giacomo non ha mai smesso di metterci coraggio e lottare.
In questo libro, in un dialogo serrato con Goffredo Fofi, non solo emergono la fibra morale di un uomo che si è dedicato ai più deboli della società, ma anche soluzioni concrete per battere la cultura della mafia: “Bisogna che tanti facciano poco, più che pochi facciano molto. Contro le mafie non serve Rambo. Serve che tutti ci impegniamo per la libertà di tutti, e la legalità è cosa nostra, un tassello di questo impegno”. Solo così il Sud potrà sprigionare pienamente la propria bellezza. Locandina: qui

Promuovono: Acli Alzano L. - Collettivo Politico Alzano L. - Legambiente Alzano L. - Idv Alzano L. - Rifondazione Comunista/Fds Valle Seriana


(24.09.10) ALZANO LOMBARDO IL TRIBUNALE FA RIMANGIARE ALLA LEGA NORD LA VERGOGNOSA DELIBERA DISCRIMINATORIA La delibera discriminava la possibilità per i cittadini stranieri di accedere ad alcune agevolazioni per giovani coppie in cerca di una prima casa nel centro storico. Il 7 febbraio scorso numerosi cittadini avevano partecipato alla manifestazione di protesta per le vie del centro di Alzano e anche le rappresentanze sindacali presenti nel gruppo di lavoro locale avevano deciso di ricorrere legalmente contro questa decisione della Giunta comunale alzanese. Un’ordinanza del Tribunale di Bergamo ordina ora al Comune di Alzano di ritirare tutto e di pagare anche le spese legali. Secondo il Collettivo di Alzano si tratta di “un ottimo risultato che a distanza di mesi conferma la bontà delle azioni intraprese allora a difesa del diritto alla casa per tutti i cittadini, italiani e stranieri, che ne hanno bisogno, opponendosi in questo modo alla Lega affarista e xenofoba che cementifica la nostra valle a favore delle lobby del mattone, negando qualsiasi progetto di edilizia popolare e convenzionata.” Collettivo di Alzano 24.09.10: qui. Le nostre precedenti info e foto da Alzano.


(27.08.10) CHE COS’E’ LA TESSERA DEL TIFOSO

Nel video una presentazione equilibrata delle problematiche e del businness connesso alla “tessera del tifoso”, oggetto della protesta clamorosa di mercoledì 25 agosto alla Berghem Fest della Lega Nord ad Alzano Lombardo contro il ministro Maroni (cfr. qui). Si tratta del servizio a cura di Gianmarco Morosini andato in onda nel novembre scorso sulla TV di Stato di San Marino, con interviste all’Avv. Adami e ad esponenti della Curva Est di Rimini.


(25.08.10) ALZANO LOMBARDO-BERGHEMFEST TIFOSI ALLA FESTA DELLA LEGA CONTRO IL MINISTRO MARONI

Rassegna stampa. Corsera: qui; Repubblica: qui; BergamoNews: qui; Gazzetta d. Sport: qui. E poi Panorama 27.08.10 (non senza compiacimento): qui

(26.08.10) ALZANO / EZIO LOCATELLI (PRC/bg): E’ LA POLITICA DELLA SCHEDATURA DI MASSA DI MARONI CHE FOMENTA VIOLENZA. Comunicato 26.08.10: qui

Leggi tutto…


(10.02.10) ALZANO LOMBARDO DUE VIDEO DELLA MANIFESTAZIONE ANTIRAZZISTA DI DOMENICA 7 FEBBRAIO [autore è il nostro amico Mohammed Safraoui, che ringraziamo]

Le nostre foto e la rassegna stampa: qui; tutte le nostre precedenti info: qui

(07.02.10) ALZANO LOMBARDO QUESTA MATTINA UNA BELLISSIMA MANIFESTAZIONE CONTRO IL RAZZISMO E IL LEGHISMO… nel paese dove la Lega amministra, discrimina gli stranieri, promuove la speculazione edilizia, lascia soli i lavoratori - stranieri e italiani - colpiti dalla crisi. Bergamonews 07.02.10: qui; Dnews 08.02.10: qui; L’Eco di Bergamo 08.02.10: qui; L’Eco 08.02.10 (parlano anche quelli che non hanno aderito alla manifestazione…): qui; Blog del Collettivo Politico - Alzano 08.02.10 (con foto): qui

LE NOSTRE FOTO: QUI. Le precedenti info: qui


(07.02.10) ALZANO LOMBARDO PRESIDIO-MANIFESTAZIONE ”NO RAZZISMO DAY” L’appello del Coordinamento Immigrati invita alla mobilitazione per fermare l’offensiva razzista, “unica risposta alla crisi economica” giocata dalle forze di governo “sulle paure e le insicurezze generate dal peggioramento delle condizioni sociali per criminalizzare non solo i migranti ma anche il disagio e la povertà”. Ad Alzano, come in altri comuni, la Lega ha prima assunto e ora ostenta un provvedimento palesemente discriminatorio verso gli immigrati. Nello stesso tempo ad Alzano si sta procedendo allo smantellamento della storica cartiera per far posto al business edilizio liquidando oltre un centinaio di posti di lavoro. Occorre rispondere mettendo al centro la difesa degli interessi dei lavoratori, senza alcuna distinzione di provenienza nazionale o religione. L’appuntamento è domenica 7 febbraio, ore 10.15, via Mazzini (rotonda di fronte al Comune), ad Alzano Lombardo (bg)

L’appello del Coordinamento Immigrati Bergamo: qui. Cfr. anche “No razzismo day Alzano Lombardo” (facebook): qui. Le precedenti info: qui

Leggi tutto…


(07.02.10) “NO RAZZISMO DAY - ALZANO LOMBARDO” RASSEGNA STAMPA

BergamoNews 14.01.10: qui;  DNews 20.01.10: qui; BergamoBlog 03.02.10: qui;

L’Eco di Bergamo 04.02.10: qui; DNews 05.02.10: qui; Bergamonews 05.02.10: qui; Controlacrisi.org: qui

Liberazione 06.02.10: qui; Bergamonews 06.02.10: qui

Le nostre altre info: qui


* La delibera consiliare “Regolamento per l’accesso agevolato alla casa per le giovani coppie nei centri storici di Alzano Lombardo”, Alzano Lombardo 03.12.09: qui [La delibera prevede aiuti alle famiglie o ai singoli che vogliono acquistare la prima casa nel centro storico di Alzano. Ne sono però esclusi gli stranieri (e anche le coppie di fatto!). Peccato che nel centro storico di Alzano, fatiscente e degradato, il 70% dei residenti siano immigrati in affitto di proprietari italiani con villetta sullla collina - di Alzano, naturalmente].
* “Parcheggi gratis per le famiglie, esclusi stranieri e coppie di fatto“, Repubblica 20.12.09: quiTgCom 21.12.09: qui
*”Prevenire è meglio che curare”, la rivendicazione della Lega Nord, BergamoNews 14.01.10: qui

Domenica 7 febbraio, presidio-manifestazione ad Alzano Lombardo (bg) contro la Lega, per l’unità dei lavoratori!


Pagina successiva »