Tanta acqua e tanta tanta polizia, ma tutti quelli che si erano impegnati c’erano ieri alla Persico di Nembro dove era atteso Matteo Renzi. C’erano i lavoratori della Same di Treviglio (che avevano lanciato per primi la mobilitazione per protestare contro Renzi), la Fiom di Bergamo, Unione Inquilini, il Comitato di lotta per la casa, i sindacati di base Usb e Cub, i metalmeccanici della Somaschini di Trescore Balneario e di altre fabbriche, lo SlaiCobas con i lavoratori di Natura.com (fabbrica che intende chiudere e lasciare a casa tutti), Rifondazione Comunista (l’unica forza politica tra i promotori della contestazione) e altri ancora. Non c’era il segretario provinciale della Cgil perché ha scelto di andare dalla Confindustria ad ascoltare Renzi. Abbiamo visto sfilare tra i due nostri presidi - uno da una parte e uno dall’altra della rotonda che portava al luogo del convegno confindustriale - padroni, “politici”, yesmen. Una bella soddisfazione vedere tutti gli uomini del noiosissimo establishment bergamasco (c’erano praticamente tutti!) passare a testa china, costretti tra due file di persone che gliela cantavano. Passati anche diversi ragazzini delle scuole superiori, ma non abbiamo capito bene sulla base di quale progetto educativo sono stati accompagnati dalle rispettive scuole al Convegno della Confindustria. E poi, in ritardo, è arrivata pure la macchina di Renzi, come un fulmine, quando purtroppo la verdura marcia si era esaurita per via dei precedenti lanci, o forse perché i pestiferi lanciatori erano un poco distratti. Abbiamo poi saputo che Renzi era attesissimo dai padroni perché avrebbe annunciato nuovi regali fiscali nei loro confronti. La contestazione a Nembro è stata forte, unitaria, determinata. La Bergamo lavoratrice e quella della sofferenza sociale non ne possono più di questo governo autoritario, contemporaneamente populista e antipopolare, schierato dalla parte dei padroni e dei ricchi, intenzionato ancor più dei precedenti a liquidare decenni di conquiste sociali col protesto delle assurde indicazioni di politica economica che giungono dai vertici dell’Unione Europea. C’è da sperare fondatamente che - dopo l’esperienza di ieri - le forze dell’opposizione di classe possano diventare punto di riferimento non più minoritario per tutti i lavoratori, in vista delle prossime mobilitazioni per fermare e ribaltare le politiche che stanno portando al disastro materiale e morale il nostro Paese.

Le altre foto di ieri: qui


(22.02.11) TRESCORE BALNEARIO. SOMASCHINI, VALANGA DI VOTI PER LA FIOM-CGIL CHE OTTIENE IL 97,5%. E PRIMA DEL VOTO, LE PRIMARIE

È stata una “valanga” di preferenze quella incassata dalla lista della Fiom-Cgil alla Somaschini Spa, la storica azienda produttrice di ingranaggi per auto, moto e mezzi pesanti che si trova a Trescore. Nel voto di oggi per il rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie (Rsu) le tute blu Cgil hanno raggiunto quota 97,5% (nella tornata precedente del 2005 la percentuale era dell’82%). Gli aventi diritto a votare oggi erano 162, i votanti sono stati 123, i voti validi 121, le schede nulle 2. 118 voti sono andati alla Fiom, 3 voti alla lista Fim. Risultano, così, eletti Paolo Asperti, Giuseppe Bertocchi e Lucio Carminati, tutti e tre candidati Cgil. “È un risultato che premia il lavoro svolto negli anni dalla Rsu e dalla Fiom” ha detto dopo lo scrutinio di oggi pomeriggio Margherita Dozzi della segreteria provinciale Fiom-Cgil. “In quest’azienda la partecipazione all’attività sindacale è altissima, basti sapere che, prima di questo voto, abbiamo dovuto procedere ad organizzare un turno di primarie dal momento che avevamo troppi lavoratori che volevano candidarsi. Alla Somaschini, nei mesi scorsi, siamo riusciti a sottoscrivere uno dei pochi contratti di solidarietà a livello provinciale. Ora la produzione è ripresa a pieno regime, dimostrando che si può superare un momento difficile con questo strumento di ammortizzazione sociale oggi ancora poco diffuso”. Nel giugno 2005, in occasione dell’ultimo rinnovo, la preferenza data dai lavoratori alla Fiom-Cgil aveva raggiunto l’82% rispetto al 76% dell’elezione precedente. Ecco il dettaglio del voto nel 2005: aventi diritto 156; votanti 108 (70%); voti validi 105; voti lista Fiom-Cgil 86 (82%); voti lista Fim-Cisl 19 (18%). Risultavano eletti nella precedente Rsu per la Fiom-Cgil Alessio Trapletti e Paolo Asperti. (da fiom.bergamo.it 22.02.11: qui). Precedenti info: qui


(02.04.10) TRESCORE BALNEARIO CONTRATTI DI SOLIDARIETA’ ALLA SOMASCHINI “Al termine di un anno di cassa integrazione ordinaria (finita il 26 marzo), si prospettava l’avvio della cassa straordinaria: invece la Somaschini spa di Trescore, azienda metalmeccanica che produce ingranaggi meccanici soprattutto per il settore automotive, ha scelto la via del Contratto di Solidarietà.” Bergamonews 02.04.10: qui. Cfr. anche L’Eco di Bg 02.04.10: qui

Leggi tutto…


(22.01.10) BERGAMO TRATTATIVA E PRESIDIO LAVORATRICI-LAVORATORI TRIUMPH ALL’UNIONE INDUSTRIALI Due ore di presidio in via Camozzi: c’erano quelle/i della Triumph, ma anche rappresentanze della Frattini di Seriate, della Donora di Cortenuova, della Fiom e della Somaschini di Trescore. Alle 11.30 la delegazione dei lavoratori ha comunicato che la direzione Triumph ha confermato le proprie posizioni, cioè 56 esuberi e chiusura del magazzino di Trescore. Poi l’incontro con la controparte doveva riprendere.
LE NOSTRE FOTO DEL PRESIDIO: qui. L’Eco di Bg 22.01.10: quiLe nostre precedenti info: qui

(05.03.09) TRESCORE BALNEARIO CRISI. SI PROSPETTA CASSA INTEGRAZIONE ALLA SOMASCHINI (MECCANICI)
Pur minimizzata in modo particolarmente ostinato anche dalle nostre parti (a che pro?), tuttavia l
a crisi morde e si fa sentire pure nella bassa Valcavallina, dove - prima ancora della crisi - si erano già persi posti di lavoro come  alla Bonduelle (S. Paolo d’Argon) e alla Toora (S. Paolo d’A., Costa M. e Carobbio). La Fim-Cisl prevede a breve cassa integrazione alla Somaschini di Trescore, una volta smaltite le ferie ancora arretrate. Giornale di Bergamo 05.03.09: qui


Venerdì 12 dicembre 2008: SCIOPERO GENERALE

Manifestazione a Bergamo con concentramenti alle ore 9 al Piazzale dello Stadio e sempre alle ore 9 al Piazzale dell’Auchan di via Carducci, da dove i due cortei confluiranno per il comizio in Piazza Stazione FS (cfr. volantino Cgil-Bergamo: qui), Con partenza dalle ore 8 sono previsti pullman per Bergamo dai seguenti paesi: Clusone, Gandino, San Giovanni Bianco, Trescore Balneario, Grumello del Monte, Romano di Lombardia, Treviglio, Fara Gera d’Adda, Calusco d’Adda (altre info Cgil: qui). Gli studenti si troveranno dalle ore 9.30 al Piazzale della Stazione Fs. da dove è prevista la partenza del terzo corteo (altre info mvstudbg: qui).  Materiali. Comunicato Cub, Cobas e Sdl: qui. Volantino Fiom: qui. Volantino Prc: qui. Studenti universitari e medi con Fiom (Bergamo): qui. Volantino degli studenti: qui. TRESCORE BALNEARIO-PULLMAN. Il pullman della Cgil per la manifestazione di Bergamo parte dalle ore 8 da Trescore-Somaschini (vicino stazione Sab di via Nazionale) e farà sosta alle 8.15 agli istituti Federici-Lotto. E’ previsto anche il servizio al ritorno.