Dic 30 2009

(29.12.09) San Paolo d’Argon. Il nuovo municipio

Tag:Tag , site @ 11:22

(29.12.09) SAN PAOLO D’ARGON NUOVO MUNICIPIO: LO FARA’ NON IL COMUNE, MA L’IMMOBILIARE EMERGENTE Sarà nell’edificio storico dell’ex-filatoio, come aveva stabilito anni fa il Piano regolatore, ma in dieci anni - tra fare e disfare - l’amministrazione comunale non ha combinato un bel nulla. Ora sembra voglia partire di gran carriera, con un patto di ferro con l’emergente Agribellina Srl, cioè il capitale immobiliare derivato da quello produttivo della ex-Ortobel (ora Bonduelle). Il consiglio comunale aveva già approvato i primi atti a fine novembre e poi il 14 dicembre scorso, con blandi distinguo delle minoranze della Lega e della lista Pdl “Vivi San Paolo”, ma solo oggi ne parla la stampa. Il 22 gennaio è la data dell’assemblea promossa da L’Alternativa, dove invitiamo la cittadinanza a discutere del Piano di Governo del Territorio (Pgt) e naturalmente anche di questa operazione, che vi è compresa. L’Eco di Bg (web) 29.12.09: qui. Alternainsieme.net (nota 29.12.09): qui. Pgt-San Paolo d’Argon tutte le info precedenti: qui

Nota

“L’Eco di Bergamo” di oggi presenta l’”operazione” escogitata dall’Amministrazione Comunale per realizzare il nuovo Municipio. Dopo aver destinato nel Piano Regolatore (già oltre 10 anni fa) a Centro Civico l’edificio storico dell’ex-filatoio (fine Ottocento), l’operazione era si arenata in un lungo contenzioso amministrativo-economico con la proprietà. Di fatto, per ragioni mai chiarite, il Comune nel corso del decennio non è riuscito ad acquisire lo stabile!
Ora sarà possibile acquisire l’ex-filatoio non dalla vecchia proprietà, ma attraverso l’Agribellina Srl, l’immobiliare che evidentemente è entrata nella disponibilità in tempi alquanto recenti dello storico edificio, pur gravato da destinazione pubblica.
Avendone in cambio l’ex-filatoio, il comune cederà all’Agribellina Srl una sua proprietà (l’area a verde pubblico in via Colleoni, che viene resa edificabile e privata) per un’operazione di edilizia residenziale; consente poi ad Agribellina srl di realizzare una nuova area produttiva in Via San Lorenzo; Agribellina Srl infine metterà a disposizione del Comune due aree agricole per il parco lungo la Seniga e verserà al comune 1.800.000 euro per la costruzione del nuovo municipio.
Da una parte viene sacrificata un’area a verde pubblico in pieno centro abitato, dall’altra viene dato corso a nuovi capannoni in via San Lorenzo (12.000 mq. di superficie coperta), anche se in assenza dei relativi progetti industriali.
Discutibilissimo poi il fatto che la realizzazione del municipio, cioè il principale punto di riferimento per tutta la cittadinanza, venga così strettamente legato ad una immobiliare!
Significativo che il gruppo consiliare di “Vivi San Paolo” non abbia votato contro, ma si sia astenuto (non è da loro mettersi contro chi ha i capitali!); solo il consigliere della Lega ha votato contrario, certamente in ossequio al ferreo principio in base al quale, quando la Lega è minoranza (come a San Paolo d’Argon), si schiera per l’ambiente, ma quando è in maggioranza non si lascia scappare nessuna operazione di distruzione del territorio.

S. Paolo d’A., 29.12.09

Lascia una risposta