Dic 17 2009

(17.12.09) S. Paolo d’Argon. Anche Bonduelle conferma che ricostruisce e raddoppia il capannone bruciato

Tag:Tag , , site @ 21:17

(12.12.09) SAN PAOLO D’ARGON ANCHE BONDUELLE SI TOGLIE IL BAVAGLIO E CON UNA VELINA ANNUNCIA CHE RICOSTRUISCE E RADDOPPIA LO STABILIMENTO BRUCIATO Lo comunica in pompa magna in tutta Europa e i giornali ne diffondono la medesima velina nella varie lingue. 20 milioni per rifare il capannone (sarà grande il doppio di quello distrutto dall’incendio del 2008) secondo quanto avevamo anche noi comunicato nei giorni scorsi, quando l’avevamo saputo  a seguito dell’approvazione di una modifica al piano urbanistico da parte del Consiglio comunale. Vi verranno accorpate le attività che si svolgono attualmente a Lallio e a Costa di Mezzate. Nel nuovo stabilimento lavoreranno 200 persone (nel 2004, quando si era dichiarata intenzionata a venire a San Paolo d’Argon dopo aver acquisito l’Ortobel, Bonduelle ne aveva ipotizzati il doppio insieme a Costa di Mezzate). L’anno scorso la Bonduelle aveva preso a pretesto l’incendio del 28 febbraio e investito qualche milione… per mettere in mobilità “volontaria” 40 lavoratori non graditi (dopo aver lasciato loro l’alternativa di essere trasferiti nello stabilimento Bonduelle di Battipaglia-Salerno!). Da quel che ci risulta, liquidate le maestranze più sindacalizzate e combattive, Bonduelle ora sta già procedendo a Lallio allo smantellamento delle conquiste nella contrattazione aziendale conseguite a San Paolo d’Argon negli anni scorsi, per uniformarle evidentemente a quelle di Costa di Mezzate che sono molto meno favorevoli per i lavoratori. In seguito al modo vergognoso con cui Bonduelle si era comportata contro i lavoratori in lotta, noi di Bonduelle non compriamo più niente. Agi 17.12.09: qui. Le nostre precedenti info: qui

ALIMENTARE: NUOVO STABILIMENTO BONDUELLE A S. PAOLO D’ARGON

(AGI) - Roma, 17 dic - Il Gruppo Bonduelle annuncia la costruzione di un nuovo stabilimento di produzione di prodotti di IV gamma (insalate in busta gia’ pronte per l’uso) a San Paolo D’Argon, nella provincia di Bergamo. Con una capacita’ produttiva pari a 20.000 tonnellate e un impiego effettivo di 200 persone circa, sara’ un sito ultramoderno e costruito nelle immediate vicinanze della sede di Bonduelle Italia, esattamente dove era ubicato lo stabilimento precedente, completamente distrutto da un incendio nel febbraio del 2008.
Nel 2008, Bonduelle possedeva in Italia tre stabilimenti produttivi: a San Paolo d’Argon e a Costa di Mezzate - entrambi nella provincia di Bergamo - e a Battipaglia, nel salernitano.
Il 28 febbraio 2008 lo stabilimento di San Paolo d’Argon e’ stato totalmente distrutto da un incendio, senza causare - fortunatamente - alcuna vittima. Grazie alla reattivita’ delle equipe di Bonduelle Italia, si e’ limitato in gran parte l’impatto sulle spedizioni attraverso la rilocalizzazione della produzione nello stabilimento di Costa di Mezzate e nel nuovo complesso realizzato in pochi mesi nel comune di Lallio, localita’ periferica distante 15 km da Bergamo. Oggi, dopo un esercizio 2008-2009 segnato da un rallentamento dei consumi, il mercato italiano delle insalate ritrova il suo dinamismo, richiedendo cosi’ a Bonduelle, largamente leader del settore con una quota di mercato del 40%, una riconfigurazione della propria attivita’ di produzione. Nella primavera del 2011 i siti produttivi di Costa di Mezzate e di Lallio saranno chiusi e la loro produzione verra’ avviata nel nuovo sito produttivo di San Paolo d’Argon, con conseguente e totale reintegrazione del personale. Con il nuovo stabilimento, che rappresenta un investimento nell’ordine di 20 milioni di euro, e con quello situato a Battipaglia, nel sud della penisola, il Gruppo Bonduelle disporra’ in Italia di un’attivita’ produttiva estremamente performante che permettera’ di offrire ai clienti della grande distribuzione organizzata (GDO) e della ristorazione (Ho.Re.Ca.), di prodotti e servizi altamente competitivi e di ottima qualita’.(AGI)

Lascia una risposta