Dic 12 2009

(12.12.09) San Paolo d’Argon. Il Corriere sulla chimica ErreGiErre

Tag:Tag , site @ 12:48

(12.12.09) SAN PAOLO D’ARGON-SPOT ERREGIERRE: “BATTIAMO LA CRISI CON GLI ANTIDEPRESSIVI” Così titola “Il Corriere della Sera”  a proposito della nostra industria chimica, che produce appunto - fra le altre cose - componenti farmaceutici per gli antidepressivi, il cui consumo - con la complicità della crisi economica - sembra sia in forte ascesa. Comunque, secondo l’articolo, alla ErreGiErre va proprio tutto bene, sia nell’insediamento di San Paolo d’Argon (dove recentemente si è ampliata a sud e il Pgt appena adottato ne prevede una nuova espansione) sia in quello di Sovere, piazzato in mezzo alle montagne. E tutti sono contenti, padroni e dipendenti (“Finora non ci sono arrivate segnalazioni di malumore” - dice la Filcem/Cgil - “Anche perché i lavoratori si guardano intorno. E capiscono che - di questi tempi - non ci si può lamentare per straordinari o troppo lavoro. Qualche interinale, è vero, ma poi si tende a stabilizzarli”). “Corriere della Sera” 12.12.09: qui

BERGAMO IN 3 ANNI IL CAPITALE DELL’ AZIENDA SI È RADDOPPIATO

«Battiamo la crisi con gli antidepressivi»

Aumenta la richiesta: si lavora anche al sabato

BERGAMO - Disoccupazione, si sa, fa rima con depressione. Perché perdere il lavoro e vivere tra precarietà e incertezza aumenta l’ ansia. Lo ha dimostrato anche uno studio pubblicato qualche settimana fa sull’ American Journal of Public Health («Quanto più tempo si trascorre fuori dal mercato del lavoro, tanto maggiore è la probabilità di sviluppare sintomi depressivi»). Così cresce la richiesta di medicinali. È la doppia faccia della crisi che non colpisce (o colpisce meno) chi produce farmaci. Come la bergamasca Erregierre, in controtendenza rispetto a molte altre aziende. Il lavoro non manca. E i dipendenti fanno gli straordinari. Fondata nel 1974, la Erregierre è un’ azienda chimica che produce principi attivi utilizzati dalle case farmaceutiche per fare medicinali. Antidepressivi, ma non solo. Anche antinfiammatori, cardiovascolari, gastrointestinali e altri. Di proprietà della famiglia Gargani, l’ azienda è presieduta da Pietro Gargani. Che la conduce insieme alle due figlie, Alessandra e Federica. Il quartier generale e lo stabilimento più grande è a San Paolo d’ Argon (una quindicina di chilometri dal centro di Bergamo). Quello più piccolo, a Sovere, poco distante. In totale, lavorano oggi 230 dipendenti. L’ azienda - che fa anche ricerca e sviluppo - realizza la maggior parte del suo fatturato (65%) in Nord America. In Europa, il 25% (di cui il 5% circa in Italia). Il resto, in Giappone e nelle altre parti del mondo. Premiata nel 2003 da Mediobanca come media azienda italiana più dinamica, è tuttora in crescita. Dopo il fatturato record del 2004 (oltre 100 milioni di euro), l’ azienda ha avuto una piccola battuta d’ arresto nel 2005. Ma poi ha ripreso a crescere. E nel 2006 il capitale sociale è passato da 10 a 20 milioni di euro. «Negli anni non abbiamo mai smesso di investire e di credere nella capacità dell’ azienda di modellarsi alle esigenze del mercato», ha detto il presidente Pietro Gargani. «E anche in questi tempi di crisi profonda abbiamo non solo mantenuto, ma anzi incrementato l’ organico dell’ azienda a tutti i livelli». «La Erregierre è una mosca bianca», ha confermato Luca Cappanera della Filcem (Federazione italiana lavoratori chimici e affini) di Bergamo. «Ha margini alti e il fatturato in crescita anche quest’ anno. Ciò rispecchia la tendenza delle aziende chimiche che soffrono un po’ meno la crisi rispetto alle altre. Certo, per i dipendenti aumentano le ore di lavoro. Ma finora non ci sono arrivate segnalazioni di malumori. Anche perché i lavoratori si guardano intorno. E capiscono che - di questi tempi - non ci si può lamentare per straordinari o troppo lavoro. Poi l’ azienda li ricompensa e se lavorano di più hanno anche la possibilità di guadagnare di più. Un aspetto di sicuro positivo è che la Erregierre continua ad assumere: c’ è qualche interinale, è vero, ma poi si tende a stabilizzarli». L’ exploit di questa azienda è stato nel 2004 con la vendita, soprattutto negli Stati Uniti, di un principio attivo antidepressivo di grande diffusione. «Questo ha avviato il cammino di Erregierre - ha ricordato il presidente Gargani -. Ma poi non abbiamo mai smesso di guardare oltre. Ridisegnando la nostra posizione non soltanto nell’ ambito dei generici, dove c’ è una concorrenza molto aggressiva di prodotti indiani e cinesi, ma rivolgendoci anche a settori di nicchia e a produzioni in esclusiva. Di antidepressivi, antiallergici, cardiovascolari, antifungini, antiepilettici e altri. Negli ultimi mesi, poi, è cresciuta la domanda di antivirali». Come dire, pure l’ influenza e non soltanto la crisi economica ha dato una mano all’ azienda. RIPRODUZIONE RISERVATA Chimica La ditta Farmaceutici La Erregierre, azienda leader nella produzione di principi attivi per le case farmaceutiche, ha due stabilimenti in provincia di Bergamo: uno a San Paolo d’ Argon e uno a Sovere. Occupa duecentotrenta dipendenti Esportazione L’ azienda bergamasca esporta soprattutto negli Stati Uniti d’ America (65 per cento della produzione), in Europa (25 per cento) e in Giappone (10 per cento) Ricerca Il profilo aziendale si caratterizza in particolare per la dinamicità sui mercati internazionali, l’ innovazione e la ricerca. Nel 2003 la Erregierre è stata premiata da Mediobanca come media azienda più dinamica. Oggi fattura 20 milioni e 100 mila euro

Seminati Silvia

Pagina 13
(12 dicembre 2009) - Corriere della Sera

Una risposta a “(12.12.09) San Paolo d’Argon. Il Corriere sulla chimica ErreGiErre”

  1. Alternainsieme.net » (31.08.10) San Paolo d’Argon. Primo trofeo di calcio ErreGiErre ha scritto:

    [...] la crisi con gli antidepressivi”, titolava qualche mese fa il Corriere della Sera (qui), riferendosi alle produzioni della ErreGiErre, fra le quali ci sono le componenti farmaceutiche di [...]

Lascia una risposta