Ago 31 2009

(31.08.09) L’Outlet e l’accesso agli atti

(31.08.09) OUTLET CA’ LONGA NEGLI AFFARI DI PERCASSI NON SI PUO’ METTERE IL NASO? Per sapere qualcosa dell’iter autorizzativo per la riapertura e l’ampliamento del centro commerciale (detto “Outlet”) della Ca’ Longa, dal nostro comune (San Paolo d’Argon) eravamo stati indirizzati al Consorzio Intercomunale di Polizia Locale, cui è stata delegata anche la materia del commercio. Presentata il 31 luglio la nostra istanza di accesso agli atti, tramite raccomandata ci è stato risposto giusto oggi che è stata respinta. Il riserbo sulla questione “Outlet” non è una novità. Dopo che la struttura commerciale aveva chiuso i battenti alla fine del 2008 (alternainsieme.net 09.03.09: qui), avevamo saputo solo in modo fortunoso, nel marzo scorso, che il gruppo Percassi aveva già da tempo avviato le pratiche per riaprirlo, ampliarlo (praticamente un raddoppio) ed estenderlo ad altre categorie merceologiche. Avevamo altresì saputo - sempre abbastanza causalmente - che già dal dicembre 2008 la Giunta di Albano Sant’Alessandro aveva approvato il piano urbanistico e che dalla fine marzo 2009 si sarebbe dato corso alla Conferenza di Servizi per le ulteriori autorizzazioni. Il nostro comunicato (alternainsieme.net 19.03.09: qui) fu ripreso dalla stampa, ma poi c’è stato il vuoto di informazione che perdura. L’operazione relativa all’Outlet - come ciascuno può ben capire - presenta notevoli ricadute sul piano paesaggistico e ambientale e suscita più di una preoccupazione per il traffico e il sistema della distribuzione commerciale nella Valcavallina e nella Valcalepio. Andremo certo a verificare la legittimità del diniego che ci è stato posto nell’accesso agli atti, ma confidiamo anche nel fatto che - pur in questi tempi duri - continuano ad essere ancora tantissime le pentole rimaste senza coperchi. Racc. ar Corpo Polizia Intercomunale dei Colli 29.08.09: qui.

Lascia una risposta