Set 24 2017

(24.09.17)Bergamo. Sfratti. Madre e due figli minori buttati fuori casa in modo disumano.

Tag:Tag , admin @ 16:01

(24.09.17)Bergamo. Sfratti. Madre e due figli minori buttati fuori casa in modo disumano. Unione Inquilini chiede incontro con il Prefetto

E’ successo lunedì scorso nel quartiere Colognola (Piazzale della Scienza). La famiglia non era a conoscenza del preavviso di sgombero, mentre il padre, disoccupato, si trovava all’estero in cerca di occupazione.
L’ufficiale giudiziario e le forze dell’ordine, fatte intervenire per eseguire lo sgombero, non hanno consentito alcuna proroga, malgrado la disponibilità della proprietà a concedere 15 giorni, e hanno fatto uscire dall’appartamento la madre e i due figli minori, di cui uno da poco operato e ingessato ad entrambe le gambe, senza nemmeno consentire di recuperare i materiali della scuola. (Si rimanda alla lettera del padre riportata da Bergamonews.it del 24.09.17)
E’ stata un’operazione di sgombero insensata e disumana, secondo modalità spicce e brutali che almeno nella città di Bergamo – grazie anche alla vigilanza di un significativo movimento per il diritto alla casa – non si verificavano da diverso tempo.
Unione Inquilini, informata dalla famiglia stessa a sgombero avvenuto, si è attivata presso i Servizi sociali del Comune di Bergamo che si sono impegnati a trovare un alloggio di emergenza.
“Siamo stupiti e sconcertati dal fatto che sia stato manifestamente disatteso quanto recentemente richiamato anche dal Ministero delI’interno per evitare di dare corso a sgomberi in assenza di soluzioni abitative alternative” - ha dichiarato Davide Canto, l’attivista dell’Unione Inquilini di Bergamo che sta seguendo il caso.
Per avere chiarimenti e per ribadire che situazioni di questo tipo, traumatiche in modo particolare per i minori coinvolti, non abbiano più a ripetersi, l’Unione Inquilini chiederà un incontro con il Prefetto di Bergamo. (Bergamo, 24.09.17, Fabio Cochis, segretario provinciale Unione Inquilini)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta