Lug 25 2017

(24.07.17) Bergamo. In piazza contro il nuovo regolamento delle case popolari che penalizza i poveri

Tag:Tag admin @ 7:55

(24.07.17) BERGAMO. IN TANTI AL PRESIDIO CONTRO IL NUOVO REGOLAMENTO PER LE CASE POPOLARI CHE PENALIZZA I POVERI

Unione Inquilini solidarizza con il Comitato degli abitanti di Via Pignolo mobilitati contro la svendita del “Principe di Napoli”

Oltre 150 inquilini sono intervenuti nel pomeriggio di oggi al presidio-manifestazione indetto dell’Unione Inquilini davanti al Comune di Bergamo in contemporanea con la seduta del Consiglio comunale cittadino.
Questo per sollecitare l’Amministrazione comunale ad intervenire contro il regolamento per gli accessi alle case popolari, attuativo della legge 16/2016, adottato dalla Giunta regionale lo scorso 21 giugno.
“Se passa questo regolamento – a ricordato al microfono Fabio Cochis, segretario dell’Unione Inquilini di Bergamo – i Comuni non avranno più strumenti per intervenire sull’emergenze abitative più drammatiche . Infatti verrà eliminata la possibilità di assegnare alloggi in deroga alle persone che rimangono senza casa per sfratto ad altro. Per questo chiediamo che anche il Comune di Bergamo si attivi contro la Giunta regionale”.
Come abbiamo denunciato, l’intenzione della Giunta regionale è quella di cambiare drasticamente le procedure vigenti per l’accesso agli alloggi con un sistema di graduatorie plurime e temporanee che limitano drasticamente la casa popolare proprio alle categorie sociali più povere. Non saranno più la condizione abitativa o lo sfratto a dare maggiore punteggio bensì gli anni di residenza in Lombardia
che si sommano agli anni di residenza nel comune! Invece degli investimenti nell’edilizia pubblica per affrontare correttamente dopo anni di latitanza i drammi dell’emergenza abitativa, anche in Lombardia come in altre regioni ci troviamo di fronte ad iniziative legislative e regolamenti che l’emergenza andranno semplicemente ad aggravarla.
Ma anche la Giunta Comunale di Bergamo purtroppo lascia molto a desiderare in tema di politiche abitative sociali. Proprio in questi giorni ha infatti deliberato di alienare a privati lo storico edificio già sede dell’Asilo “Principe di Napoli” di Via Pignolo, comprensivo di almeno una decina di alloggi pubblici da tempo abbandonati.
“Questa scelta della Amministrazione comunale – hanno ricordato Ornella Giudici del comitato del quartiere, che si è mobilitato per fermare la svendita, e Francesco Macario, segretario provinciale del Prc – è illegittima perché contravviene ad un preciso lascito che sancisce il carattere pubblico e sociale del Principe di Napoli. Ed è veramente scandaloso che, mentre in questa città ci sono tante persone e famiglie costrette a dormire in stazione, il Comune decida di alienare alloggi pubblici”.
Nella mattinata di martedì 25 luglio l’Unione Inquilini di Bergamo incontrerà l’assessore alla casa del Comune di Bergamo a cui saranno illustrate proposte e richieste degli inquilini, delle persone senza casa o in nella graduatoria nell’attesa di un alloggio popolare.
Un grazie di cuore a tutti coloro che oggi hanno partecipato alla mobilitazione. Ci rivedremo dopo le ferie per continuare e rafforzare la lotta per il diritto alla casa. (24.07.17, Unione Inquilini Bergamo)

Le altre foto: QUI
Diritto alla casa, le nostre precedenti info: QUI

Lascia una risposta