Lug 06 2016

(08.07.16) Seriate. Un’altra famiglia rischia di finire in strada. Mobilitazione antisfratto

Tag:Tag , admin @ 16:18

(08.07.2016) SERIATE. UN’ALTRA FAMIGLIA RISCHIA DI FINIRE IN STRADA MA IL COMUNE CONTINUA A DISINTERESSARSI DELLE FAMIGLIE POVERE: CASE POPOLARI VUOTE E POCHE RISORSE STANZIATE

* Presidio anti-sfratto: venerdi 8 luglio, ore 8.30, via Galileo Galilei n°17 a Seriate

Venerdì 8 luglio Najia, il marito disoccupato, i suoi 2 figli minorenni e la madre ultrasessantacinquenne rischiano di finire in strada senza alcuna alternativa abitativa. La donna, anche se invalida, svolge un lavoro part-time e precario che non le ha permesso in questi mesi di pagare l’affitto. Per questo il proprietario di casa le ha inviato il procedimento di sfratto. Lo sfratto è già stato rinviato diverse volte grazie ad una mobilitazione solidale. Questa volta però l’ufficiale giudiziario è intenzionato a sgomberare l’alloggio con l’utilizzo della polizia.

Tutto questo avviene mentre l’Amministrazione comunale di Seriate ha espresso in questi anni disinteresse verso i problemi delle famiglie impoverite dalla crisi economica. Problemi di chi ha perso la casa o la sta perdendo perché non riesce più a pagare l’affitto o il mutuo. Il Comune dovrebbe avviare una politica di sviluppo dell’edilizia pubblica ad affitto sociale, che però viene completamente ignorata. Questo nonostante per anni non abbia fatto altro che sostenere gli affari e le speculazioni immobiliari.

Il bando comunale per l’assegnazione di case popolari ha reso disponibili soltanto 12 (dodici) alloggi in due anni (2014 e 2015) a fronte di un numero di famiglie con il diritto alla assegnazione che supera le cento unità (141). L’amministrazione comunale accoglie soltanto il 8% di tutte le domande. Le altre famiglie, italiane e immigrate, rimangono anni e anni in disperata attesa oppure rischiano di essere sfrattate e finire in strada (come rischia di accadere per Najiat e i suoi figli).

“Chiediamo che l’Amministrazione stabilisca la sospensione delle esecuzioni degli sfratti in modo che nessuno rimanga sulla strada e sia quindi assicurato un passaggio da casa a casa per chi ha in corso uno sfratto”. Davide Canto, attivista del Unione Inquilini, dichiara: “Chiediamo che il sindaco predisponga politiche per aumentare gli alloggi pubblici a canone sociale, tramite la ristrutturazione del patrimonio esistente”.

Unione Inquilini organizza un presidio solidale venerdi 8 luglio, ore 8.30, via Galileo Galilei n°17 a Seriate.

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta