Nov 22 2015

(22.11.15) Endine (bg). Foto dal presidio di stamattina per difendere 6 bambini dallo sfratto

Sei bambini, i loro genitori e la loro nonna potranno essere sgomberati da un giorno all’altro dalla loro abitazione ad Endine. Da parte delle autorità preposte sembra ormai diventata prassi non più occasionale quella di rimandare l’esecuzione degli sfratti, senza stabilire la data, per potere così effettuare sgomberi a sorpresa per aggirare la protestata solidale e antisfratto e buttare la gente in strada senza tanti preamboli. Tutto ciò è inaccettabile e vergognoso. A questo punto si è arrivati anche perché l’Amministrazione comunale ha negato la disponibilità per operare al fine di ricercare una sistemazione abitativa alternativa per la famiglia sfrattata. Dopo le mobilitazioni di ottobre e di giovedì scorso (cfr. qui), molto partecipato è stato anche il presidio di questa mattina a Endine, all’incrocio dove si trova il monumento ai Caduti endinesi del 1945. Martedì 24 novembre incontreremo di nuovo il sindaco di Endine Gaiano.

Le altre foto di stamattina: qui

Lascia una risposta