Ott 29 2015

(29.10.15) Martinengo (bg). Rimandato al 14 gennaio lo sfratto di Jamila

Tag:Tag , admin @ 17:56

(29.10.15) MARTINENGO. RIMANDATO AL 14 GENNAIO LO SFRATTO DI JAMILA

* L’Unione Inquilini denuncia lo scandalo degli alloggi pubblici lasciati vuoti o messi in vendita.

Ancora una volta, la terza, Jamila con la madre e i suoi tre bambini, di cui il più grande (5 anni) è affetto da “autismo infantile severo” e riconosciuto invalido al 100%, quest’oggi hanno subito nella loro abitazione di via San Zeno 4 a Martinengo la visita dell’ufficiale giudiziario e del proprietario dell’abitazione per l’esecuzione dello sfratto.
Presente dalle ore 13.30 anche un presidio solidale a cui hanno partecipato più di 30 persone, in maggioranza donne. Dopo una trattativa serrata e tesa tra la proprietà e l’Unione inquilini, per Jamila e i suoi familiari è stato concordato il rinvio dello sfratto al 14 gennaio 2016.
Come abbiamo precedentemente comunicato, la famiglia è in attesa di entrare in una casa popolare a seguito di regolare partecipazione al bando. Tale assegnazione continua però ad essere procrastinata nonostante nel comune di Martinengo ci siano 5 alloggi di edilizia residenziale pubblica, che però da tempo sono in attesa di manutenzione e pertanto tenuti vuoti.
“A questi 5 appartamenti - ricorda Davide Canto dell’Unione Inquilini - si aggiungono altri 11 alloggi di case popolari, inseriti nel piano vendita del Comune, ma ancora vuoti e lasciati al degrado perché probabilmente non si trovano acquirenti. E’ davvero scandaloso che - di fronte alla drammaticità della crisi alloggiativa in corso - ci siano svariati comuni oltre a Martinengo che lasciano gli alloggi pubblici vuoti o li mettano, peraltro inutilmente, in vendita!”(Unione Inquilini Bergamo, 29.10.15)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta