Ott 28 2015

(29.10.15) Martinengo. Case popolari vuote, ma ancora uno sfratto per Jamila e i suoi 3 bambini

Tag:Tag , admin @ 16:44

(29.10.15) MARTINENGO. ANCORA SOTTO SFRATTO JAMILA, I SUOI BAMBINI E LA MADRE ANZIANA MENTRE CI SONO CASE POPOLARI VUOTE

* Giovedì 29 ottobre dalle ore 13.15, PRESIDIO SOLIDALE e CONFERENZA STAMPA in Via San Zeno 4 a Martinengo (per info tel. 3345086230 - Davide)

Per diverse famiglie l’esperienza traumatica dello sfratto per morosità non avviene una sola volta, ma può ripetersi anche a distanza (non lunga) di tempo. Questo perché la crisi economica continua a produrre i suoi effetti nefasti (riduzione dei redditi e disoccupazione. La situazione è però aggravata dalle politiche economiche di austerità che (con i tagli ai servizi sociali e più in generale al welfare) rendono più pesante la povertà a cui sono condannati strati sempre più ampi della popolazione.
Jamila vive insieme a tre figli (di uno, tre e cinque anni) ospite dall’anziana madre perché ha subito uno sfratto già un anno fa. Il più grande dei bambini, affetto di “autismo infantile severo”, è stato riconosciuto invalido al 100%. Purtroppo anche la madre è priva di reddito per pagare l’affitto, pertanto è stata raggiunta anche lei da ingiunzione di sfratto.
Nel confronto con i servizi sociali del comune di Martinengo, gli attivisti dell’Unione Inquilini hanno ottenuto l’impegno dell’Amministrazione comunale a erogare un contributo per il rinvio dello sfratto. Però il proprietario di casa, detentore di decine di alloggi nel territorio comunale, non ha ancora dato la sua disponibilità.
Nel frattempo Jamila è in lista di attesa per una casa popolare a Martinengo. Purtroppo, come succede sempre più spesso, in questo comune ci sono 5 (cinque) alloggi vuoti dell’Aler che devono essere rimessi in condizione di essere assegnati. Passa il tempo ma gli alloggi non vengono sistemati.
Giovedì 29 ottobre l’ufficiale giudiziario verrà a bussare ancora una volta alla casa di Jamila, della madre e dei tre bambini, per eseguire lo sgombero con l’ausilio della polizia. Per difendere il diritto alla casa e il diritto alla salute, l’Unione Inquilini ha indetto un presidio solidale dalle ore 13.15, in Via San Zeno 4 a Martinengo. Durante il presidio è indetta una conferenza stampa in cui accompagneremo i giornalisti intervenuti a visitare le case popolari tenute colpevolmente vuote mentre le persone vengono sbattute in strada.(Unioni Inquilini Bergamo, 28.10.15)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta