Mag 30 2015

(29.05.15) Treviglio. Fermato lo sfratto ai danni della famiglia di un facchino disoccupato

Tag:Tag , admin @ 20:17

* LA MOBILITAZIONE PER IL DIRITTO ALLA CASA CONTINUA: MENO SFRATTI, PIU’ CASE POPOLARI

Abderrahim è un ex-operaio, licenziato dopo una lunga lotta contro le cooperative di facchinaggio del gruppo LD (ex Lombardini) di Vignate e Capriate. Il sindacato Slai-Cobas infatti è stato in prima linea nella mobilitazione contro l’illegalità dei cambi appalto nel settore della logistica, che vede sempre più spesso la sostituzione, tramite il licenziamento dei lavoratori sindacalizzati, con operai precari e ricattabili.
Abderrahim, avendo perso il lavoro, non era più riuscito a pagare l’affitto. Poi era arrivato lo sfratto e tutto sembrava destinato a finire male. Invece le cose sono mandate diversamente.
Venerdi mattina, quando l’ufficiale giudiziario si è presentato scortato dalla polizia, ad aspettarlo erano presenti una cinquantina di persone, tra attivisti sindacali (Unione Inquilini, Slai-cobas e AsIA-Usb) e famigle sfrattate accorse a portare la solidarietà attiva.
Il presidio ha ottenuto il rinvio della esecuzione di 15 giorni.
La trattativa si è spostata nel Comune di Treviglio, presso i Servizi sociali. Dopo ore di trattativa gli attivisti sindacali hanno ottenuto che l’Amministrazione comunale si è impegnata a prendersi in carico la famiglia di Abderrahim che a breve sarà spostato in un alloggio che ospiterà, per un periodo di 9 mesi, tutto il nucleo famigliare.
La giornata di oggi dimostra che la resistenza e la solidarietà attiva possono trasformare una tragedia come è quella della disoccupazione e dello sfratto, in un momento di riscatto sociale. Adesso però le istituzioni di governo devono smetterla di alzare le mani dichiarandosi impotenti. Vogliamo che il Prefetto di Bergamo e le Amministrazioni comunali assumano i provvedimenti necessari secondo le rispettive competenze: la graduazione dell’esecuzione (il blocco) degli sfratti e la messa a disposizione di un numero maggiore di case popolari a partire da quelle tenute colpevolmente chiuse perché prive di manutenzione (a Treviglio sono circa 30). (a cura Unione Inquilini Treviglio-Bergamo, per comunicazioni tel. 339.7728683)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta