Lug 01 2014

(01.07.14) Sfratti. Oggi due sgomberi a Verdello e Dalmine. La condanna di Unione Inquilini. Domani presidio antisfrtato a Bergamo-Celadina

Tag:Tag admin @ 17:56

(01.07.14) SFRATTI. OGGI DUE FAMIGLIE SGOMBERATE A VERDELLO E A DALMINE. LA CONDANNA DI UNIONE INQUILINI

*Mercoledì 2 luglio, dalle ore 10.00 PRESIDIO ANTISFRATTO a Bergamo, in Viale Venezia 7

Il secondo semestre del 2014 comincia male in bergamasca per le persone che, colpite dalla crisi economica, non sono più in grado di pagare l’affitto di casa.
A Verdello le forze dell’ordine si sono prese la briga di una levataccia inedita per essere alle 6 del mattino alla casa di Andrea e Marinelli e sfrattarli insieme ai loro bambini per anticipare il picchetto antisfratto indetto dalle associazioni sindacali di Unione Inquilini e Asia-Usb.
A Dalmine pure non c’è stato verso di convincere le autorità preposte, le quali alla prima uscita per eseguire lo sfratto hanno deciso di mettere in strada una famiglia di 4 persone (padre, madre e due bambini in età scolare).
Per quattro giorni la famiglia potrà stare in albergo, poi i bambini saranno separati sia dal padre sia dalla madre e mandati in comunità: una prospettiva preoccupante e inquietante, inedita, che mostra brutalmente come i tanto esaltati valori della famiglia vengano nel peggiore dei modi calpestati quando si tratta di far valere quelli “proprietari”.
L’Unione Inquilini esprime condanna e indignazione per quanto avvenuto questa mattina a Verdello e a Dalmine.
Non intendiamo accettare gli esiti della giornata odierna, fatta di protagonismo poliziesco e di disprezzo per i diritti primari delle persone.
Continueremo ad esere a fianco delle due famiglie sfrattate; facciamo appello a rafforzare alla mobilitazione per il diritto alla casa.
Domani, mercoledì 2 luglio, dalle ore 10.oo, a Bergamo in Viale Venezia 7, ci sarà un altro presidio antisfratto, in solidarietà di una donna sola con due figli a carico. (Unione Inquilini Bergamo, Per info: 3397728683 Fabio)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta