Giu 17 2014

(18.06.14) Treviglio. Mobilitazione antisfratto - Gli sfratti 2013 in bergamasca nei dati del Ministero degll’Interno

Tag:Tag admin @ 16:50

(18.06.14) TREVIGLIO. MOBILITAZIONE ANTISFRATTO - GLI SFRATTI 2013 IN BERGAMASCA NEI DATI DEL MINISTERO DELL’INTERNO

Domani, mercoledì 18 giugno, è previsto a Treviglio lo sfratto di Nadia, casalinga, del marito, reduce da una prolungata disoccupazione, e da due figli minorenni. Contemporaneamente sarà sfrattata anche la famiglia di Valentina, anch’essa con 2 figli minori.
Le famiglie di Nadia e di Valentina sono in graduatoria in posizione utile all’assegnazione di un alloggio di edilizia residenziale pubblica ma, come succede sempre più spesso, pur avendo diritto alla casa il Comune non gliel’ha ancora assegnata per la carenza di alloggi liberi. Nel frattempo l’ufficiale giudiziario e il proprietario vogliono cacciarle da casa utilizzando la polizia.
L’Unione Inquilini non può permettere che 2 (due) famiglie vengano cacciate dall’alloggio in cui vivono con grave rischio per la salute dei figli minorenni. Per mercoledì 18 giugno dalle ore 9.30, organizzeremo un presidio di solidarietà a Treviglio, in via Casnida n° 33.
In questi giorni sono stati resi noti, finalmente, dal Ministero dell’Interno, i dati relativi agli sfratti dell’intero anno 2013 e sono un dramma senza soluzione. Nel corso del 2013 sono state emesse in bergamasca circa 1.000 sentenze di sfratto, di queste il 96% sono state per morosità incolpevole. Le richieste di esecuzione degli sfratti con forza pubblica sono state 2.055, rispetto al 2012 +21%. Gli sfratti eseguiti con la forza pubblica sono stati 560, rispetto al 2012 + 6%.
Sono dati terrificanti che segnalano non solo che gli sfratti continuano ad aumentare ma anche l’incapacità da parte di Governo, Comuni e Prefettura di affrontarli. In particolare assistiamo, da parte del Comune di Treviglio, ad una assoluta incapacità nell’affrontare la questione degli sfratti per morosità incolpevole da restare attoniti. Assistiamo a continui annunci che sono sempre pubblicizzati dai giornali ma senza alcun atto concreto conseguente.
L’Unione Inquilini chiede che il Prefetto e il Comune di Treviglio escano dall’immobilismo e procedano alla sospensione degli sfratti come è avvenuto in città come Pisa e Firenze. (Unione Inquilini Bergamo - via B. palazzo 84/g, Bergamo. Per info: 339.7728683 - Fabio)

Sfratti, le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta