Apr 26 2014

(26.04.14) Bolgare. Una bella manifestazione antirazzista

Tag:Tag , admin @ 7:28

(26.04.14) BOLGARE. UNA BELLA MANIFESTAZIONE ANTIRAZZISTA, IERI, NEL GIORNO DELLA LIBERAZIONE

Alla fine la mattina del 25 Aprile abbiamo optato per andare alla manifestazione antirazzista di Bolgare invece che al corteo cittadino del Comitato Bergamasco Antifascista. La contemporaneità delle due manifestazione non ha certamente giocato a favore dell’appuntamento di Bolgare, che tuttavia è riuscito bene grazie alla mobilitazione dei migranti, delle loro associazioni, delle sigle del sindacalismo di base (come Cub, Usb, Slai-Cobas, alcuni cioè di quei sindacati “minori” che sono spesso i soli ad essere presenti quando c’è da difendere i più deboli e i più sfruttati), dei nostri amici del circolo Prc e dello Sportello Sociale della Valcalepio e altri ancora. E’ inammissibile che nella Repubblica Italiana nata dalla Resistenza ci possa essere un sindaco (leghista) che impone una tassa assurda (di ben 500 euro!) per il certificato di idoneità alloggiativa al solo fine di scoraggiare o cacciare i cittadini stranieri che vogliono andare ad abitare (o continuare ad abitare) a Bolgare. Eppure l’ordinanza, motivata per di più con termini ostentatamente discriminatori, da tre mesi continua ad essere in vita senza che gli altri organi dello Stato siano ancora intervenuti per farla ritirare. Quella di ieri a Bolgare, nello spirito antifascista della giornata del 25 Aprile, è stata una manifestazione sentita e partecipata, una manifestazione che ha saputo comunicare con la cittadinanza. Mentre la crisi economica voluta dal capitale e dalla finanza si sta riversando in modo sempre più devastante sui lavoratori e sulle categorie meno abbienti, colpite brutalmente nei loro redditi, nelle loro condizioni di via e di lavoro, un numero crescente di persone sta prendendo consapevolezza ormai di come il razzismo e la discriminazione siano strumenti repellenti usati solo per nascondere i problemi reali e per rendere ancor più deboli l’insieme dei lavoratori mettendoli gli uni contro gli altri. Ricordiamo che nei giorni scorsi il“Comitato antirazzista 500 euro” ha chiesto al Prefetto di intervenire per far ritirare la delibera sul certificato di idoneità alloggiativa nonché gli altri provvedimenti discriminatori (come quelli sugli orari dei negozi) nei confronti dei cittadini stranieri. Dal canto loro i parlamentari bergamaschi del Pd hanno chiesto l’intervento del Ministro degli Interni. Di certo la manifestazione di ieri ha creato le condizioni per continuare la mobilitazione in modo più forte, ampio e consapevole. Se dal Comune di Bolgare, dal Prefetto, dal Ministero dell’Interno, dalle altre istituzioni non ci sarà la risposta che i migranti e gli antirazzisti attendono, saremo pronti a tornare di nuovo a Bolgare. (Alternainsieme.net, 26.04.14)

Bolgare, 25.04.14, le altre foto: qui

Lascia una risposta