Ott 31 2013

(31.10.13) Entratico. 13 lavoratori in cassa integrazione alla Pinco Pallino

Tag:Tag , , admin @ 0:40

(31.10.13) ENTRATICO. PINCO PALLINO METTE IN CASSA INTEGRAZIONE 13 LAVORATORI PER ESTERNALIZZARE LA PRODUZIONE

Da lunedì scorso 13 lavoratori della logistica sono stati messi in cassa integrazione straordinaria dalla Pinco Pallino, la nota griffe di abbigliamento per bambini con sede ad Entratico, fondata dalla famiglia Cavalleri e ora controllata interamente dal fondo Opera Italia. Non è chiaro il futuro di questi lavoratori, in un’azienda dove è in vigore la solidarietà con una riduzione massima dell’orario di lavoro del 30%. Col contratto di solidarietà “ci si aspettava una riorganizzazione dell’azienda - afferma Terry Vavassori del Fisascat-Cisl - con l’obiettivo di renderla più efficiente dal punto di vista organizzativo, cosa che non è stata fatta.” E ora, appunto la Cigs per 13 lavoratori, situazione che “come sindacato cercheremo di governare al meglio per garantire la tutela dei lavoratori”. Tutt’altre le preoccupazioni dell’ad Gaetano Sallorenzo per il quale questa è solo “una prima fase di esternalizzazione di attività non tipiche dell’impresa, quali logistica, materie prime e prodotti finiti”. Così che, se c’è una prima fase di esternalizzazione, è giocoforza che ce ne sarà anche una seconda, in cui la Cigs “interesserà altri dipendenti”. L’obiettivo dell’azienda è quello di concentarsi sui progetti stilistici ed, evidentemente, di buttare fuori tutto il resto, per di più attraverso l’uso della Cigs. Tutto questo - è il nostro parere - ci appare un po’ sconcertante. In ogni caso, quando Opera Italia vorrà esternalizzare pure la gestione dei profitti della Pinco Pallino, il collettivo di Alternainsieme.net non mancherà di far presente la sua disponibilità. (Cfr. L’Eco di Bergamo 30.10.13: qui)