Set 23 2013

(27.09.13) Chiuduno. Fermare lo sfratto di mamma Hakima e della sua famiglia

Tag:Tag , , admin @ 0:08

(27.09.13) CHIUDUNO. FERMARE LO SFRATTO DI MAMMA HAKIMA E DELLA SUA FAMIGLIA

* Venerdì 27 settembre, dalle ore 8.30, PRESIDIO ANTISFRATTO a Chiuduno V. Tenente Belotti 8

La mattina di venerdi 27 settembre è previsto a Chiuduno, l’esecuzione dell sfratto della mamma Hakima, della sua piccola figlia di 3 mesi e del marito. Anche stavolta, come è diventato ormai frequentissimo in tutta la provincia di Bergamo, si trattava di uno sfratto per morosità incolpevole, a seguito della perdita del lavoro del marito e dello stipendio ridotto (ad 1/3) per Hakima a causa della maternità.
Grazie all’impegno dei volontari dello Sportello sociale di Castelli Calepio, che avevano intavolato trattative con il Comune di Chiuduno ed il proprietario dell’appartamento, si era riusciti ad ottenere un rinvio fino al 27 settembre. I volontari erano riusciti a ottenere che il comune di Chiuduno, pur nella mancanza di politiche complessive nell’affrontare il problema casa, almeno mettesse a disposizione una somma economica che permise di raggiungere l’accordo con i proprietari per il rinvio dello sfratto.
Purtroppo questa volta il Comune nega qualsiasi altro intervento. Per questo lo Sportello Sociale Valcalepio organizza un presidio, fissato venerdi 27 settembre ore 8.30 a Chiuduno ( Via Tenente Belotti n° 8 ). Invitiamo tutte le forze politiche e sociali, nonchè le persone solidali, a partecipare. (per comunicazioni tel. 333.8737525)

Lo sportello sociale di Castelli Calepio è aperto tutti i lunedì dalle ore 19,00 alle ore 20,30 presso la sede Rifondazione Comunista in via Roma , 21 a Tagliuno.

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta