Mag 27 2013

(27.05.13) Trescore Balneario. Osservazione al Pgt per recuperare la Calvarola, luogo garibaldino

Tag:Tag , admin @ 16:18

(27.05.13) TRESCORE BALNEARIO. OSSERVAZIONE AL PGT PER CHIEDERE DI RECUPERARE LA CALVAROLA, LUOGO DELLA MEMORIA DEL RISORGIMENTO

A cura di un nostro compagno de “L’Alternativa” è stata presentata al Comune di Trescore una osservazione al Pgt per il recupero e la salvaguardia della Fonte della Calvarola, distrutta e interrata da alcuni anni. Una corretta previsione negli strumenti urbanistici potrà forse garantire che in un futuro prossimo il restauro e la restituzione alla cittadinanza in cui venne Garibaldi nel 1862 e vi venne ritratto in un suggetsivo dipinto (cfr. foto a fianco). Ecco il testo dell’osservazione
“Il soggiorno di Garibaldi a Trescore Balneario è stato ricordato lo scorso anno nel 150° anniversario, anche attraverso convegni di studio e pubblicazioni.
Come noto, Trescore ebbe un ruolo fondamentale nella organizzazione della tentata spedizione garibaldina nel Trentino, conosciuta come “Fatti di Sarnico”, episodio non secondario sia nella biografia dell’Eroe dei Due Mondi, del suo movimento, nelle vicende dello Stati unitario e del Risorgimento italiano - nei suoi ideali e nelle sue contraddizioni - all’indomani della Spedizione dei Mille e della Proclamazione dell’Unità d’Italia.
La memoria di quel soggiorno - ampiamente documentato nel volume del dott. Mario Sigismondi pubblicato lo scorso anno a cura dell’Amministrazione comunale - è sempre stata legata strettamente alla Fonte della Calvarola, come testimonia il dipinto di Cesare Maironi da Ponte posto nella sala consiliare del Comune di Trescore Balneario.
Una targa della Società di Mutuo Soccorso di Bergamo ivi collocata nel 1953 ricordava che “ospite delle Terme di Trescore Balneario nel maggio dell’anno 1862 Giuseppe Garibaldi, cavaliere dell’umanità, attorno a questa fonte accolse e spronò i dirigenti dell’Associazione generale di Mutuo Soccorso di Bergamo, nuova alla fraterna missione, accettandone la presidenza onoraria perpetua.”
Questo luogo, molto caro a Trescore Balneario e molto frequentato fino ad un passato non lontano, si trova ora sommerso da terriccio e pietrame in seguito a sbancamenti e ripiena, irriconoscibile e distrutto.
Considerare però come definitiva la perdita della Fonte della Calvarola significherebbe deprivare la comunità della memoria e del suo patrimonio storico-culturale.
Tutto ciò premesso si propone quanto segue:
* Delimitare con opportuna campitura negli elaborati del Piano di Governo del Territorio lo spazio della Fonte della Calvarola (via Calvarola) con le sue pertinenze, per destinarlo a luogo aperto al pubblico e per consentirne il restauro e il ripristino dello stato precedente gli sbancamenti e ripiena. (27.05.13 - Trescore Balneario - Maurizio G. Mazzucchetti)

* Appunti e immagini sulla storia e le condizioni presenti della Calvarola di Trescore: qui

Lascia una risposta