Nov 01 2012

(06.11.12) Bergamo-Monterosso. Presidio antisfratto

Tag:Tag admin @ 19:38

(06.11.12) BERGAMO. FERMIAMO LO SFRATTO DI BRAHIM

* Martedì 6 novembre, via Quintino Sella 4, Bergamo-Monterosso, presidio in solidarietà di Brahim, dalle ore 8.30

GLI SFRATTI COMINCIANO ANCHE NELLE CASE POPOLARI. UN PRESIDIO PER CHIEDERE AL PREFETTO DI FERMARE QUESTA EMERGENZA SOCIALE.
Brahim vive in un appartamento delle case popolari di proprietà dell’ALER di Bergamo. Da anni vive in Italia e ha sempre lavorato onestamente.
Purtroppo nel 2001, a causa di un incidente stradale avvenuto uscendo dal lavoro, ha perso la mobilità di un piede e del ginocchio, ha subito fratture del bacino, femore e omero. A causa di questo incidente è rimasto ricoverato per mesi all’ospedale di Bergamo.
Essendo solo in famiglia, ha dovuto comunque continuare a lavorare, ma in questo modo la sua condizione di salute è ulteriormente peggiorata, e ha dovuto per forza ritirarsi dal lavoro. Perciò ha chiesto l’invalidità civile che è stata riconosciuta al 40%.
Dopo un nuovo intervento chirurgico nel 2012, è costretto a utilizzare 2 tutori per poter deambulare. In conseguenza di questo ulteriore intervento ha richiesto l’aggravamento dell’ invalidità, ma a tutt’oggi attende una risposta.
A causa di tutte queste sventure le sue disponibilità economiche si sono azzerate impedendogli di pagare l’affitto dell’appartamento, con conseguente avvio, da parte dell’ALER di Bergamo, delle procedure di sfratto per morosità.
Il 6 Novembre l’ufficiale giudiziario, che ha rinviato lo sgombero per ben tre volte, tenterà di eseguire lo sfratto con l’ausilio della forze di polizia.
Il caso di Brahim è emblematico di una ulteriore pessima novità, nel già grave panorama della crisi economica e delle politiche di austerità: gli sfratti iniziano ad essere eseguiti anche nelle case popolari che dovrebbero essere uno strumento di sostegno per i ceti popolari già pesantemente colpiti dalla crisi.
Nel 2011, in bergamasca, gli sfratti eseguiti con l’ausilio della polizia sono stati 481 con un aumento del 4 % rispetto al 2010.

Mentre le famiglie vengono buttate per strada il Comune di Bergamo non vuole avviare alcuna politica abitativa, neppure di emergenza. Infatti, nella città di Bergamo, vi sono circa 200 alloggi di edilizia residenziale pubblica (case popolari) di proprietà comunale tenuti vuoti perchè privi di manutenzione.

Martedi 6 novembre numerosi assegnatari delle case popolari del quartiere di Monterosso organizzeranno un presidio che avrà inizio dalle ore 8.30 fuori dalla casa di Brahim a Bergamo, in via Quintino Sella n° 4 (quartiere di Monterosso). Chiediamo a tutti i cittadini democratici di partecipare al presidio.

Chiediamo al Prefetto di Bergamo di intervenire per dare una risposta alla grave emergenza abitativa. Si deve prendere la stessa decisione assunta dai Comitati per l’Ordine e la Sicurezza di Firenze e Livorno, sospendendo su tutto il territorio provinciale l’esecuzione degli sfratti per il periodo invernale.
(Per informazioni: 339.7728683 Fabio)

Le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta