Giu 25 2012

(30.06.12) Martinengo. Presidio antisfratto e presentazione dati sugli sfratti in bergamasca

Tag:Tag site @ 18:05

(30.06.12) MARTINENGO (bg). PRESENTAZIONE DATI SFRATTI 2011 E MOBILITAZIONE PER FERMARE LO SGOMBERO DELLA FAMIGLIA DI SAMI

* Martinengo (bg), sabato 30 giugno, presidio antisfratto e conferenza stampa dalle ore 8.30 in via Colleoni n. 7

GLI SFRATTI SONO UN TERREMOTO CHE TRAVOLGE LA BERGAMASCA. LA PREFETTURA BLOCCHI TUTTI GLI SFRATTI E LE ISTITUZIONI STABILISCANO UN PIANO STRAORDINARIO PER LE CASE POPOLARI
* Siamo in piena emergenza sfratti, che sta colpendo migliaia di famiglie che non sono più in grado di sostenere gli affitti, perché colpite sempre più pesantemente dalla crisi economica, dalle difficoltà di trovare o conservare un posto di lavoro e un reddito.
I dati ufficiali, ancora incompleti, forniti dal Ministero dell’Interno relativi agli  sfratti  nel 2011, disegnano per la provincia di Bergamo una condizione di sofferenza sociale acuta: quasi 1.234 nuove sentenze emesse,  con un aumento del 19% rispetto al 20101.459 richieste di  esecuzione forzata ( + 17% rispetto al 2010) e 481 sfratti eseguiti con l’utilizzo della forza pubblica (+ 4% in rapporto al 2010).
Dai dati emerge uno stretto legame di causa-effetto esistente tra l’incidenza eccezionale della crisi economica anche nella provincia di Bergamo e la dimensione altrettanto eccezionale dell’emergenza sfratti. Infatti la morosità rappresenta l’89% di tutti gli sfratti.
E’ una situazione che diventa tanto più grave e drammatica, a fronte della difficoltà di intervento dei Comuni, che, come quello di Martinengo, frequentemente se ne lavano le mani.
Il risultato è che tantissime famiglie vivono in questi termini estremi il problema della casa, in una provincia come la nostra in cui abbondano oltre misura seconde case e patrimonio abitativo inutilizzato per ragioni di mercato e speculazione.

* La mattina di sabato 30 giugno, a Martinengo, è prevista l’esecuzione dello sfratto di Sami, negoziante rovinato dalla crisi economica, e della sua famiglia. La situazione di Sami è particolarmente rappresentativa della ignavia delle istituzioni sul tema delle politiche abitative.
La famiglia del negoziante, nella quale vivono due figli minorenni, abita in Italia da oltre vent’anni e aveva ottenuto da circa quattro anni l’assegnazione in una casa popolare di proprietà del Comune. Purtroppo l’Amministrazione leghista vuole ora sfrattare Sami, nonostante paghi regolarmente i canoni di affitto, per poter vendere l’alloggio a privati.
Per tentare di fermare questa incredibile ingiustizia il sindacato ha avviato, tramite l’avvocato Tiziana Perlini, un ricorso legale al TAR.
Per tutte queste ragioni sabato 30 giugno a partire dalle ore 8.30 saremo davanti alla casa di Sami a Martinengo in via Colleoni n. 7 e invitiamo alla partecipazione per testimoniare la solidarietà all’ennesima famiglia che rischia di finire in strada.
Ci saremo per chiedere che la Prefettura di Bergamo intervenga, in questo caso come in tutti gli altri numerosi sfratti previsti in bergamasca, perché le persone non possono essere lasciate sole e perché il diritto fondamentale alla casa deve essere garantito a tutte e tutti. (Bergamo, 21.06.12 – Fabio Cochis – Unione Inquilini, per info: 339.7729683)

Unione Inquilini Bergamo, precedenti info: QUI

Lascia una risposta