Giu 06 2012

(05.06.12) Ponteranica. Per Peppino Impastato. In centinaia contro la giunta leghista

Tag:Tag site @ 6:19

(05.06.12) PONTERANICA. LA BIBLIOTECA HA CAMBIATO NOME. IN CENTINAIA CONTRO LA GIUNTA LEGHISTA

Oggi si è tenuta la manifestazione di protesta contro la decisione del Sindaco di Ponteranica di togliere l’intitolazione della Biblioteca Comunale a Peppino Impastato, mettendo così in sconcertante contrapposizione la sua figura a quella di Padre Baggi che tutti rispettiamo e che merita sicuramente anch’esso una diversa dislocazione di una targa, una via o una piazza commemorativa.La manifestazione organizzata in un giorno di lavoro (per chi ce l’ha) e scolastico, ha visto la presenza di 150 persone di varie associazioni, partiti e singoli cittadini chiamati a raccolta da Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato di Cinisi, dal Centro Siciliano di Documentazione Impastato di Palermo e dalla Tavola della Pace Valle Brembana - Circolo Peppino Impastato.
Tutto si è svolto con compostezza e in assenza di tensioni o provocazioni.
Dopo un breve percorso fino alla Biblioteca il corteo si è riunito in un sit-in chiedendo che una delegazione fosse ricevuta dal Sindaco. Accordatisi sull’incontro, si è ribadita al Sindaco la richiesta di re intitolare la Biblioteca a Peppino Impastato e di dimettersi visto che da tre anni ormai non ascolta la protesta e la pressione di molti cittadini.
Giovanni Impastato, fratello di Peppino, in collegamento telefonico ha salutato i presenti e li ha invitati a organizzare prossimamente un grande manifestazione per ribadire il no a queste vergognose decisioni che calpestano la memoria di un giovane di 30 anni che ha sacrificato la propria vita per la lotta contro la mafia.
Chi ha lanciato preventivi allarmismi su questa protesta civile sarà rimasto deluso dal comportamento non “facinoroso” dei manifestanti, che ringraziamo, e ancora una volta, come nella politica e nel sindacato, si è persa l’occasione di incontrarsi e unirsi almeno su un fine comune, come la Resistenza ci ha insegnato, che in questo caso è la giusta indignazione per un atto arrogante, prepotente, razzista e non certo antimafioso.
Un riconoscimento alle forze dell’ordine che almeno questa volta, resasi conto della pacifica protesta, hanno mantenuto un comportamento confacente all’occasione facilitando la libera espressione del dissenso.
Si rilancia ora con una raccolta firme e per una manifestazione nazionale a settembre perché, prima o poi, la Biblioteca di Ponteranica tornerà ad essere intitolata a Peppino Impastato. (05.06.12 - comunicato congiunto dei promotori della manifestazione)

* Firma l’appello di Giulio Cavalli da inviare al sindaco di Ponteranica: qui

Foto della manifestazione (facebook): qui. Le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta