Mag 17 2012

(17.05.12) San Paolo d’Argon. Il rischio inceneritore nel consiglio comunale del 26 aprile

Tag:Tag , site @ 16:48

(17.05.12) SAN PAOLO D’ARGON. DOCUMENTI: IL “RISCHIO INCENERITORE” DISCUSSO NEL CONSIGLIO COMUNALE (26.04.12)

In un nostro volantino avevamo definito i due gruppi consiliari della minoranza, “Lega Nord” e “Vivi San Paolo - Pdl”, e quello di maggioranza, “L’Alveare”, come le “tre scimmiette” (non vedo - non sento - non parlo) perché ancora ad aprile non erano intervenuti sul tema sollevato a Montello relativamente al rischio inceneritore (cfr. alternainsieme.net 06.04.12: qui). Due giorni dopo la distribuzione del nostro volantino (solo poche copie, a causa del prolungarsi delle giornate piovose!) la Lega Nord, visibilmente piccata di essere stata messa fra le “tre scimmiette”, si premurò di presentare una interrogazione, a cui il sindaco ha risposto nel consiglio comunale del 26 aprile: un documento dettagliato dove sono state espresse preoccupazioni, perfino accorate, ma – anche in questa occasione - senza alcuna presa di posizione - chiara e indubitabile - contro l’incenerimento dei rifiuti. In sostanza il Sindaco ha riconfermato quanto espresso dal sindaco di Cenate Sotto il quale era intervenuto sulla vicenda, a nome dei comuni facenti parte dell’Unione dei Colli, senza sbilanciarsi per niente (cfr. alternainsieme.net 12.03.11: qui). Tale atteggiamento era stato prontamente utilizzato dalla Amministrazione comunale di Montello per giustificare la sua volontà di togliere dal Piano di Lottizzazione della Montello Spa la clausola di divieto di incenerimento dei rifiuti. Ma proprio oggi il titolare della Montello Spa ha fatto sapere – a differenza di quanto dichiarato un paio d’anni fa – che non ha intenzione di realizzare un inceneritore a Montello (cfr. alternainisieme.net 17.05.12: qui). C’è da crederci oppure no? Comunque sia, senza la mobilitazione popolare contro l’ipotesi di inceneritore, una dichiarazione di questo tenore – che indica come meno vicina tale eventualità - mica ci sarebbe stata. Ma – ci chiediamo a questo punto – a che cosa servono le Amministrazioni comunali quando ci sono in ballo la tutela del diritto alla salute e all’ambiente dei cittadini nonché l’urgenza di realizzare una più corretta politica di riduzione dei rifiuti senza ricorrere al loro incenerimento? Invece di difendere cittadini e ambiente da noi hanno fatto come Ponzio Pilato oppure si sono dati da fare – è il caso di Montello - proprio per aprire la porta ad un inceneritore, che poi l’azienda di riferimento ha dichiarato di non avere in programma!

I materiali della discussione al consiglio comunale di San Paolo d’Argon del 26.04.12; verbale Dcc: Qui, interrogazione Lega Nord: qui; risposta del sindaco: qui