Gen 21 2012

(21.01.12) Orari dei negozi. Perché bisogna essere contro la deregolamentazione

Tag:Tag site @ 0:01

(21.01.12) ORARI DEI NEGOZI PERCHE’ BISOGNA ESSERE CONTRO LA DEREGOLAMENTAZIONE

Mentre il governo Monti si appresta a varare la sua “lenzuolata” di liberalizzazioni, fra proteste ed entusiasmo (sic: quello di Bersani!), vale la pena riflettere un attimo almeno su quella degli orari dei negozi e dei centri commerciali. Il prof. Piero Bevilacqua, Università di Calabria, invita a stare in guardia…

“Negli USA la deregolamentazione degli orari dei negozi ha accompagnato in parallelo l’aumento della giornata lavorativa e la cosa non stupisce. Questo è il modello che il capitale va imponendo: una giornata completamente occupata dal lavoro, che impone l’utilizzo di tempo supplementare, oltre l’orario diurno, per svolgere il proprio compito di consumatore. I supermercati e i negozi aperti anche di notte, di domenica, nei giorni festivi devono offrire la possibilità di consumare anche a chi non possiede più tempo per se stesso. Certo, il tempo speso nelle compere serali o festive è sottratto alle relazioni sociali, alla famiglia, al dialogo fra persone, alla partecipazione alla vita civile. Ma un pover’uomo o una povera donna, che lavora dalla mattina alla sera, ha bisogno di un risarcimento, ha una necessità vitale di dare sfogo al proprio desidero di acquisto, di soddisfare il proprio ethos infantil e - come lo chiama Benjamin Barber nel suo Consumati - vagando tra le meraviglie merceologiche di un centro commerciale e portarsi a casa qualcosa. Ecco il grande successo conseguito dal capitalismo, quello a cui aspira di trascinarci la grande maggioranza degli economisti, sempre dietro qualche riforma da proporci. In questo modo si è completato il circuito di assoggettamento totalitario dell’individuo al processo di valorizzazione del capitale, che chiede sempre più tempo per la produzione e per i servizi, e ora sempre più tempo per i consumi.” L’intero articolo di Piero Bevilacqua, in Eddyburg.it 11.01.12: QUI

Lascia una risposta