Giu 28 2011

(01-02- 03.07.11) Anche a Montello (bg) seggio per votare la nuova costituzione marocchina

Tag:Tag , site @ 0:32

(01-02-03.07.11) MONTELLO (bg) REFERENDUM PER LA NUOVA COSTITUZIONE DEL MAROCCO. Venerdì, sabato e domenica i cittadini marocchini potranno votare al seggio allestito alla Biblioteca di Montello

DOVE e COME SI VOTA. Quello di Montello (bg) è uno dei 12 seggi organizzati dal Consolato di Milano e uno dei 71 attivati su tutto il territorio nazionale dall’Ambasciata e dalle autorità consolari marocchine in Italia.

Possono votare le cittadine e i cittadini marocchini che abbiano compiuto 18 anni, presentando un documento di identità del loro Paese in corso di validità.

Il seggio di Montello è allestito presso la Biblioteca Comunale in via Sant’Antonino, a fianco delle scuole elementari, dall ore 8.00 alle ore 20 di venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 luglio 2011.

Per informazioni: tel. 333.8939101. L’Ambasciata del Marocco ha attivato a livello nazionale il numero verde 800.637.775. Di seguito riportiamio una breve scheda (cfr. QUI) sulla Nuova Costituzione e sui punti su cui dovranno pronunciarsi tutti i cittadini del Marocco, nella madrepatria o residenti all’estero.

SCHEDA NUOVA COSTITUZIONDE DEL MAROCCO. Cfr. oltre

SCHEDA NUOVA COSTITUZIONDE DEL MAROCCO.
Il progetto di riforma sul quale i marocchini sono chiamati ad esprimersi, la risposta della monarchia alla cosiddetta “primavera araba”, istituisce un “nuovo regime costituzionale che sancisce una monarchia costituzionale, democratica, parlamentare e sociale”.

Un primo punto riguarda l’organizzazione dello Stato che propone “un equilibrio dei poteri flessibile tra il Legislativo e l’Esecutivo: il Governo è responsabile davanti la Camera dei Rappresentanti”. Il Capo del governo può sciogliere questa Camera, a mezzo decreto preso in Consiglio dei ministri. Accanto al potere legislativo ed esecutivo, la nuova Legge fondamentale dispone un potere giudiziario autonomo ed indipendente, nel rispetto delle norme universali vigenti.

La nuova costituzione prevede inoltre un ampliamento del campo legislativo portando le aree in cui il Parlamento deve legiferare a più di cinquantanove aree rispetto all’attuale.

Nel nuovo testo, la giustizia assume lo statuto di un potere costituzionale, autonomo ed indipendente.

La Corte costituzionale assume il ruolo di custode della Costituzione, con la possibilità per i giustiziabili che contestano la costituzionalità dei testi a loro applicati di ricorrere ad essa.

Per quanto riguarda il campo delle libertà collettive ed individuali, il nuovo testo stabilisce una vera e propria Carta dei diritti e libertà fondamentali, radicata negli standard universali dei diritti umani.

In questo senso, è vietata la discriminazione basata sul sesso, il colore, la fede, la cultura, l’origine sociale o regionale, la lingua o la disabilità. Il nuovo testo sancisce la parità tra uomini e donne dei diritti e delle libertà di carattere civile, politico, economico, sociale, culturale ed ambientale e l’impegno costituzionale dello Stato marocchino ad operare alla realizzazione della parità tra uomini e donne.

La nuova costituzione proposta consacra i fondamenti dell’identità marocchina, riconosce la diversità linguistica e culturale del Marocco con diversi affluenti arabo-islamica, bereber, sahraoui, ebraica, andalusa e mediterranea e attribuisce, ai cittadini stranieri residenti in Marocco, il diritto al voto e la candidatura alle elezione comunali e regionali.

Lascia una risposta