Mag 12 2011

LA VOCAZIONE DISCRIMINATORIA DELLA “LEGA NORD” E DI “VIVI SAN PAOLO”

Tag:Tag , site @ 0:46

(12.05.11) SAN PAOLO D’ARGON - ELEZIONI COMUNALI LA VOCAZIONE DISCRIMINATORIA DELLA “LEGA NORD” E DI “VIVI SAN PAOLO”, IL DIRITTO ALLA CASA  E IL SILENZIO DE “L’ALVEARE”

In tema di politica per il diritto alla casa le due liste hanno come proprio cardine quello di “favorire i cittadini con anzianità di residenza nell’assegnazione di alloggi pubblici o convenzionati rivedendo gli attuali regolamenti e graduatorie” (“Lega Nord”) oppure “dare priorità, nell’assegnazione delle case in affitto, ad anziani o coppie residenti da lungo tempi sul territorio comunale(“Vivi San Paolo”). Questa seconda lista si sta producendo in una - non imprevista né imprevedibile - rincorsa alla xenofobia della Lega con l’evidente intenzione di pescarne l’elettorato. Nessuna delle due liste pensa comunque di dover incrementare il patrimonio dell’edilizia sociale per fare in modo che tutti – o comunque il maggior numero possibile di persone che ne fanno richiesta – abbiano un alloggio. Più che la politica della casa ad entrambi i partiti interessa di tenere viva la guerra fra i poveri e la discriminazione. L’”anzianità di residenza”, come è arcinoto, è solo il pretesto per discriminare ulteriormente gli stranieri, che già secondo le leggi regionali devono subire la clausola vessatoria dei 5 anni di residenza in Lombardia per accedere all’edilizia pubblica. Pure “L’Alveare”, fra le tante opere pubbliche indicate nel suo programma elettorale, non prevede di incrementare il patrimonio dell’edilizia pubblica o di operare per ridurre il caro-casa, quest’ultimo così significativo a San Paolo d’Argon.

“Elezioni comunali 2011″, tutte le nostre info: qui

Lascia una risposta