Mag 10 2011

(10.05.11) Elicottero Polizia dei Colli. Un sindaco del Consorzio fa marcia indietro

(10.05.11) POLIZIA DEI COLLI DOPO LA PROTESTA DE “L’ALTERNATIVA” ANCHE UNO DEI SINDACI DEL CONSORZIO SI SCHIERA NETTAMENTE CONTRO L’ELICOTTERO: “UN’AMERICANATA”. MA LE ALTRE LISTE DI SAN PAOLO D’ARGON NON SI VERGOGNANO DI STARE ZITTE.

“Lega Nord“, Pdl (cioè “Vivi San Paolo”) e la lista del cosiddetto “L’Alveare”, pur avendo scelto tutte e tre la “sicurezza” come uno dei temi centrali della loro campagna, non hanno ancora detto nulla sull’elicottero di cui si è dotato il Consorzio dei Colli di Polizia Locale. Una spesa assurda e inutile di cui si è scandalizzata l’opinione pubblica di tutta la bergamasca anche in seguito alla nostra presa di posizione del mese scorso (cfr. alternainsieme.net 19.04.11: qui). Il fronte degli 8 sindaci del Consorzio dei Colli però sta dando segni di vistosi cedimenti, come dimostra la netta presa di posizione del sindaco di Cenate Sopra. “In un periodo di crisi come questo - dice Stefano Cattaneo - con continui tagli ai comuni mi sembra un azzardo avere anche un elicottero in dotazione ai vigili. Mi sembra che il consorzio abbia già abbastanza mezzi, parchi per l’educazione stradale e una sede nuova, l’elicottero forse si poteva tralasciare. Ora l’elicottero c’è per tre mesi in prova ma credo che sarà dura poterlo riconfermare per un vero contratto di utilizzo permanente”. (da un articolo dell’ultimo numero di Araberara, ancora in edicola).

Precedenti info Elicottero Polizia Locale: qui. Cfr. tutte le nostre info “elezioni 2011″: qui

4 risposte a “(10.05.11) Elicottero Polizia dei Colli. Un sindaco del Consorzio fa marcia indietro”

  1. alfio ha scritto:

    Perchè dovrebbero vergnarsi?
    Se c’è un’istituzione che funziona bene è la Polizia Municiapale dei Colli che ha ottenuto ottimi risultati.
    I soldi sono ben spesi,per l’elicottero, ogni nuovo mezzo per soervegliare la zona e far vivere tranquilli i cittadini ben venga!!!
    Soldi spesi benissimo!!!!!!!

  2. site ha scritto:

    La questione è che le altre tre liste in competizione a San Paolo d’Argon non si sono espresse, né in un senso né nell’altro, cioè hanno evitato accuratamente di assumersi una qualsivoglia responsabilità politica, per di più nel momento stesso in cui si presentano agli elettori per chiedere il loro voto.
    E’ di questo silenzio che devono vergognarsi, qualunque sia la loro posizione.

  3. alfio ha scritto:

    Mi chiedo perchè insrite questo spazio se poi non pubblicate i post che vi inviano.
    Mi sorge il dubbio che, come nell’ex Unione Sovietica, voi pubblicate solo cio’ che vi fa piacere.
    Non vi piacciono le critiche e non accettate pareri diversi da chi non la pensa come voi.
    Questa è la vostra democrazia. Complimenti, vi ricordo che siamo in Italia (purtroppo per voi), l’Unione Sovietica, fortunatamente è sparita da tempo (forse sperate ritornino quei tempi).
    In Italia si vota liberamente e se a voi non piace questo sistema siete sempre liberi di emigrare!

  4. site ha scritto:

    Come può notare, signor Alfio, abbiamo pubblicato integrale il suo post. Non abbiamo potuto farlo prima perché impossibilitati ad usare un computer.
    Fossimo stati in Unione Sovietica certamente noi ci troveremmo in qualche Gulag su a nord-est, Lei invece in qualche confortevole ufficio della Lubianka o in altra sede di una delle polizie del regime.
    Non credo che abbia più senso continuare la conversazione. In fin dei conti questo è un sito privato e da parte nostra sappiamo ben distinguere fra coloro che la pensano diversamente da noi (e che rispettiamo) e quelli che invece sono solo dei provocatori perditempo.

Lascia una risposta