Apr 18 2011

(18.04.11) MAROCCO. LIBERO ABOU ELKASSIM BRITEL! E NE SIAMO STRACONTENTI!

Tag:Tag site @ 15:48

(18.04.11) MAROCCO. LIBERO ABOU ELKASSIM BRITEL! E ANCHE NOI NE SIAMO STRACONTENTI!

“Con gioia confermiamo che giovedì 14 aprile alle 17.30 Abou Elkassim Britel è uscito dal carcere di Kenitra.Ci stiamo preparando a rientrare in Italia. Grazie di cuore per il sostegno e un caro saluto. Kassim e Khadija”. Questa la mail che abbiamo ricevuto poco fa da Anna Khadija a confermarci che Elkassim è finalmente libero! Kassim Britel, cittadino italiano di origine marocchina, residente a Bergamo, era stato arrestato in Pakistan nel 2002 e da qui, mediante una extraordinary rendition della Cia, trasferito in Marocco dove - a seguito di un processo farsa (2003) - subiva la condanna ad un lungo periodo di detenzione con l’accusa di concorso in attività terroristiche. Kassim risultava però del tutto estraneo a qualsiasi ipotesi di associazione sovversiva secondo l’inchiesta svolta dalla Magistratura italiana”. Grazie al provvedimento di grazia firmato dal re del Marocco, dopo sette anni, sei mesi e ventisette giorni di carcere (a cui vanno sommati i quattro mesi di reclusione illegale nei locali dei servizi segreti marocchini a Temara, prima del processo), dopo torture e privazioni di ogni sorta, l’incubo di Kassim è finito. Aspettiamo ora di poter abbracciare Kassim e la moglie Anna Khadija, che dal 2002 non ha mai smesso di lottare. Tutte le nostre info sulla vicenda di Elkassim Britel : 1 - 2 [Nella foto lo striscione de L'Alternativa che porteremo quando andremo a salutare Kassim e Khadija. Grazie a tutti quelli che si sono dati da fare per Elkassim. Di quelli che non hanno fatto nulla o gli hanno anche dato addosso senza sapere quello che dicevano ce ne occuperemo un'altra volta, se ne avremo il tempo e la voglia]

Rassegna stampa. Repubblica 18.04.11: qui; L’Eco di Bergamo 18.04.11: qui

(18.04.11) GRAZIE, VIK! Alla fine del 2007 linkammo su alternainsieme.net tutti i siti e blog che avevano riportato gli appelli di Khadija per Elkassim. Tra i vari siti - ce ne accorgiamo solo ora - c’era anche GuerrillaRadio di Vittorio Arrigoni, che allora non conoscevamo. Grazie, Vittorio!

Lascia una risposta