Feb 26 2011

(25.02.11) San Paolo d’Argon. I nostri vigili avranno anche l’elicottero!

(25.02.11) SAN PAOLO D’ARGON EBBENE SI’: I NOSTRI VIGILI AVRANNO A DISPOSIZIONE ANCHE L’ELICOTTERO!

Ora c’è anche la conferma. Secondo quanto riporta il quindicinale Araberara, l’unico giornale che si è occupato del nostro comunicato dei giorni corsi (alternainsieme.net 18.02.11: qui), l’elicottero attualmente impacchettato sotto il piano rialzato della Caserma di Albano Sant’Alessandro è effettivamente a disposizione della nostra Polizia locale, che comincerà a testarlo sui nostri cieli dal prossimo 1° marzo. “L’elicottero ha delle telecamere che possono riprendere di giorno e di notte, può fermarsi e riprendere all’alto, superare le colonne in caso di incidenti, volare sui monti e sulle valli”. Così dichiara Stefano Cattaneo, sindaco di Cenate Sopra, uno degli otto comuni che costituiscono il Consorzio della Polizia locale dei Colli (gli altri comuni sono: Albano Sant’Alessandro, San Paolo d’Argon, Torre de’ Roveri, Bagnatica, Brusaporto, Gorlago, Cenate Sotto). Nei tre mesi iniziali di noleggio si parla di una spesa di 26.000 euro; ogni ora di utilizzo costerà 600 euro per il noleggio e 400 euro per il pilota. Ha senso che un Consorzio di Polizia locale con un bacino d’utenza di circa 30.000 abitanti si doti di un elicottero, sia pure a noleggio? Che ne sarebbe dei pubblici bilanci se in tutto il Paese per ogni 30.000 abitanti ci fosse un elicottero dei vigili? Che ci stanno a fare gli elicotteri della Polizia e dei Carabinieri? Il sindaco di Cenate Sopra dice che è “utile”, ma evita accuratamente di spiegarne il perché, aggiungendo peraltro da parte sua di non ritenerlo “indispensabile”, specialmente in “questi momenti di difficoltà economica” (ma il sindaco Cattaneo è o non è membro degli organi decisionali del Consorzio che hanno fatto questa scelta?). Così oltre ai numerosi e costosi automezzi, ai cani antidroga e antissommossa, ai T-red e agli autovelox, alle tante telecamere sparse ovunque, alle celle di sicurezza (”una per gli uomini e una per le donne!”), al cosiddetto “parco per l’Educazione stradale” (costato 150.000 euro!), al prossimo allargamento della Caserma di Albano (altri 140.000 euro, malgrado entro pochi anni sia stato previsto dalla finanziaria 2010 lo scioglimento di tutti i consorzi!), ora dovremo subire e pagare anche il giocattolo costoso dell’inutile elicottero? Quanti e quali risultati producano poi tutte queste dotazioni e spese in termini di prevenzione dei reati o di sicurezza stradale è un altro paio di maniche (cfr., per esempio, l’andamento dell’incidentalità sulle nostre strade nel 2000-2007 secondo il Pgtu del Comune di San Paolo d’Argon, in alternainsieme.net 27.05.09: qui). Nella proposta di Bilancio 2011 (3.830.000 euro di entrate e 4.200.000 euro di spese: cfr. l’albo on-line della Polizia dei Colli: qui) si legge che i Comuni pagano 20 euro a residente, per un totale di 730.000 euro, mentre l’entrata più consistente del Consorzio è quella dei “proventi per servizi pubblici” (per la quasi totalità multe) che ora raggiungono i 2.300.000 euro! Ce n’è abbastanza per riflettere sui costi delle manie di grandezza e delle ossessioni “securitarie”, giunte ora fino all’assurdità dell”elicottero. Araberara 25.02.11: qui

Local-polizia, le nostre precedenti info: qui; old-site: qui. Archivio. Quando protestammo contro la costruzione della Caserma dei vigili ad Albano S. A. (marzo 2005): 1 - 2

(26.02.11) POLIZIA LOCALE DEI COLLI ANCHE I FUCILI A POMPA? Dell’elicottero si parla anche in un post di un sito specializzato su temi militari (www.militariforum.it); riferendosi al nostro Consorzio l’inserzionista, che ha tutta l’aria di essere persona ben informata, aggiunge pure che “se non erro, è l’unico in Italia ad avere una autorizzazione prefettizia al porto di un fucile a pompa a bordo delle vetture“. Vorrà Araberara approfondire anche questa dei fucili a pompa? (cfr. qui)

4 risposte a “(25.02.11) San Paolo d’Argon. I nostri vigili avranno anche l’elicottero!”

  1. Luca Lapegna ha scritto:

    … propongo un tema di riflessione … avete figli piccoli ? Ne avete di medi ? … avete un parente prossimo anziano ? … provate a pensare ad uno stato di necessita’ … e , come per miracolo, un soccorso , un medicinale urgente, un paramedico, un trasporto urgente al piu’ vicino ospedale attrezzato per la vostra emergenza… io fossi in chi ha scritto il posto rifleterei maggiormente e attenderei, quantomeno, i primi risultati per poi giudicare l’iniziativa di chi pensa al sociale prima e a se stesso poi. La mia email e’ nel posto, sono visibile e contattabile. P.s.: io non abito in Italia ma ho sentito di un brutto caso di rapimento finito male, e’ per caso dalle vostre parti ?

  2. site ha scritto:

    Per le finalità che tu dici ci sono altre strutture più qualificate e che agiscono su scala molto più ampia. Considera che per tali emergenze l’elicottero dovrebbe essere operativo 24 ore su 24: 24.000 euro al giorno, secondo le cifre che sono state dichiarate; dovrebbe cioè assorbire più del doppio dell’intero bilancio del Consorzio della Polizia Locale!
    Ps: il “rapimento” di cui chiedi potrebbe essere la storia terribile di YARA GAMBIRASIO, il cui corpo è stato trovato a Chignolo d’Isola, una ventina di chilometri da San Paolo d’Argon.

  3. Luca Lapegna ha scritto:

    Egregio Signor Site , grazie per la cordiale ma non qualificata risposta in merito a costi di esercizio. 24.000 euro sono costi italiani di mentalita’ e tradizioni aeronautiche italiane ormai demode’ da tempo in inghilterra dove vivo dal 1997. Un elicottero come quello noleggiato ( a tariffa oraria )dai vigili urbani di quel comune costa circa 700 euro per ogni ora volata , questo se il monte ore non supera le 10 ore al mese. Se le supera la curva costi scende drammaticamente. A dire : non capisco “lalamentela” quando al costo di un equipaggio munito di autovettura formato da nr. 2 agenti , costa circa la stessa cifra e non ha le stesse capacita’ operative di un elicottero. Attendo altre domande per dare un sincero contributo finalizzato alla comprensione di certe azioni di realta’ istituzionali che “talvota” centrano il vero obbiettivo senza sperperi ne abusi. Salutando cordialmente.
    P.S.: mi sono documentato sulla vicenza “Gambirasio”, oltre ad una “prece” per la piccola anima , rimango senza parole come penso ogni padre di famiglia.

  4. Luca Lapegna ha scritto:

    Egregio Sig. Site, non conosco le cifre italiane di esercizio di un elicottero … poi, si fa presto a dire elicottero… Il regime fiscale italiano e’ il primo elemento che impedisce alle aziende, che offrono velivoli di ogni genere e tipo, di poter mettere “a mercato” prodotti e servizi in grado di competere con altri mercati europei. Comunque vediamo come evolve il Vostro piccolo scandalo “P.A. spendacciona”, poi commentiamo insieme se crede. Saluto cordialmente.

Lascia una risposta