Feb 24 2011

(19.02.11) Martinengo. Sfratto rinviato; di nuovo mobilitati venerdì 25 febbrai

Tag:Tag , site @ 16:45

(19.02.11) MARTINENGO. RINVIATO LO SFRATTO A MARTINENGO GRAZIE ALLA SOLIDARIETA’. * TUTTI NUOVAMENTE MOBILITATI VENERDI 25 FEBBRAIO ALLE ORE 10

Sabato 19 febbraio a Martinengo gli inquilini e gli attivisti della Rete Contro la Crisi sono riusciti con la loro presenza a dissuadere il proprietario della casa di Mohamed ancora prima dell’arrivo dell’ufficiale giudiziario. Lo sfratto è stato quindi rinviato. Mohamed, la moglie e il figlio di 6 mesi potranno rimanere uniti e dormire in un alloggio che li protegga dal freddo che è tornato a farsi sentire pungente nella bassa bergamasca. Purtroppo l’Ufficiale giudiziario non ha acconsentito ad un rinvio superiore a una settimana. Probabilmente le pressioni del proprietario sono state molto forti. Il signor Alborghetti, cosi si chiama il padrone di casa, è un infatti uomo molto potente in questo piccolo paese (10.080 abitanti) della bassa bergamasca. Siamo infatti a conoscenza che Alborghetti è proprietario a Martinengo di almeno tre condomini che affitta a prezzi piuttosto alti in gran parte ad immigrati. Registriamo inoltre che l’Amministrazione comunale non si è neppure presentata al momento dello sfratto nonostante riguardasse un nucleo famigliare con minori. D’altra parte non è nuova l’insensibilità e la disattenzione della Giunta leghista di Martinego nei confronti delle persone colpite da sfratto ma in generale nei confronti dei poveri, italiani e stranieri. Infatti la Lega Nord sempre pronta a mobilitarsi contro gli immigrati, quando governa i comuni, non interviene altrettanto energicamente per dare una risposta ai drammatici bisogni dei cittadini colpiti dalla crisi economica. Nel comune di Martinengo non esiste alcuna politica a sostegno della drammatica emergenza abitativa e le poche case comunali disponibili saranno presto svendute per fare cassa. Cosi chi perde la casa finisce direttamente in strada senza alcuna soluzione. Quello che sta succedendo a Martinengo è solo un esempio del modo con cui tanti Comuni governano il territorio. Non è possibile affrontare la crisi con gli sfratti nei confronti di lavoratori disoccupati e delle loro famiglie. Le istituzioni devono mettere a disposizione risorse ed energie per sostenere le famiglie impoverite dalla crisi economica. Anche per questa ragione venerdì 25 febbraio a partire dalle ore 10 saremo a Martinengo (Bg) in via San Zeno nr. 6. Invitiamo tutte le persone sensibili a partecipare per testimoniare la solidarietà. Invitiamo ad una presenza numerosa anche a causa del probabile intervento delle forze di polizia che saranno chiamate dal proprietario per “rientrare in possesso dell’immobile di sua proprietà”. (20.02.11 Rete Contro la Crisi. Info: 339.7728683)

Le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta