Gen 17 2011

(17.01.11) Martinengo-No sfratti. La manifestazione degli immigrati e degli sfrattati a casa della Lega Nord

Tag:Tag , site @ 10:15

(17.01.11) MARTINENGO. PER LE VIE DEL CENTRO LA MANIFESTAZIONE DEGLI IMMIGRATI CONTRO GLI SFRATTI

Promossa dalla comunità degli immigrati di Martinengo, con l’adesione e il sostegno del sindacato Unione Inquilini, della Rete Contro La Crisi e da Rifondazione Comunista - Federazione della Sinistra, la manifestazione si è svolta questa sera con la partecipazione di oltre un centinaio di persone, in buona parte immigrati residenti nella cittadina della Bassa e nei comuni vicini. I partecipanti hanno inteso così protestare, contro lo sfratto di lunedì scorso, uno degli sfratti in corso a Martinego e uno dei tantissimi, effettuati o preventivati, che si stanno consumando in questi mesi nella nostra provincia. Come ha arrogantemente rivendicato anche quest’oggi il sindaco di Martinengo in una sua missiva (qui), l’Amministrazione comunale si era limitata ad offrire un improponibile reimpatrio in Marocco o, in alternativa, un altrettanto improponibile soggiorno di non più di 10 giorni in una comunità alloggio, limitatamente alla moglie e alle due figliolette di 2 e 4 anni. Questo a fronte di numerose abitazioni sfitte presenti nel territorio, a partire da quelle di proprietà comunale. Nel corso della manifestazione Fabio Cochis dell’Unione Inquilini, il sindacato che da mesi sta seguendo la vicenda citata, e Ezio Locatelli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista, a nome di tutti i partecipanti hanno ribadito la volontà di continuare le azioni di lotta del movimento antisfratto, per ottenere una soluzione dignitosa per la famiglia sfrattata a Martinengo e per tutte le persone colpite dalla crisi, stabilire una moratoria di tutti gli sfratti per morosità incolpevole e garantire, in ogni caso, un passaggio da casa a casa per chi subisce uno sfratto. Tali ragioni e obiettivi sono stati scanditi dagli slogan e dagli striscioni del corteo che ha attraversato le vie del centro storico di Martinengo, dimostrando fermezza e civiltà e respingendo lo squallido tentativo di disturbo inscenato dai gruppetti che fanno riferimento ai partiti che sono al governo locale e nazionale. La manifestazione si è conclusa con un appello per un’ampia mobilitazione da costruire a breve,  sui temi della casa, del lavoro, della crisi.

LE FOTO: QUI. Controlacrisi.org 18.01.11: qui. Le nostre precedenti info: qui

Lascia una risposta