(07.05.16) BERGAMO. CASE POPOLARI. MANIFESTAZIONE CONTRO LA NUOVA LEGGE REGIONALE: ATTACCA IL DIRITTO ALLA CASA E AUMENTA L’AFFITTO

* Sabato 7 maggio alle ore 16.00, presidio-manifestazione a Bergamo davanti alla sede della Regione Lombardia, Via XX Settembre 18/A

Chiediamo l’abolizione della proposta di legge della Giunta Regionale perché

1) Apre ai privati la gestione degli alloggi pubblici. Trasferire ai privati la gestione delle case popolari non risolve i problemi di efficienza e di bilancio delle ALER e dei comuni.

2) Taglia il diritto alla casa popolare per le persone più povere. Per garantire le entrate da canoni alle ALER e ai privati si prevede un nuovo aumento degli affitti per chi attualmente abita le case popolari.

3) Riduce il numero di alloggi da assegnare a canone sociale (case popolari). Non si recuperano gli alloggi sfitti di Aler e Comuni ma si vogliono vendere o destinare a gestioni più redditizie (più di 500 case a Bergamo).

4) Non si stabilisce un finanziamento per le case popolari. La Regione Lombardia non garantirà più risorse economiche: per il sostegno alle famiglie in difficoltà su affitto e spese, per la manutenzione e il risparmio energetico dei caseggiati di case popolari.

PER LA DIFESA DIRITTO ALL’ABITARE E AD UN AFFITTO EQUO. Invitiamo tutti gli inquilini alla partecipazione per costruire una mobilitazione per: tutelare i diritti delle famiglie povere, senza discriminazione; rendere il canone-affitto e le spese sopportabili; garantire il finanziamento dell’edilizia pubblica; salvaguardare il patrimonio di edilizia pubblica dalla svendita. (i sindacati inquilini di Bergamo Sunia/cgil - Sicet/Cisl - Unione Inquilini. Per info e adesioni: tel. 3397728683)

Locandina: qui. L’appello dei sindacati inquilini: qui

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui