(17.03.16) BERGAMO - Via Moroni 354. NO ALLA RIFORMA REGIONALE CHE PRIVATIZZA LE CASE POPOLARI E AUMENTA GLI AFFITTI

* Bergamo, giovedì 17 marzo, ore 17.30 ASSEMBLEA PUBBLICA, presso Sala condominiale - Via Moroni 354

La Giunta Regionale di Maroni intende modificare la legge 27 (fatta da Formigoni nel 2009) che regola le assegnazioni e la gestione delle case popolari.
In questi anni tanti inquilini si sono lamentati per: la carenza delle manutenzioni dei caseggiati, la pessima gestione delle Aler, il costo proibitivo degli affitti e delle spese condominiali. I sindacati da anni richiedono più finanziamenti per l’edilizia pubblica e la riduzione degli affitti.
Contrariamente a tutto questo la nuova legge regionale prevede:
Ø Entrata massiccia dei privati (cooperative edilizie e fondi immobiliari) nella gestione del patrimonio pubblico (case popolari) e delle assegnazioni.
Ø Aumento dei canoni di affitto. Infatti i nuovi affitti verranno stabiliti dalle ALER (e dai privati) in modo da garantire la “sostenibilità economica” della azienda e non più sulla base del reddito degli inquilini.
Ø Fortissime limitazioni nel subentro anche tra genitori e figli.
Ø Taglia i finanziamenti per sostenere le famiglie in difficoltà e per fare le manutenzioni dei caseggiati o per sistemare le tante case popolari vuote.
Lottiamo per fermare questa nuova legge. Partecipiamo all’assemblea promossa dalle organizzazioni sindacali degli inquilini giovedì 17 marzo ore 17.30 a Bergamo, presso la Sala condominiale di Via Moroni 354. Durante l’assemblea raccoglieremo le firme su una petizione da presentare a ALER di Bergamo per ottenere: 1) una forte riduzione dell’affitto del Box-auto (in questi anni è aumentato in modo esagerato); 2) il controllo degli inquilini sulle manutenzioni straordinarie dei caseggiati (sono completamente ferme e non si capisce quando ripartiranno). (a cura di Sunia/Cgil - Sicet/Cisl - Unione Inquilini)

Locandina: QUI . Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


(21.03.16) SAN PAOLO D’ARGON. NO ALLA RIFORMA REGIONALE CHE PRIVATIZZA LE CASE POPOLARI E AUMENTA GLI AFFITTI

* San Paolo d’Argon, lunedì 21 marzo, ore 17.45 ASSEMBLEA PUBBLICA, presso Sala del Centro Anziani - Viale delle Rimembranze

La Giunta Regionale di Maroni intende modificare la legge 27 (fatta da Formigoni nel 2009) che regola le assegnazioni e la gestione delle case popolari.
In questi anni tanti inquilini si sono lamentati per: la carenza delle manutenzioni dei caseggiati, la pessima gestione delle Aler, il costo proibitivo degli affitti e delle spese condominiali. I sindacati da anni richiedono più finanziamenti per l’edilizia pubblica e la riduzione degli affitti.
Contrariamente a tutto questo la nuova legge regionale prevede:
Ø Entrata massiccia dei privati (cooperative edilizie e fondi immobiliari) nella gestione del patrimonio pubblico (case popolari) e delle assegnazioni.
Ø Aumento dei canoni di affitto. Infatti i nuovi affitti verranno stabiliti dalle ALER (e dai privati) in modo da garantire la “sostenibilità economica” della azienda e non più sulla base del reddito degli inquilini.
Ø Fortissime limitazioni nel subentro anche tra genitori e figli.
Ø Taglia i finanziamenti per sostenere le famiglie in difficoltà e per fare le manutenzioni dei caseggiati o per sistemare le tante case popolari vuote.
Lottiamo per fermare questa nuova legge. Partecipiamo all’assemblea promossa dalle organizzazioni sindacali degli inquilini lunedì 21 marzo ore 17.45 a San Paolo d’Argon (presso Sala del Centro anziani - Viale delle Rimembranze). (a cura di Sunia/Cgil - Sicet/Cisl - Unione Inquilini)

Locandina: Qui. Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui