(ottobre 2015 - marzo 2016) VALCAVALLINA. COMUNICARE LA SOSTENIBILITA’. SETTE INCONTRI PER I BENI COMUNI

* a cura del gruppo consiliare e della lista “Nuova Proposta” di Borgo di Terzo in collaborazione con Anpi di Valcavallina e Valcalepio e Arci-Bergamo

Che cos’è

Capita spesso di sentire parlare di sostenibilità e sfruttamento delle risorse, ma a volte risulta difficile trovare gli elementi utili per la corretta comprensione di questi fenomeni. Il tema della sostenibilità è legato a quello dei beni comuni e della loro gestione. Ma cosa sono i beni comuni? In che modo la loro gestione può incidere sulla disponibilità delle risorse ambientali presenti e future? Per provare a rispondere a questi e ad altri interrogativi è nato dalla collaborazione di alcune realtà locali “ComuniCare la sostenibilità”. Un progetto culturale e informativo che si propone di chiarire alcuni aspetti della gestione e della cura (care) dei beni comuni e di suggerire alcune chiavi di lettura per l’interpretazione dei fenomeni e delle realtà connesse allo sviluppo sostenibile. Un percorso in sette tappe, ciascuna incentrata sul tema della sostenibilità, approfondita e interpretata attraverso prospettive globali e locali.

Chi, dove, quando

  • 2 Ottobre 2015 h. 20,45, presso ex chiesa di San Bernardino, Luzzana (Piazza Castello)
    CHI PESCHERÀ L’ULTIMO PESCE
    Con PAOLO GROPPO, specialista di sviluppo territoriale presso FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per il Cibo e l’Agricoltura). ll punto sulla situazione dello stato globale delle risorse ambientali e del loro sfruttamento.

Domenica 11 ottobre, PRANZO DI AUTOFINANZIAMENTO DELL’INIZIATIVA presso la CASA DELLA RESISTENZA - COLLI DI SAN FERMO (Via Casina del Monte - Adrara San Martino). Per prenotazioni tel. 3290299463

  • 13 Novembre h. 20.45 presso Casa Zinetti, via Roma 25, Borgo di Terzo
    COSA SCRIVE FRANCESCO con DON GIULIANO ZANCHI, segretario generale della Fondazione Bernareggi
    Il tema della sostenibilità proposto da Papa Francesco attraverso la lettura commentata di passi tratti dall’Enciclica Laudato si’.
  • Dicembre 2015 (data da definirsi, h. 20.45), presso Casa Zinetti, via Roma 25, Borgo di Terzo
    L’ACQUA COME BENE COMUNE NON ALIENABILE
    con MARCO BERSANI, fondatore di Attac, tra i promotori del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua e del Forum italiano per una nuova finanza pubblica e sociale. Il difficile rapporto tra beni comuni e neoliberismo.
  • 5 Febbraio 2016 h. 20,45 presso Casa Zinetti, via Roma 25, Borgo di Terzo
    BIODIVERSITÀ COME BENE COMUNE con GIAMBATTISTA ROSSI, coordinatore di Cultura Contadina Bergamo. Incontro con una realtà impegnata per la salvaguardia delle Biodiversità, custode di semi e tradizioni spesso dimenticati.
  • 16 Febbraio 2016 h. 20,45 presso Casa Zinetti, via Roma 25, Borgo di Terzo
    BENI COMUNI: FARE SCUOLA Con la Scuola dei Beni Comuni di Santorso (Vi)
    Il racconto dell’interessante esperienza nata dal desiderio di creare spazi di incontro, formazione e iniziative concrete, “a piccoli passi verso una comunità integrata e sostenibile”
  • 18 marzo 2016, h. 20,45 presso Casa Zinetti, via Roma 25, Borgo di Terzo PER UN MERCATO SOSTENIBILE con ANDREA VIANI, fondatore del GAP (Gruppo Acquisto Popolare) del Lodigiano e FRANCESCA FORNO, docente di Sociologia dei consumi presso l’Università di Bergamo. GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) e GAP, due interessanti esperienze di mutualismo sociale sul territorio che meritano di essere approfondite.

Eventuali modifiche di location e date verranno comunicate attraverso la nostra pagina facebook.  I nostri contatti: tel. 320.0142557 oppure 339.1491037 - facebook.com/COMUNIcare Sostenibilità - nuovaproposta2015borgoditerzo@yahoo.it - site: nuovapropostaborgodi terzo.it


* Venerdì 2 ottobre alle ore 18,45, presso sede Rifondazione Comunista, a Borgo di Terzo in via Rivolta 1 (scalinata di fronte alla farmacia di via Nazionale), ASSEMBLEA DELLE PERSONE E DELLE FAMIGLIE SFRATTATE

Per discutere della situazione degli sfratti in Italia e nella zona della Valcavallina, per organizzare le prossime scadenze di lotta in solidarietà alle persone e alle famiglie sfrattate e per organizzare la partecipazione alla GIORNATA DI MOBIILITAZIONE NAZIONALE “SFRATTI ZERO”, prevista in numerose città (tra cui Bergamo) il prossimo sabato 10 ottobre (cfr. qui). A cura Unione Inquilini. Per altre info tel. 3389759975 (maurizio)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


(27-30.09.1943) NAPOLI. 72 ANNI DALLE “QUATTRO GIORNATE” DELLA PRIMA CITTA’ D’EUROPA CHE SI LIBERO’ DAI NAZIFASCISTI (sequenza dal film - bellissimo! - di Nanni Loy, 1962)


(29.09.15) BERGAMO. NUOVO PRESIDIO ANTISFRATTO PER SALVARE MARINELLA INVALIDA AL 100%

* Appuntamento in solidarietà a Marinella martedì 29 settembre alle ore 8.30, a Bergamo, in Via Pianone 4, località Castagneta (salire da Colle Aperto)

Martedì prossimo 29 settembre scade la terza proroga dello sfratto di Marinella, la donna affetta da una grave e rara patologia, Sindrome da Sensibilità Chimica Multipla (M.C.S.), che la rende invalida al 100% e la costringe rigorosamente a vivere in abitazioni idonee, sterilizzate in modo approfondito e collocate in contesti privi di fonti di inquinamento.
E’ una vita di sofferenza e isolamento quella di Marinella, che dal 2010 alloggia in un piccolo appartamento presso in B&B di Castagneta a Bergamo. Cessato da tempo il contributo del comune di Bergamo, lei e il marito non sono più riusciti a pagare l’affitto così che la proprietà, dopo aver privato l’appartamento di riscaldamento ed energie elettrica, ha avviato lo sfratto per occupazione senza titolo.
La mobilitazione solidale degli attivisti anti-sfratto nei mesi scorsi è riuscita a conquistare diversi rinvii dello sgombero (cfr. qui). Durante il precedente tentativo di sgombero, il 30 luglio scorso, oltre alle forze dell’ordine polizia era intervenuta anche l’Asl, che aveva preso atto che allo stato attuale non c’è la disponibilità di un alloggio adatto alle sue condizioni di salute. per evitare rischi per la salute di Marinella l’ufficiale giudiziario aveva dovuto rinviare l’esecuzione dello sfratto.
Unione Inquilini ha più volte rivolto un appello al Sindaco di Bergamo perché intervenisse a fermare lo sfratto e per garantire una sistemazione alloggiativa idonea e non più precaria. Mentre c’è un interessamento positivo da parte dell’associazionismo cattolico, purtroppo dobbiamo denunciare l’assenza di collaborazione da parte dell’Amministrazione comunale. “La possibilità che un malato grave e invalido possa essere buttato per strada - denuncia Fabio Cochis dell’Unione Inquilini - dimostra l’insensibilità e l’incapacità di chi governa di dare risposte alle fragilità sociali che crescono con l’avanzare della crisi economica.”
Di fronte all’assenza di un intervento da parte delle istituzioni di governo, non è rimasta che l’arma estrema della disobbedienza civile. Insieme alle famiglie sfrattate che parteciperanno, martedi 29 settembre, dalle ore 8.30, saremo in presidio solidale davanti alla casa di Marinella a Bergamo in via Al Pianone n.4. (A cura di Unione Inquilini-Bergamo. Per comunicazioni: tel. 3397728683 - Fabio)

Rassegna stampa. IlGiorno.it 29.09.15: qui

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


(28.09.15) CASTELLI CALEPIO. RIPARTE LO “SPORTELLO SOCIALE” PER IL DIRITTO ALLA CASA E PER LA LOTTA ALLA CRISI

* Tutti i lunedì, a partire dal 28 settembre 2015, dalle ore 19.00 alle ore 20.30 a Castelli Calepio, via Roma 21 (a Tagliuno, presso sede di Rifondazione Comunista)

Dopo la sospensione estiva, da lunedì 28 settembre riapre regolarmente tutti i lunedì lo Sportello Sociale della Valle Calepio per la consulenza e l’assistenza sui temi della casa, lotta agli sfratti, lavoro, immigrazione, scuola, rapporto cittadini-istituzioni. Lo sportello opera in collaborazione con l’Unione Inquilini di Bergamo, il locale Circolo di Rifondazione Comunista e altre associazioni. Per comunicazioni: Claudio Sala tel. 333.8737525 - Rosanna Canestrale 342.6334747

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


(26.09.15)BERGAMO. VERSO IV GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE “SFRATTI ZERO - 10 OTTOBRE 2015″

* Sabato 26 settembre alle ore 16.00, a Bergamo, presso sede provinciale Unione Inquilini - via Borgo Palazzo 84/g, ASSEMBLEA DELLE PERSONE E DELLE FAMIGLIE SFRATTATE.

Per discutere della situazione degli sfratti in Italia e nella provincia di Bergamo, per organizzare le prossime scadenza di lotta e in particolare la GIORNATA DI MOBIILITAZIONE NAZIONALE “SFRATTI ZERO”, prevista in numerose città il prossimo sabato 10 ottobre (cfr. qui)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


* Lunedi 28 settembre alle ore 20.30, a Treviglio, presso sede di Unione Inquilini - via Bernardino Zenale 1, ASSEMBLEA DELLE PERSONE E DELLE FAMIGLIE SFRATTATE.

Per discutere della situazione degli sfratti in Italia e nella Bassa Bergamasca, per organizzare le prossime scadenza di lotta e in particolare la GIORNATA DI MOBIILITAZIONE NAZIONALE “SFRATTI ZERO”, prevista in numerose città (tra cui Bergamo) il prossimo sabato 10 ottobre (cfr. qui)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


MARCO DALLA LONGA

24/9/2005 - 24/9/2015



MARTEDI’ 22 settembre alle ore 20,45 riprenderanno le riunioni del Comitato “SERIATE X TUTTI - NO ALLA TASSA DISCRIMINATORIA CONTRO GLI IMMIGRATI”.
Come sempre, la riunione sarà a SERIATE in Via Marconi 40.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!!!

Per comunicazioni: cell. 3389759975 - mail: enrico.rita55@alice.it

Precedenti info: qui

Precedenti info: qui

(20.09.15) SAN PAOLO D’ARGON. QUANDO FINIRANNO I LAVORI ALL’EX MONASTERO?

Ad est, dietro la scuola dell’infanzia, è in stato avanzato la realizzazione del parcheggio per il quale è stato devastato un grande spazio verde (cfr. Alternainsieme.net 14.05.15 qui), ma in corrispondenza dell’ala ovest, verso via del Convento e il sagrato della chiesa parrocchiale, è tutto fermo da mesi e mesi, con transenne ed impalcature le cui coperture sono sempre più deteriorate. Come mai questo stop, prolungato e inspiegabile? Non bastano i 12 milioni stanziati da vari enti, tra cui enti pubblici che hanno messo a disposizione una quota di tutto riguardo per il “restauro” dell’ex monastero (in realtà un’operazione per fare una scuola privata!)? E’ sensato lasciare abbandonate le impalcature così a lungo sapendo che possono costituire fonte di pericolo per tutti? Ci sono già stati dei precedenti al cantiere dell’ex monastero (cfr. Alternainsieme.net 17.12.10 qui). Comunque vadano le cose, non bisogna mai dimenticare che - per decisione politica la comunità di San Paolo d’Argon non ha praticamente più alcuna voce in capitolo sul monumento che da più di mille anni ne ha segnato la storia.

Foto (agosto/settembre 2015): qui

Ex Monastero di San Paolo d’Argon. Precedenti info: qui; schede: qui


Pagina successiva »