(30.06.15) CASIRATE D’ADDA. RINVIATO AL 30 SETTEMBRE LO SFRATTO DELLA FAMIGLIA DI MUSTAFA’

Oggi gli attivisti dell’Unione Inquilini di Bergamo erano a presidiare la casa di Mustafa, operaio disoccupato con moglie e 2 figli, in attesa dell’ufficiale giudiziario per lo sgombero. Una delegazione si è spostata in municipio, dove c’è stato un incontro con il sindaco che – dopo lunga trattativa - ha accettato di pagare l’affitto all’inquilino per tre mesi. Lo sfratto è stato quindi rinviato al 30 settembre. Il tempo è sufficiente per costruire un progetto abitativo alternativo e meno precario. Se alla fine del rinvio, non ci sarà una soluzione, saremo nuovamente in presidio davanti alla casa di Mustafa. Contro la crisi e l’austerità, mutualismo, solidarietà, autorganizzazione.

Diritto alla casa. Precedenti info: qui


(02.07.15) BERGAMO. PRESIDIO ANTISFRATTO IN SOLIDARIETA’ A MARINELLA, INVALIDA AL 100%

* Giovedì 2 luglio, PRESIDIO ANTISFRATTO in Via Al Pianone 4 a Bergamo

UNIONE INQUILINI DENUNCIA IMMOBILISMO DEL COMUNE DI BERGAMO. Marinella, che ha 57 anni e vive insieme al marito, è affetta da una grave e rara patologia che la rende invalida al 100%. La malattia non è riconosciuta e non vi sono Centri di cura idonei.
Il reddito famigliare è molto scarso e dipende da una magra pensione e dalla retribuzione del marito, rientrato al lavoro dopo una lunga Cassa Integrazione.
Nel 2010 Marinella fu ospitata in un “Bread and Breakfast” a Bergamo, via Al Pianone n. 4. L’Amministrazione comunale che si era impegnata a prendersi carico della signora. Purtroppo, dopo alcuni mesi, Marinella è stata abbandonata al suo destino e non è più riuscita a pagare l’affitto.
Nel 2014 il gestore del B&B, dopo aver staccato gas metano e energia elettrica all’appartamento, ha avviato le procedure di sfratto.
Marinella non si è mai arresa nella ricerca di un’abitazione alternativa ma la casa non è stata ancora trovata. La complicazione è individuare un alloggio lontano da fonti inquinanti.
Dopo aver trascorso tutto l’inverno senza riscaldamento, Marinella dovrà subire l’esecuzione dello sfratto. Infatti giovedi 2 luglio l’Ufficiale giudiziario uscirà di nuovo per sgomberare la famiglia con il supporto della polizia,.
Già aveva tentato lo sgombero lo scorso mercoledi 6 maggio. In quella occasione gli attivisti anti-sfratto avevano ottenuto un rinvio. Unione Inquilini ha più volte rivolto un appello al Sindaco di Bergamo e al Prefetto perché lo sfratto fosse fermato per garantire il passaggio da casa a casa. Oggi dobbiamo denunciare l’assenza di risposta: “La possibilità che un malato grave possa essere buttato per strada - denuncia Fabio Cochis dell’Unione Inquilini - dimostra l’insensibilità e l’incapacità di chi governa di dare risposte alle fragilità sociali che crescono con l’avanzare della crisi economica.”
Insieme ad altre famiglie sfrattate, giovedi 2 luglio dalle ore 10 saremo in presidio anti-sfratto davanti alla casa di Marinella a Bergamo in via Al Pianone n. 4 (A cura di: Unione Inquilini. Per comunicazioni tel 339.7728683)

Unione Inquilini Bergamo, precedenti info: qui


(04.07.15) VERDELLINO. ASSEMBLEA CONTRO IL CARO-AFFITTI DELL’ALER

* Sabato 4 luglio, Verdellino, Corso Africa, allo spiazzo entrata tra il n. 16 e il n. 20

AUMENTA CRISI e CARO-AFFITTI. INQUILINI NON RIESCONO PIU’ A PAGARE. Gli affitti, decisi dalla Regione Lombardia e bollettati dall’ALER, diventano ogni anno più pesanti per gli inquilini delle case popolari. Sempre più famiglie si trovano in gravissima difficoltà, accumulano debiti e rischiano di essere sfrattati.
Gli affitti dell’ALER di Bergamo sono cresciuti in questi anni in media del 40%.
A questo si deve aggiungere la crescita enorme dell’affitto del box che dal 2008 ad oggi è quaduplicato. Oggi gli affitti dei box sono uguali ai prezzi del mercato privato.
Per ultimo ALER ha bloccato le manutenzioni dei caseggiati che sono in grande parte in uno scarso stato di conservazione.
Gli inquilini si devono unire e lottare per ottenere dall’ALER di Bergamo: 1. forte riduzione dell’affitto del Box; 2. controllo degli inquilini sulle manutenzioni straordinarie; 3. aumento degli stanziamenti economici per i Contributi di Solidarietà. 4. Riduzione dell’affitto dell’appartamento. (a cura Sunia-Cgil, Sicet-Cisl, Unione Inquilini, per info tel. c/o Fabio 339.7728683). Volantino: qui

Diritto alla casa. Precedenti info: qui