Venerdì sera l’entourage paludatissimo del Pd locale, che insieme a pezzi del centro-destra controlla e amministra svariate istituzioni della nostra Valle, è stato seccamente contestato da 30/35 compagne e compagni di Rifondazione Comunista della nostra zona, che hanno espresso il loro fermo dissenso contro Jobs Act, Austerity e governo Renzi. L’occasione è stata l’assemblea pro-Jobs Act promossa dal PD di Trescore e Valcavallina con gli interventi del parlamentare Pd della Valcavallina, on. Sanga, e di esponenti della Cisl, di UbiBanca e Confindustria, con una partecipazione di publico di poco superiore… a quella dei compagni che hanno contestato. “Dalla crisi - hanno ribadito i nostri compagni - non si esce se non aprendo una nuova stagione di lotta per riconquistare i diritti che ci sono stati tolti. Il Governo Renzi e il Pd, anche in Valcavallina, sono schierati dalla parte della troika, della finanza e delle banche. Costruiamo anche nella nostra Valle l’opposizione contro chi cancella di diritti e sostiene l’austerity!” (cfr. anche Alternainsieme.net: qui)

Le altre foto: qui