Promossa dal comitato “Seriate x tutti - No discriminazioni” per denunciare il “furto” del certificato di idoneità alloggiativa” portato a 220 euro dal Comune, l’assemblea, che si è tenuta sabato pomeriggio a Seriate presso la Biblioteca civica (cfr. qui) ha visto una vivace partecipazione di numerosi immigrati e delle associazioni seriatesi impegnate nel sociale. Dopo 20 anni di amministrazioni leghiste che si sono succedute nella città, le cose da dire sono davvero tante, ma finalmente si è cominciato a parlare. Non solo dell’idoneità alloggiativa di 220 euro che gravano su tutte le famiglie non comunitarie, ma dei tanti temi che riguardano il paese e non solo, quali le campagne securitarie mirate contro gli stranieri, il centro storico fatiscente, il problema della casa e del caro affitti, il desiderio dei migranti di partecipare e portare il loro contributo nella realtà locale nonché nella lotta contro la crisi o l’austerity che tutti ci attanaglia, respingendo seccamente i fomentatori delle “guerre fra i poveri” e le politiche che le incentivano. Fra le proposte quella di una manifestazione che porti all’esterno tutta la ricchezza dei contenuti emersi nell’assemblea. Martedì 3 marzo (ore 21.00, Seriate, Via Marconi 40) ci si incontra di nuovo come comitato “Seriate per tutti -No discriminazioni” per ragionare e decidere insieme le prossime iniziative contro l’odiosa tassa discriminatoria voluta dalla Lega. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare. (Per comunicazioni: cell. 338.9759975, mail: enrico.rita55@alice.it)

Le altre foto dell’assemblea: qui