SCIOPERO SOCIALE DEL 14 NOVEMBRE: UNA BELLA GIORNATA DI LOTTA CONTRO LE POLITICHE DI AUSTERITA’ DEL GOVERNO RENZI. LA MOBILITAZIONE DEVE CONTINUARE E CRESCERE. PROSSIMA TAPPA: SCIOPERO GENERALE DEL 5 DICEMBRE

Gli attivisti dell’Unione Inquilini, insieme alle famiglie sfrattate, hanno partecipato alla manifestazione indetta a Bergamo per lo sciopero generale e sociale. Il sindacato si è mobilitato contro l’emergenza abitativa, per chiedere che le istituzioni si attivino per bloccare gli sfratti per morosità e per aumentare le case popolari disponibili. Il corteo di Bergamo ha portato in piazza un migliaio di persone che hanno sfilato tra slogan e azioni simboliche contro le banche, la Confindustria e il governo Renzi.
Le immagini che pubblichiamo, insieme a quelle provenienti da tutta Italia, raccontano di una giornata unitaria di lotta contro le politiche di Renzi:studenti e precari, lavortaori e disoccupati, pensionati e migranti sono scesi in piazza chiedendo al governo reddito e lavoro per tutti. La mobilitazione, così ampia e partecipata, deve continuare: da oggi allo sciopero generale del 5 dicembre (e anche dopo!) facciamo crescere le lotte.
L’unica nota stonata della giornata è stato il lancio di alcuni palloncini di vernice contro la sede della Cgil di Bergamo. ll dissenso con la CGIL non si dovrebbe esprimere in questo modo, in particolare nel momento in cui questo sindacato è sotto attacco del governo Renzi tanto da dover proclamare lo sciopero generale, che in tanti chiedevano.
L’Unione Inquilini continuerà a lottare, insieme a tutte le organizzazioni della sinistra politica e sociale, contro le misure legislative del governo, imposte dai diktat della BCE: tagli alla spesa pubblica e al welfare, tagli ai fondi agli enti locali (che poi sono costretti a ridurre i servizi e ad aumentare le tasse), le privatizzazioni. Soprattutto ci opponiamo alle misure legislative che vogliono dismettere e vendere il patrimonio di edilizia residenziale pubblica (le case popolari).

Le altre foto: qui

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui