(28.10.14) CASTELLI CALEPIO. PRESIDIO ANTISFRATTO PER LA FAMIGLIA DI MORAD

* Martedì 28 ottobre, ore 8.00, a Castelli Calepio Presidio solidale antisfratto, Via del Mille 85

Il 28 ottobre gli attivisti anti-sfratto dello Sportello sociale della Valcalepio si mobiliteranno contro lo sgombero della casa in cui abitano Morad, la moglie e la madre anziana. Il presidio è finalizzato anche a richiedere al Comune di Castelli calepio soluzioni che evitino alle persone, italiane e immigrate, colpite dalla crisi economica di finire sulla strada. Vogliamo che il sindaco e l’Amministrazione comunale diano risposte. Purtroppo il sindaco, in questi mesi, ha fatto solo generiche promesse ma non ha messo in campo alcuna politica per affrontare il dramma dell’emergenza casa. Per info: 3338737525 (Claudio)

Diritto alla casa, le nostre precedenti info: qui


(30.10.14) BERGAMO. KOBANE RESISTE! ASSEMBLEA PER COSTRUIRE LA SOLIDARIETA’ CON IL POPOLO KURDO

* GIOVEDI’ 30 OTTOBRE, ore 20.45, Assemblea pubblica: Kobanê resiste! Prepariamo la manifestazione globale per i diritti dei kurdi”, a presso Rifondazione Comunista, Via Borgo Palazzo 84/g a Bergamo. Interverranno: Ibrahim KASAKOGLU (Centro culturale Kurdo di Milano), Fabio CLERICI (Rete Italiana in Solidarietà con il Popolo Kurdo)

*SABATO 1° NOVEMBRE ci sarà una giornata di mobilitazione globale a sostegno dei diritti e della resistenza del popolo kurdo, contro l’ISIS, per Kobanê, per l’Umanità. A Milano si svolgerà una Manifestazione con partenza da P.ta Venezia alle ore 14.00. Da Bergamo il Partito della Rifondazione Comunista parteciperà al corteo. Partenza sabato 1 novembre, ore 12 dalla sede provinciale a Bergamo in via Borgo Palazzo 84/g. Per info: 035.225034 (da lunedi a venerdi, da ore 15 a ore 19); 339.7728683 (Fabio).

APPELLO INTERNAZIONALE: L’ISIS ha lanciato una pesante campagna militare su più fronti contro la regione kurda di Kobanê nel nord della Siria. Questo è il terzo violento attacco a Kobanê dal marzo 2014. Dato che ISIS non ha avuto successo nelle due precedenti occasioni, sta attaccando con forze maggiori e vuole prendere Kobanê.
Nel gennaio di quest’anno, i kurdi del Kurdistan occidentale (Rojava) hanno costituito amministrazioni locali sotto forma di tre cantoni. Uno dei tre cantoni creati è Kobanê. Il confine turco è al nord di Kobanê e tutti gli altri lati sono circondati da territori controllati da ISIS. ISIS si è avvicinato ai confini di Kobanê usando armi pesanti di fabbricazione USA. Centinaia di migliaia di civili sono minacciati dal più brutale genocidio della storia moderna. La popolazione di Kobanê sta cercando di resistere usando armi leggere contro i più brutali attacchi dei terroristi di ISIS, assistita solo dalle Unità di Difesa del Popolo nel Kurdistan occidentale YPG e YPJ, ma senza alcun aiuto internazionale.
Per questo una Manifestazione Globale contro ISIS - per Kobanê - per l’Umanità è vitale.
La cosiddetta coalizione internazionale per combattere ISIS non ha aiutato la resistenza kurda in modo efficace nonostante stia assistendo al genocidio in atto contro Kobanê. Non hanno adempiuto ai loro effettivi obblighi di legalità internazionale. Alcuni paesi nella coalizione, in particolare la Turchia, sono tra i sostenitori finanziari e militari dei terroristi di ISIS in Iraq e Siria.
Per questo una Manifestazione Globale contro ISIS - per Kobanê - per l’Umanità è vitale.
Se il mondo vuole la democrazia in Medio Oriente deve sostenere la resistenza kurda a Kobanê. L’autonomia democratica nel Rojava promette un futuro libero per tutti i popoli in Siria. A questo proposito il “Modello Rojava” - la posizione laica, non settaria, democratica nel Rojava è il modello che pratica l’unità nella diversità.
Agisci Ora
È ora di dare agli attori globali la ragione di ricredersi. Invitiamo le persone in tutto il mondo a mostrare la loro solidarietà con Kobanê. Scendete in piazza e manifestate, dovunque viviate.
Vi chiediamo di unirvi alla Manifestazione Globale per Kobanê. Sostenete la resistenza contro ISIS - per Kobanê - per l’Umanità!

Firmatari dell’appello: qui