(23.10.2014) BERGAMO. NUOVO PRESIDIO ANTISFRATTO PER SALVARE LA FAMIGLIA DI MILDRED DALLA STRADA

* Unione Inquilini: “Questo picchetto non si sarebbe dovuto fare se il Comune di Bergamo avesse applicato la legge sulla proroga degli sfratti per morosità incolpevole”

Giovedi 23 ottobre, gli attivisti dei sindacati Unione Inquilini e ASIA (Associazione Inquilini e Assegnatari) si daranno appuntamento, a partire dalle ore 9.oo, sotto la casa della famiglia di MildredBergamo in via Ghislandi 61. La donna vive con il compagno, entrambi disoccupati, e 2 (due) figli di pochi anni.

La colpa più grave di Mildred è di essersi illuso che il Comune non lo avrebbero abbandonato, che sarebbe stato aiutato con qualche misura di sostegno, anche se solo limitata o temporanea. Sperava di evitare lo sfratto, perché da oltre 1 anno vi è una legge che lo salvava dallo sfratto forzoso ma la sua applicazione si è fermata nelle pastoie burocratiche. Stiamo parlando della Legge 124 dell’ottobre del 2013 che OBBLIGA i Comuni a sostenere i casi di “morosità incolpevole” con misure di accompagnamento sociale e di “graduazione” dello sfratto: in altre parole, il comune di Bergamo dovrebbe aiutare chi, come Mildred, non può più pagare l’affitto. In mancanza di questo aiuto, lo sfratto non deve essere eseguito, così come già previsto da diversi Prefetti in tutta Italia (Milano, Pisa, Livorno e altre province).

L’Unione Inquilini attacca il Comune di Bergamo: ”A dispetto della Legge, il Comune continua a rimandare. Non solo non ha ancora pubblicato i moduli per la richiesta del sostegno sociale per la “morosità incolpevole”, e in conseguenza di questo non ha inviato al Prefetto l’elenco delle famiglie alle quali graduare lo sfratto come dettato dalla legge. A causa di questa disattenzione all’emergenza abitativa, abbiamo deciso di mettere in campo la nostra legalità, che è altrettanto decisa e inflessibile: giovedì mattina attraverso un presidio tenteremo di impedire lo sgombero della famiglia. Come Unione Inquilini, chiediamo al Comune e al Prefetto di Bergamo la immediata SOSPENSIONE DEGLI SFRATTI SINO ALLA PUBBLICAZIONE DEI MODULI PER LA MOROSITA’ INCOLPEVOLE”.

Diritto alla Casa, le nostre precedenti info: qui