(04.12.13) VIGANO, BORGO, LUZZANA. QUANDO IL REFERENDUM CONSULTIVO PER FUSIONE IN COMUNE UNICO?

Sulla fusione dei comuni di Borgo di Terzo, Vigano San Martino e Luzzana ha già deciso tutto Regione, dall’alto, nonontante una delle amministrazioni, quella di Borgo, abbia dichiarato sua contrarietà. Visto che c’era qualche problema sulle firme raccolte dai promotori, le forze politiche presenti in Regione hanno convenuto di procedere dall’alto per sciogliere amministrazioni in vista della tornata elettorale di primavera (che non riguarda però Borgo di Terzo, che vota nel 2015). L’Eco di Bergamo (cfr. 04.12.13: qui) titola che il referendum (si badi bene: solo consultivo) si terrà entro “il 26 gennaio 2014″, ma in realtà potrebbe slittare a ottobre: lo deciderà probabilmente qualche mercato delle vacche fra vertici Pd-Pdl da una parte e Lega Nord dall’altra.

(07.12.13) VIGANO, BORGO, LUZZANA. LA FUSIONE IN VERSI E RIME. Riceviamo e pubblichiamo:

Con questa ballata vi voglio cantare / della fusione la storia Immorale. / Talun Signori di Luzzana e Vigano / Pretendevan che Borgo, sulla fusione, desse loro la mano. / Allora non decorosamente, ma in maniera ingrata, / Imploravan di casa in casa la firma agognata. / “Tanto”, dicevan, ” è sol per parere, / Dalla fusione solo vantaggi possono accadere”! / Essi però dimenticavan di dire / Che dietro la fusione vi era interesse a spartire / Sicchè già con la Tares / I poveri cittadini prendevan a tartassare / Pretendendo che, in sol quindici giorni, tutto il balzello avessero a pagare. / Ma il messer di Borgo, Fadin l’Ardito, / Non volea fare inciucio con alcun partito. / Diss’ egli: “Non ho interesse alcuno, / Se non l’ amor per il benessere di ognuno. / Soldi giammai presi da nessuna corrente, / Né, oltre il lecito, dal Comunale Ente. / Nella prossima elezione comunale / Della fusione si vada a trattare, / Intanto il politico inciucio non s’abbia a fare”. (Autore) Chi è l’anonimo scellerato? / Di BORGO un Cittadino / Che tutti i nomi ha / Ma non Cretino [nov. 2013]

Fusione Borgo, Vigano, Luzzana, le nostre precedenti info: qui


(02.12.13) MEDIA VALCAVALLINA. REGIONE DECIDE FUSIONE DI VIGANO, BORGO E LUZZANA IN UN UNICO COMUNE. SI ATTENDE CONOSCERE DATA DI REFERENDUM “CONSULTIVO”

La vicenda dei tre piccoli comuni di Luzzana, Borgo di terzo e Vigano, che un blitz dalle forze delle “larghe intese” ha voluto portare alla fusione - accelerata - in un unico comune, sembra ormai giunta in porto dopo l’approvazione unanime da parte dei partiti rappresentati in Regione Lombardia. (cfr. L’Eco di Bergamo 27.11.13) L’ulteriore passaggio sarà il referendum di cui resta da stabilire solo la data ma sarà un referendum solo consultivo, perché - alla faccia della democrazia popolare - le “fusioni” fra i comuni sono stabiliti dall’alto, dalla Regione.
D’altro canto i promotori della fusione, nel loro documento illustrativo, sono convinti che una delle più antiche (e gloriose) istituzioni della nostra storia nazionale, i comuni, siano nati nel Medioevo, “a seguito del decentramento del potere monarchico” (sic!), che è proprio un’idiozia. Purtroppo nelle scuola dell’obbligo non c’è più tempo da dedicare al “Comune rustico” del grande Giosuè Carducci.
Avremo modo di riparlare della vicenda . Di seguito - come documentazione - riportiamo un minimo di rassegna stampa per chi interesssa. (02.12.13)

Rassegna stampa. L’eco di Bergamo 21.11.13 qui, 22.11.13: qui, 24.11.13: qui; 28.11.13: qui


« Pagina precedente