(18.07.13) TRESCORE BALNEARIO. SFRATTI. UN’INTERA MATTINATA DI RESISTENZA. MA ALLA FINE NESSUNO SGOMBERO!

Che le autorità preposte avessero intenzione di eseguire almeno qualcuno degli sfratti programmati per quest’oggi in via Brembati ai civici 27 e 31, è parso subito chiaro fin dalle otto e mezza del mattino quando sono state bloccate dai vigili le vie d’accesso a tutta la contrada “Ripa”. Poco più di un’ora dopo sono arrivati i carabinieri, ma non solo quelli della Stazione di Trescore, bensì altre quattro o cinque auto come non era mai successo nei precedenti sfratti nella nostra zona. Le compagne e i compagni del movimento antisfratto, insieme agli amici della comunità marocchina di Trescore, col contributo delle delegazioni del movimento antisfratto di Brescia e Bergamo, hanno dato vita al civico 31 ad un picchetto antisfratto, pacifico ma determinato, che è proseguito per diverse ore, nonostante pressioni e intimidazioni. Nel frattempo sono proseguite le trattative con Ufficiale giudiziario, proprietà, forze dell’ordine e anche con la partecipazione del sindaco di Trescore Balneario. Solo a mezzogiorno, fra stop and go e tensioni varie, è stato possibile concludere con un accordo condiviso. Grazie alla mobilitazione, nessuna famiglia è stata sgomberata. In particolare la famiglia di A. è riuscita concludere il trasloco verso il nuovo alloggio, avendo potuto risolvere alcuni problemi buocratici. Le famiglie di B. e di C. hanno avuto una proroga fino al 30 settembre. Entro quella data, una di queste due famiglie potrà accedere - secondo la graduatoria comunale - all’alloggio erp a canone sociale che si è reso disponibile nelle ultime settimane. Più limitati purtroppo i risultati per la quarta famiglia, solo 15 giorni di proroga, con l’impegno del comune a fornire un alloggio per la madre e i tre figlioletti minori in cohousing e solo una disponibilità di massima per ricercare una soluzione, che eviti la separazione della famiglia. Di conseguenza intendiamo proseguire le nostra mobilitazione, perchè nessuno può essere lasciato solo, ma anche perché non si può dimenticare che a Trescore, nel pieno dell’emergenza sfratti (altre 8 o 9 oltre alle famiglie di Via Brembati), l’Aler - come abbiamo più volte denunciato - continua a voler lasciare vuoti non meno di 8 alloggi pubblici destinati al housing sociale. La giornata - alla luce delle premesse - si è conclusa in modo positivo, senza sgomberi, solo grazie alla forza della solidarietà e della resistenza. Questa giornata da Trescore l’abbiamo dedicata a Don Gallo, che nato il 18 luglio 1928 quest’oggi avrebbe compiuto 85 anni.

Sfratti, precedenti info: qui

Le altre foto di oggi (studio photo graphics): qui